Gli Stregoni sono la band più numerosa del mondo

Gli Stregoni sono stati ovunque, da Lampedusa a Parigi ad Amburgo a Malmö, e sono stati formati da musicisti improvvisati da ogni angolo del mondo (tranne quelli ricchi).
5.5.17

Il video che vedete qua sopra è la prima testimonianza video di una vera giornata da Stregoni. Il progetto, nato da un'idea del gospel-punk-beatboxer trentino Johnny Mox e del chitarrista afrobeat-freak-psych marchigiano Marco Bernacchia aka Above the Tree, dal momento della sua nascita a fine 2015 a oggi, ha macinato migliaia di chilometri e ospitato più di mille musicisti.

Come ha fatto, potete scoprirlo semplicemente guardando il video qua sopra o leggendo l'intervista qua sotto, ma forse è meglio se vi do un po' di contesto. Il progetto Stregoni funziona così: i due arrivano in una città con un furgone carico di strumenti e si recano al centro di accoglienza migranti più vicino. Lì scaricano gli strumenti e si fanno prestare un cellulare da uno degli ospiti del centro, chiedendo di scegliere una canzone da far ascoltare a tutti; qualcosa di allegro, ritmato. Attaccato il cellulare a una loop station e premuto play, mandano in loop la base ritmica della canzone sopracitata, ed esortano tutti i presenti a prendere uno strumento e suonare, o cantare, o ballare. Se le persone non sanno suonare, danno loro alcuni consigli. Se fanno troppo casino, le contengono. Se si vergognano, insistono. Dopo qualche ora, la band è formata. La stessa operazione verrà ripetuta la sera stessa, davanti a un pubblico.

Continua a leggere su Noisey - Gli Stregoni sono la band più numerosa del mondo