Concerti Belli

La line-up definitiva del Primavera Sound 2019

Tutto quello che dovete sapere su un festival con una parità di genere perfetta, un sacco di hip-hop e musica dal mondo, prima a Barcellona e poi a Porto.
2.5.19
Primavera Sound Barcellona palco
Fotografia per la stampa fornita dal Festival

All'annuncio della line-up del Primavera Sound 2019 ci eravamo esaltati: era la prima volta nella sua storia che chiamava così tanti artisti hip-hop e c'era un perfetto equilibrio di genere. Nel frattempo sono arrivate nuove conferme, e quindi abbiamo pensato di fare un attimo il punto su tutto quello che succederà al Parc del Fòrum a Barcellona dal 27 maggio al 2 giugno.

Qua sotto, intanto, trovate la line-up al completo: c'è da notare che Cardi B ha annullato il suo concerto ed è stata sostituita da quella superstar del pop che è Miley Cyrus.

Pubblicità
1556806204049-lineup-primavera-sound

Una breve selezione di cose che dovreste notare: ci sono giganti della black music (Nas, Future, Erykah Badu, Danny Brown, Pusha T, Solange Knowles, Rosalía, Kali Uchis) ed esordienti coi fiocchi (Jpegmafia, Little Simz, Tierra Whack, Slowthai, Rico Nasty, 070 Shake, Cupcakke, Lizzo, la Gothboiclique, Flohio). Un intero palco, sponsorizzato da SEAT, è dedicato al rap: ci si esibiranno sopra, tra i tanti, Yung Beef e Junglepussy.

Viene dato largo spazio al reggaeton nelle figure di chi l'ha creato, chi l'ha reso inclusivo e chi l'ha portato nel mondo intero: rispettivamente DJ Playero, Ivy Queen e J Balvin. C'è poi l'avanguardia inglese nelle figure dei Sons Of Kemet e di Kate Tempest, c'è l'elettronica (Apparat, James Blake, Yaeji, Neneh Cherry, Sophie, Laurel Halo, Modeselektor), ci sono i titani dell'indie (Tame Impala, Mac DeMarco, Built To Spill, Courtney Barnett, Big Thief, Deerhunter, Guided By Voices, Dirty Projectors), ci sono il punk e il rumore (Jawbreaker, Shellac, Fucked Up, June of 44), c'è la storia della musica ambient (Terry Riley, Midori Takada). Insomma, ce n'è per tutti i gusti.

Tutto questo nei tre giorni di festival, perché nei giorni precedenti ci saranno oltre 40 concerti gratuiti di artisti del calibro di Big Red Machine, HOMESHAKE, Cate Le Bon ed Efrim Menuck dei Godspeed You! Black Emperor.

A tutto questo si aggiunge una programmazione fitta per il PrimaveraPro, incontro per gli addetti ai lavori che si svolge in concomitanza con il festival, a cui si esibiranno anche tre artiste italiane: Birthh, HÅN e i Malihini.

Se volete darvi la carica in questo mesetto che ci separa dal festival potete inoltre ascoltare una Radio esclusiva curata dal festival, che trasmette sul loro sito ufficiale. E non dovreste dimenticarvi l'esistenza del NOS Primavera Sound di Porto, che si tiene appena dopo e porta tutta la magia del festival sull'oceano Atlantico.

I biglietti per il Primavera sono in vendita sia come giornate singole che come abbonamenti.