FYI.

This story is over 5 years old.

Quando Rihanna ti risponde su Direct

Hai problemi di cuore? Devi fare coming out? Scrivi a Riri, una delle poche popstar che non ha perso il controllo sulla propria vita sui social.
Lauren O'Neill
London, GB

Rihanna è una di quelle persone che sembrano quasi intoccabili. Trasuda, giustamente, una sicurezza divina. Ha più stile di tutto il resto del mondo. Riesce a camminare sulle grate coi tacchi a spillo senza la minima difficoltà. È riuscita, per intercessione di DJ Khaled, a riportare in vita la parte di chitarra di un pezzo di Santana uscito vent'anni fa. Insomma: non c'è nulla che Rihanna non possa trasformare in oro. Tutto questo, però, non ha impedito a Rihanna di venire percepita dal pubblico come una persona genuina, capace di provare empatia. Perché? Bé, per tutte quelle volte che si è messa a girare per strada con un bicchiere di vino in mano, per esempio. O per tutte le altre in cui si spacca a merda e si diverte senza farsi alcuna paranoia o provare a rinchiudersi in una bolla dorata. Insomma, è essenzialmente rimasta la persona che era prima di diventare famosa. Uno dei motivi principali, credo, è il fatto che la sua compagnia è rimasta la stessa, con il passare degli anni—Melissa Forde, sua amica d'infanzia, e Jennifer Rosales, la sua assistente personale, sono persone che l'hanno accompagnata fin dal primo giorno. E poi dobbiamo inserire nell'equazione il fatto che Riri non si fa problemi a rispondere ai suoi fan, specialmente tramite i messaggi di Twitter.

Pubblicità

Come potete vedere qua sotto, un ragazzo ha scritto a Riri per farsi dare dei consigli su come superare la fine di una relazione:

"Convinciti che la tristezza è in realtà un dono! Piangi, se ti senti di piangere, ma sappi che non sarà per sempre! Troverai di nuovo l'amore, e sarà ancora più bello! E nel frattempo goditi tutto ciò che TU sei!", ha scritto Rihanna. E non è la prima volta che fa qualcosa di simile. L'anno scorso, ha aiutato un membro della marina militare americana a dichiararsi gay ai suoi amici e alla sua famiglia: Baby, è ok avere paura, ma è più importante che tu possa essere la persona che sei veramente! Non hai davvero molta scelta! Non è una decisione che puoi prendere! Sei la persona che sei e, per quanto possa sembrare difficile, la cosa migliore che puoi avere è sentirti libero e in pace con te stesso! La tua famiglia potrebbe non capirti, ma fortunatamente vivi in una generazione che ti capisce! Senza nemmeno parlare della comunità a cui apparteniamo tutti noi, resteremo con te caro! E la cosa non finì lì, dato che Riri continuò a scrivere al ragazzo lungo tutto il suo percorso di coming out. No, no, voi state piangendo. Rihanna ha anche usato i social per motivi più professionali. Per esempio, ha reclutato una ragazza senza alcuna esperienza da attrice per apparire nel video di "Bitch Better Have My Money" mandandole un messaggio su Direct: "I think you're so fucking rare". Tutto questo la mette in una categoria particolare di celebrità, quella che ha pieno controllo sui propri social e li usa sul suo cellulare invece di lasciare tutto in mano a un team di manager e PR. Si capisce benissimo quando non è Rihanna a scrivere i suoi tweet, anche solo dalla sintassi e dalla punteggiatura—nessuno è realisticamente convinto che nessun altro abbia la password dei suoi account, ecco. Ma nonostante questo, l'approccio di Rihanna ai social ha comunque un'aura di connessione e neanche la minima ombra di alienazione. Sembra un po' quello di Sarah Jessica Parker, che su Instagram posta principalmente video fatti un po' a caso di quello che fa nel tempo libero, foto sgranate di quello che mangia e una foto di scarpe ogni tanto per far prendere bene gli ossessionati da Sex and the City. Certo, stiamo parlando solo di un messaggio privato condiviso con il mondo. Ma ogni volta che succede qualcosa di simile, riceviamo conferma del fatto che Rihanna non si è ancora lasciata prendere da quel tipo di complesso di superiorità tipico della fama. Quando una persona che vive sotto la costante attenzione del pubblico viene intervistata, uno degli argomenti più gettonati è il modo in cui la fama cambia le aspettative di chi la circonda, come se il successo di qualcuno implicasse la sua trasformazione in quello che crediamo sia "un VIP". Alcuni riescono a mantenere il controllo e scegliere della loro vita, altri non sono così fortunati. Quindi gesti come quel messaggio sono un semplice modo in cui Rihanna può provare a mostrare un senso di autonomia—alzare la mano, salutare e dire, 'sì, sono solo una persona.' Rihanna è come noi, con i nostri bicchieri di vino in mano e i nostri karaoke imbarazzanti. Deve solo gestire una visibilità esponenzialmente maggiore. E incarna un prototipo di popstar che vorrei vedere sempre di più. Segui Noisey su Twitter e Facebook.