Pubblicità
Tech by VICE

Questo difetto dell'iPhone 7 sta diventando una 'epidemia'

Federico Cerva è un riparatore professionista e ci ha spiegato che se l'icona del vivavoce del tuo iPhone 7 sta diventando grigia, è grave.

di Jon Christian
22 giugno 2018, 11:35am

Immagine: Shutterstock 

Federico Cerva è un ragazzo italiano che gestisce un negozio di riparazione per iPhone e iPad a Londra. Invece che sostituire le batterie e gli schermi rotti, Federico si concentra su riparazioni più complesse, e spesso lavora come sub-contractor per altri negozi di telefoni in Europa che gli spediscono dei prodotti Apple rotti per cui lui poi effettua la diagnostica e che ripara con un microscopio e un saldatore.

Negli ultimi 6 mesi, Cerva non ha fatto altro che ricevere una vagonata di iPhone 7 e iPhone 7 Plus — spesso anche 10/15 alla settimana — tutti affetti da un problema simile: uno dei pad che si connette al chip audio, che si trova sulla scheda madre vicino allo slot per la SIM, finiva sempre per allentarsi.

I primi sintomi corrispondono all'ingrigirsi delle icone dei Memo Vocali, l'ingrigirsi del pulsante "vivavoce" durante le chiamate e blocchi intermittenti del telefono. Infine, il telefono si blocca prima di accendersi completamente e mostra soltanto il logo Apple. Cerva chiama il problema "loop disease," facendo riferimento alla "touch disease," un problema simile che ha colpito migliaia di iPhone 6 e iPhone 6 Plus dal 2016.

"È peggio," ha spiegato Cerva parlando della loop disease. "È decisamente peggio."

Apple ha confermato in una dichiarazione inviata via mail che l'azienda si sta occupando di analizzare il problema.

"Stiamo lavorando su un gruppo molto piccolo di segnalazione che fanno riferimento al microfono sull'iPhone 7, se un cliente ha una domanda circa il suo dispositivo può contattare AppleCare," mi ha spiegato un portavoce Apple.

Ma Jessa Jones — la persona dietro iPad Rehab, un'azienda a New York che ripara i prodotti Apple per conto di altri negozi — pensa che possa essere scoppiata una "epidemia" di questa "malattia" negli ultimi sei mesi.

"È un problema di vecchiaia, esattamente come molti altri," ha spiegato. "Non succede spesso con un telefono nuovo. Quindi i 7 stanno cominciando a soffrirne perché sono al termine del loro periodo di garanzia, eppure sono ancora abbastanza nuovi da poter essere riparati."

Jones e Cerva non sono d'accordo sulle cause del difetto. Cerva incolpa piccole gocce che portano il pad a sconnettersi, mentre Jones sospetta che sia dovuto al fatto che il telefono viene piegato costantemente durante l'uso.

Ma la soluzione, concordano Jones e Cerva, è semplice: rimuovono il chip audio, poi saldano un piccolo segmento di filo sotto per riparare la connessione. Cerva può completare la riparazione in 15 minuti, ha detto; secondo Jones, un negozio qualificato dovrebbe effettuarla per 100-150 dollari.

Online, sono stati segnalati problemi di audio e boot sia con l'iPhone 7 che con il 7 Plus. Un numero di altri tecnici ha documentato problemi simili su YouTube, e ci sono svariati post su forum scritti da clienti a cui si è presentato il problema e che non sanno come risolverlo.

Il mese scorso, MacRumors ha scritto a proposito di un documento interno distribuito ai service provider Apple autorizzati riguardo un problema con l'audio durante le chiamate. Non è chiaro se la cosa sia legata al loop disease identificato da Cerva, Jones e altri tecnici.

In risposta alle nostre domande sulla situazione, un portavoce di Apple ha chiesto quando fosse la deadline, ma non ha più risposto in tempo per la pubblicazione del pezzo.

Jones ha espresso preoccupazione anche per chi ripara telefoni in tutto il mondo. Dato che molti di noi possono passare settimane o mesi senza spegnere e riaccendere il proprio smartphone, ha detto, è possibile che quando un problema minore — tipo una crepa sullo schermo — costringe un utente a portare il telefono a riparare, il tecnico di turno accenda e spegna il dispositivo per scoprire che non si riavvia più, per colpa di un loop disease di cui nessuno si era accorto fino a quel momento.

"Saranno costretti ad affrontare le responsabilità di un problema che non hanno causato," ha detto.

Un esempio di icona del vivavoce ingrigita. Immagine: iFixit

Jones crede anche che piegare la scheda possa portare a problemi con un chip Qualcomm che si trova sulla stessa "linea di faglia" sulla scheda di circuito di alcuni iPhone 7, generando un messaggio di "nessun servizio." All'inizio di quest'anno, Apple ha emesso un piano di ritiro degli iPhone7 dotati di chip Qualcomm che davano prova dello stesso errore.

Per Jones, non basta. Crede che Apple debba offrire una garanzia Apple Care Plus estesa e gratuita.

"Penso che Apple potrebbe ammettere che una parte consistente di questi telefoni non arrivano ai due anni di vita," ha detto. "Potrebbero quindi offrire una copertura gratuita per chiunque."

Cerva, però, sottolinea che la sfortuna di Apple gli ha permesso di creare un'impresa florida.

"Il mio intero lavoro dipende dai difetti di design di Apple," ha detto.

Questo articolo è apparso originariamente su Motherboard US.