FYI.

This story is over 5 years old.

VICE News

Questi video mostrano le terribili conseguenze dei presunti bombardamenti russi sulla Siria

Mentre gli attacchi continuano, alcuni filmati mostrano la rischiosa attività di un gruppo di volontari sul territorio colpito.
5.10.15
Foto via YouTube/Syrian Civil Defense

Mentre gli attacchi aerei russi continuano a colpire la Siria, sono emersi alcuni filmati che riprendono i membri della Syria Civil Defense - un gruppo di soccorritori volontari conosciuti come i Caschi Bianchi - che accorrono sui luoghi dei bombardamenti nella provincia di Idlib.

Il filmato mostra alcuni Caschi Bianchi mentre sollevano un compagno che sembra aver riportato una grave ferita alla gamba. Gli uomini lavorano freneticamente per caricare il collega sul retro di un pickup, prima di rinvenire i resti di un altro Casco Bianco apparentemente rimasto ucciso durante il bombardamento.

In un altro video, che sarebbe stato girato in un villaggio a sud-ovest di Idlib, si vede un gruppo di Caschi Bianchi intento a scavare tra le macerie alla ricerca di superstiti. I soccorritori sono costretti a fuggire quando un presunto attacco russo si abbatte nelle vicinanze, sprigionando una nuvola di polvere e detriti.

Gli attacchi sono la conseguenza dell'escalation militare lanciata dalla Russia mercoledì scorso, con l'intenzione dichiarata di indebolire il cosiddetto Stato Islamico (IS) in Siria. Giovedì l'Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, un gruppo di monitoraggio con sede nel Regno Unito, ha pubblicato un comunicato che denuncia la morte di 30 civili nel primo giorno di bombardamenti. L'organizzazione sostiene inoltre che domenica gli aerei militari russi abbiano colpito Homs e la vicina provincia di Hama.

Il Ministero delle Difesa russo ha dichiarato che nelle ultime 24 ore i suoi aerei hanno portato a termine 20 missioni in Siria, colpendo 10 obiettivi riconducibili a IS. Secondo il comunicato russo, la campagna aerea avrebbe "disturbato" le attività militari del gruppo e "danneggiato seriamente" la sua infrastruttura.

Leggi anche: Russian Airstrikes in Syria Could Last Four Months, Officials Say

Sebbene Mosca insista che lo scopo delle incursioni aeree sia quello di indebolire l'IS, il gruppo di militanti è poco presente in alcune delle aree colpite dai bombardamenti. Le potenze occidentali hanno affermato che le reali intenzioni del Cremlino siano di sostenere il presidente siriano Bashar al-Assad nella sua battaglia contro i gruppi ribelli.

Alcuni gruppi di insorti nella zona di Talbiseh, una cittadina della Siria occidentale che è stata bombardata domenica, fanno parte del Free Syrian Army e hanno ricevuto aiuti militari dai paesi occidentali e del Golfo che si oppongono ad Assad. Un abitante di Talbiseh ha raccontato a Reuters che i corpi di almeno cinque civili sono stati recuperati in zone della città colpite dai bombardamenti.

Il Ministero della Difesa russo ha dichiarato che gli attacchi aerei hanno colpito alcuni obiettivi nelle provincie di Idlib e Raqqa—tra cui un campo di addestramento per terroristi e una fabbrica di esplosivi. Le incursioni avrebbero distrutto anche tre magazzini di munizioni e quattro centri di comando dell'IS.