Pubblicità
Tech by VICE

Ho sfidato Apple e ho riparato il mio Mac da solo

L'azienda cerca in tutti i modi di rendere impossibile le riparazioni fai-da-te, e questa cosa mi dà parecchio fastidio.

di Erik Galli
08 marzo 2019, 6:45am

Foto per gentile concessione di Erik Galli.

Ho un MacBook Pro Retina del 2012, e funziona ancora benissimo. Ha un unico problema: la batteria è andata, e senza alimentazione il MacBook è inutilizzabile. Che vanifica il fatto stesso di avere un portatile, lo so.

Ma adesso basta, non ne posso più di portarmi una prolunga ovunque io vada. Mi serve un computer con una batteria funzionante. Ora.

Fatemelo aggiustare.

1547454018233-IMG_1122
Io e la mia prolunga in biblioteca.

Problema: Apple ha un servizio di assistenza clienti piuttosto scadente—sia al telefono, sia in negozio—per qualsiasi problema che riguardi l'hardware, a meno che tu non sia ancora coperto dalla garanzia (non è il mio caso) o che tu non voglia pagare un sacco di soldi per la sostituzione (mi hanno fatto un preventivo di circa 300 euro solo per la batteria).

I prodotti Apple sono complicati da aprire, poiché i componenti sono saldati insieme, e l'azienda è nota per non accogliere a braccia aperte i negozietti che si occupano di riparazioni. Il mese scorso Tim Cook (il nome corretto del CEO di Apple, caro Trump) ha cercato di spiegare il calo dei profitti dell'azienda dando la colpa a tutti i consumatori che scelgono di rivolgersi a operatori non certificati per sostituire la batteria del loro telefono anziché comprarne uno nuovo. Ecco, questa cosa, per ovvie ragioni, mi infastidisce molto.

I1547454110138-_MG_5053
Il mio laptop che cerca continuamente di dirmi che c'è qualcosa che non va.

La cosa ancora peggiore è che questa politica non solo grava sulle mie finanze e sul mio tempo libero, ma è anche nociva per il pianeta.

Secondo l'azienda, il mio MacBook ha generato circa 540 kg di gas effetto serra, la maggior parte dei quali sono stati emessi durante la fase di produzione. In media, un cittadino britannico produce circa 6,2 tonnellate di CO2 all'anno, mentre un cittadino americano ne produce fino a 16,22. Se vogliamo impedire l'aumento delle temperature globali di altri 2 gradi, dobbiamo ridurre le nostre emissioni annuali a meno di 2 tonnellate per persona.

L'acquisto di un nuovo laptop sarebbe responsabile di un quarto delle emissioni a mia disposizione. E nonostante questo, Apple continua a resistere alla richiesta delle lobby statunitensi di fornire ai consumatori quante più informazioni possibili sulla riparazione dei propri prodotti.

1547454548960-collaget
Almeno, il produttore di questo kit di riparazione è stato onesto.

Per fortuna, ci sono tantissime aziende online che vanno incontro ai consumatori in difficoltà vendendo dei kit fai-da-te con una batteria nuova e tutti gli strumenti per installarla correttamente.

Le indicazioni riportate sul kit—"Non temere! Il nostro kit contiene tutti gli strumenti necessari" e "Livello di difficoltà: Difficile"—lanciano messaggi piuttosto contrastanti sulla complessità del processo, ma mi dico che deve assolutamente valerne la pena per tutti i soldi risparmiati.

Una volta che ho il kit, mi metto gli occhiali protettivi forniti nella confezione, i guanti di lattice e inizio a smontare il laptop. Le istruzioni lo dichiarano apertamente, Apple ha intenzionalmente posizionato la batteria quanto più in profondità possibile. Devo tirare fuori le casse, l'hard drive e altre componenti prima di avere finalmente accesso alla batteria. E cosa più difficile, dopo dovrò essere in grado di rimettere tutto al posto giusto.

Per compiere questa operazione ho diversi cacciavite, pinzette e strumenti che non avevo mai visto prima. Appena lo apro, scopro che è pieno di polvere e sabbia. Cominciamo bene.

1547455233186-_MG_5157
Ho dovuto usare un solvente per rimuovere la colla che tiene insieme le parti della batteria.

Ci sono tante piccole viti che devo segnare e custodire ordinatamente perché io possa ricomporre il computer alla fine di questa delicata operazione. Sembra fattibile, ma inizio a preoccuparmi davvero nel momento in cui, seguendo le istruzioni, devo iniettare del liquido a base di acetone all'interno del computer per rimuovere la colla che tiene insieme le parti della batteria.

Ogni volta che rimuovo una parte o tocco un cavo minuscolo, sento che sto distruggendo un po' di più il mio computer. D'altra parte, però, più vado avanti, più è impossibile (e inutile) cercare di tornare indietro.

