Perché odio la gente che limona in pubblico?

La tolleranza per le manifestazioni d'affetto potrebbe essere legata alla tua personalità.
24 aprile 2019, 5:45am
samantha-gades-540967-unsplash
Foto via Unsplash.

Sei alla fermata dell'autobus a farti gli affari tuoi quando noti una coppia che si sta praticamente risucchiando la faccia a forza di limonare. Distogli lo sguardo, ma senti comunque lo schiocco delle labbra, come quelle di un vecchio che mangia la minestra. Il corpo ti si torce dalla repulsione. Invece di pensare, “Ah, l'amore!,” vorresti potergli urlare di smetterla.

Mentre provi a non vomitare il pranzo, una parte di te si chiede perché le effusioni amorose in pubblico ti mettano a disagio tanto quanto guardare una scena di sesso con i tuoi genitori. Sei un puritano? O solo un single inacidito che non riesce a essere felice per l'amore degli altri?

Prima di tutto, non capita solo a te—ma nemmeno a tutti. Le reazioni delle persone di fronte alle dimostrazioni d’affetto altrui variano enormemente, dice Karen Blair, assistente universitaria di psicologia presso la St. Francis Xavier University e direttrice del KLB Research Lab. “Alcuni le trovano dolci, altri disgustose, altri non le notano nemmeno,” dice.

Vale la pena notare che le effusioni amorose sono un fenomeno relativamente nuovo. Il petting spinto e i limoni erano cose da fare a porte chiuse, una volta. Il primo bacio del grande schermo non è arrivato prima del 1896 ed è solo dal XX secolo che abbiamo smesso di pensare che qualunque cosa vada oltre il tenersi per mano non sia uno scandalo totale. Prima del 1900, le dimostrazioni d’affetto in pubblico erano tabù e a volte persino illegali (punibili con multe, carcere e, in casi estremi, la morte). Queste origini caste possono continuare ad influenzare i nostri pensieri e comportamenti moderni.

Conta anche il contesto, dice Blair. Le persone tendono ad accettare maggiormente le effusioni amorose in pubblico quando vengono fatte in luoghi appropriati. Abbiamo una maggiore tolleranza per le dimostrazioni d’affetto in luoghi in cui le persone solitamente si ritrovano o si dicono arrivederci. “Non mancano mai effusioni amorose negli aeroporti, anzi, spesso sono più gratuite di quelle che si potrebbero vedere in qualsiasi altro luogo, e la gente non sembra reagire negativamente. In quelle situazioni, le persone si immedesimano nel processo di lasciare o rivedere a una persona cara importante e quindi offrono più spazio [e] comprensione per le espressioni di affetto,” dice.

Come Charles Hill, professore di psicologia al Whittier College, aveva scritto in un articolo del New York Times negli anni Ottanta, una ragione per cui le effusioni amorose potrebbero essere meno accettabili in luoghi dove non sono la norma è perché costringono le persone a fare da pubblico contro la loro volontà—e questo può mettere a disagio.

Un altro fattore dipende da chi si sta baciando: uno studio del 2014 ha rilevato che il 95 percento dei partecipanti eterosessuali non aveva problemi con una coppia etero che si baciava sulla guancia, ma solo il 55 percento di loro approvava una coppia gay che faceva lo stesso.

“Abbiamo anche scoperto che gli uomini che avevano avuto comportamenti aggressivi in passato erano più propensi a mostrare espressioni facciali di disprezzo in risposta a immagini di due uomini che si tenevano per mano e espressioni facciali di disgusto in risposta alle immagini di due uomini che si baciavano,” spiega Blair a proposito di un altro studio condotto coi colleghi. Questo potrebbe spiegare perché le coppie omosessuali sono meno propense a dimostrazioni d'affetto in pubblico.

Anche senza condizionamenti sociali e culturali o inclinazioni omofobe/razziste, le reazioni alle dimostrazioni di affetto in pubblico hanno molto a che fare con la nostra personalità. Come spiega Gwendolyn Seidman, docente di psicologia presso l'Albright University, ognuno di noi ha i propri livelli di tolleranza. “Quindi le persone con una più alta sensibilità al disgusto potrebbero trovare la visione di effusioni amorose in pubblico particolarmente rivoltante.”

Contemporaneamente, Blair suggerisce che anche il proprio atteggiamento nei confronti delle relazioni conti. “Anche se lo stile di attaccamento si riferisce a come ci sentiamo nei confronti delle nostre relazioni personali, può influenzare il modo in cui vediamo quelle degli altri,” afferma. Pertanto, aggiunge, se hai uno stile di attaccamento che tende a evitare le effusioni, potresti avere meno probabilità di rispondere positivamente alle dimostrazioni d’affetto di altre coppie, forse considerandole come non necessarie o ‘esagerate.’ “Le persone tendono a usare se stessi come termine di paragone per gli altri,” dice Seidman. “Giudicano gli altri basandosi su loro stessi.”

“Sembra che sia possibile fare troppe effusioni in pubblico,” dice Lydia Emery, specializzanda del dipartimento di psicologia della Northwestern University. Nella sua ricerca, Emery ha scoperto che le persone sono percepite come spiacevoli se sono troppo sdolcinate riguardo alla loro relazione nei post su Facebook. Dice che lo stesso potrebbe essere vero per le coppie che stanno appiccicate in pubblico, ma sono necessarie ulteriori ricerche per vedere se l'antipatia per i post eccessivamente zuccherosi su Facebook si traduca in odio per dimostrazioni d’affetto estreme nella vita reale.

Per quanto riguarda il motivo per cui le persone arrivano così velocemente a odiare le effusioni esagerate, Emery ipotizza un legame con le ragioni stesse dietro di esse. Le persone si fanno effusioni amorose in pubblico per una serie di motivi, ma secondo uno studio dell'Università del Kansas, che ha chiesto a 349 studenti universitari delle loro pubbliche dimostrazioni d’affetto e delle ragioni che ci stavano dietro, il motivo principale che spinge le persone è “per rafforzare la loro immagine o il loro status dimostrando che erano in grado di limonare con una certa persona.”

“Alla gente non piace quando gli altri si vantano o si mettono in mostra, o almeno pensano che lo stiano facendo,” dice Seidman. In un altro dei suoi studi, Emery ha scoperto che le persone condividono più informazioni sulla loro relazione quando si sentono insicure dei sentimenti del partner. Quindi, le persone potrebbero effettivamente reagire negativamente alla falsità di una dimostrazione di affetto, ma Emery sottolinea che sono necessari ulteriori studi.

Una nota positiva: sembra che odiare le pubbliche dimostrazioni d’affetto non abbia nulla a che fare con la tua situazione sentimentale. “Le persone single e le persone in una relazione sembrano non gradire allo stesso modo le dimostrazioni d’affetto eccessive su Facebook,” afferma Emery. Ma che tu pensi che le effusioni amorose in pubblico siano disgustose o meno, devi ammettere di essere fortunato a vivere in un posto—e in un tempo—in cui quella coppia si sente abbastanza a suo agio da limonare in pubblico. Magari cerca di non sederti accanto a loro sull'autobus e mettiti le cuffie.