Prova 'Rate Me', la app della prima puntata di Black Mirror

Pronti per la scalata sociale?

|
08 novembre 2016, 12:11pm

Dai, ho un punteggio nella media. Immagine: screenshot dell'autrice.

Il primo episodio della terza stagione di Black Mirror, Caduta Libera, racconta la storia di una donna che tenta una disperata scalata sociale. Non particolarmente bella né ricca né raffinata, Lacie è un'impiegata ossessionata dalla popolarità, che vuole a tutti i costi aggiudicarsi una casa da sogno—che, ovviamente, non è nelle sue possibilità.

Per ottenere uno sconto consistente, la sfortunata Lacie deve migliorare il suo social rating, ovvero aumentare il punteggio medio che le viene assegnato dagli altri dopo ogni sua interazione sociale. Una classica trama da romanzo ottocentesco, insomma, ambientata in una società futura in cui la popolarità sui social network diventa socialmente e politicamente vincolante.

Per promuovere la terza stagione di Black Mirror—come se il trailer con Salvatore Aranzulla non fosse bastato—Netflix ha pensato bene di creare un sito che riproduce la app da incubo su cui è incentrato l'episodio, Rate Me.

Si può inserire il proprio nome o quello di un amico e ottenere un rating a caso con tanto di suono irritante correlato. Se invece si clicca in basso su "Want to boost your ratings? Find out how", si viene condotti a una pagina di Netflix in cui si promuove un mese di prova gratuito.

Questa app ricorda un po' una certa ossessione da like e cuoricini? Sicuramente l'episodio nasce come parodia del prendere troppo sul serio la nostra persona digitale. Per ora, comunque, non ce la passiamo così male: un mutuo non possiamo accenderlo lo stesso, ma se non altro non dobbiamo ancora mostrare alla banca i nostri profili di instagram e facebook.