C'è un video di Matteo Renzi che canta "La musica non c'è" di Coez

Vorrei scrivere tante cose ma non so da dove, iniziare.

Fino a ieri, il vero indie kid della sinistra italiana era Pippo Civati. Vi ricordate i bei tempi in cui ci consigliava di scaricare il nuovo singolo "degli Stato Sociale" con un clippino? Quando le pagine Facebook Indicivati e Fattoni per Civati sfavillavano di novità, suggerendo una nuova era in cui avanguardia politica e musicale si sarebbero fuse per un glorioso rinnovamento del sistema Italia? Bé, ora è tutto finito. Parola all'account Instagram ufficiale del Partito Democratico:

Pubblicità

"Stai stonando tutto, cazzo!" sbotta amichevolmente Renzi contro uno dei presenti, che stava rovinando questa splendida e democratica performance corale de "La musica non c'è" di Coez. "Bellissima!", dice, per poi concludere gloriosamente il ritornello strizzando gli occhi e tendendo i nervi, preludio alla liberazione di un sorriso finale.

Speriamo che questo video sia l'inizio di una nuova era di appropriazione culturale in cui i leader politici si fanno riprendere mentre canticchiano hit. Non vediamo l'ora di vedere Beppe Grillo che si cimenta in "Wasabi Freestyle" di Tedua, Virginia Raggi che intona "Non me ne frega niente" di Levante, Matteo Salvini che interpreta post-ironicamente "Matteo Renzi (SWAG) iTalia Renzi [HD] STai Li AscolTare" di Bello Figo (invece che affrontare De André) e Giuliano Pisapia feat. Massimo D'Alema nei panni di Guè e Sfera a sfrecciare a duecento in Moscova.

Segui Noisey su Instagram, YouTube e Facebook.

Leggi anche:

Capire i testi di Coez