A un certo punto non riesco a svitare una delle viti che tiene ferma la batteria. Mentre provo e riprovo, noto con immenso terrore che il cacciavite sta lentamente rovinando la testa. In quel momento mi rendo che non ho fatto il backup: impallidisco e inizio a sudare freddo.

1547455298032-_MG_5194
Ecco come ho suddiviso e conservato tutte le viti.

Poco dopo, sconsolato, decido di costituirmi e chiamare il servizio clienti Apple: sto cercando di cambiare la batteria del mio laptop e ho bisogno di aiuto, dichiaro. La signora dall'altra parte della linea è esitante. Il mio computer è vecchio e non ho più diritto all'assistenza telefonica, mi spiega. E la conversazione va più o meno così:

"Non è una cosa che consigliamo. Non so chi le abbia venduto questo kit, si tratta di Apple o...?"

"No, è un'altra azienda. Non si possono comprare questo genere di cose da Apple, giusto?"

"No, esatto. Se si rivolge a un rivenditore autorizzato, gli operatori potranno aiutarla nel processo."

"Sì, ma è proprio quello che vorrei evitare."

"Ok."

C'è una pausa.

"Immagino che ci siano moltissime viti prima di arrivare alla batteria."

"Sì, almeno 20."

Ancora una pausa. Sono abbastanza certo che mi stia per salutare. Ma con mia grande sorpresa, continua con tono amichevole:

"Se fossi in lei, chiederei aiuto a un amico che ne sappia di tecnologia, o a un negozio, magari un posto che fa riparazioni."

"Quindi mi sta dicendo che da cliente Apple non posso avere supporto tecnico sui prodotti Apple?"

"No. O meglio, sì: può avere supporto tecnico, ma non per eseguire le riparazioni in modo indipendente quando dovrebbero essere fatte da un professionista. Il suo MacBook Pro ha una batteria integrata che necessita molta attenzione, perché potrebbe intaccare la sua garanzia. Ma se il computer è vecchio... forse anche io farei la stessa cosa. Perché no? Nel migliore dei casi, potrebbe riuscire a dare nuova vita a un vecchio computer."

"Sì, esattamente."

"Forse ci sono dei forum online che possono aiutare? È lì che si trovano i consigli migliori di solito."

L'operatrice Apple mi augura buona fortuna e si offre di mandarmi via mail un paio di articoli che potrebbero aiutarmi. Ispirato da questa benedizione inattesa, seguo il suo consiglio e cerco pareri sul forum del sito dove ho acquistato la batteria. Un utente consiglia di mettere un elastico di gomma tra la vite e il cacciavite per fare più presa. Funziona.

Finalmente, ho tra le mani la vecchia batteria. È già un trionfo.

1547455338729-_MG_5190
La batteria vecchia.

Pieno di buona volontà e una buona dose di ottimismo, inizio a riassemblare il Mac. Quando finisco è ormai notte, il processo completo è durato circa otto ore. Mentre premo il tasto dell'accensione sento il cuore battere forte nel petto.

1547455373963-_MG_5202

E poi d'improvviso eccola, la mela bianca su quello sfondo nero. Non sono mai stato così felice di vedere il logo Apple. Il mio computer finalmente è tornato a funzionare senza bisogno di essere collegato alla corrente. Sono libero dal giogo della prolunga e ho una batteria nuova di zecca e funzionante.

Per concludere: consiglierei ad altri di riparare il proprio computer Apple da soli? Se la garanzia è ancora valida e copre il danno, assolutamente no. Se la garanzia è scaduta, forse sì. In alcuni momenti è un lavoro incredibilmente complicato che richiede moltissima cura e attenzione. Ma non lo definirei difficile, in sé. Basta seguire le istruzioni. Non so se la mia sia stata solo fortuna (il fatto di essere arrivato alla fine del processo senza aver danneggiato il computer), o se devi essere davvero sfigato per rompere qualcosa. Quello che so con certezza è che ci ho dovuto dedicare una giornata.

Un paio di giorni dopo aver sostituito la batteria, noto una cosa piuttosto strana e preoccupante: la colla che avrebbe dovuto tenere la batteria nuova al suo posto sembra non aver funzionato. Se muovo il computer, sento qualcosa che si sposta all'interno. Chiamo l'azienda che mi ha venduto la batteria, che mi promette di mandarmi dei nuovi adesivi. Una batteria allentata non dovrebbe essere un grosso problema, dicono, ma per essere certi che tutto sia a posto, devo rifare l'intero processo da capo per assicurarmi che sia fissata bene, questa volta. Sì certo, nei loro sogni.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter di VICE per avere accesso a contenuti esclusivi, anteprime e tante cose belle. Ogni sabato mattina nella tua inbox. CLICCA QUI.