Tech by VICE

Chi era Girolamo Segato, 'il Pietrificatore' di Firenze

Abbiamo visto un tavolino fatto di sezioni di organi, una testa di donna pietrificata con tanto di capelli, un paio di tette che sembrano di marmo e molto altro.

di Antonella Di Biase
28 giugno 2018, 10:51am

Girolamo Segato è uno studioso bellunese vissuto nei primi dell'Ottocento, famoso per essersi appassionato allo studio dei processi di pietrificazione dei corpi. Per gran parte della sua vita ha lavorato a Firenze dove, alla continua ricerca di un mecenate che finanziasse la sua ricerca, ha raggiunto una fama tale da essere poi sepolto nella basilica di Santa Croce — luogo in cui si trovano anche le tombe di personaggi del calibro di Michelangelo, Machiavelli e Galileo Galilei.

Applicando il metodo scientifico, un tentativo dopo l'altro, Segato ha elaborato un metodo di 'pietrificazione' molto efficace, per cui la maggior parte dei reperti sono rimasti intatti fino a oggi. Alla sua figura è legato un grande un mistero: non ha mai rivelato la formula chimica che utilizzava, e ha anche distrutto tutti i suoi appunti perché, da paranoico qual era, voleva evitare che qualcuno se ne appropriasse.

Ad oggi, i ricercatori non sono ancora stati in grado di risalire alla formula. Le due studiose dell'Università di Firenze che abbiamo intervistato ci hanno spiegato che pur analizzando i pezzi per fare una stima delle sostanze che vi si possono trovare, è impossibile capire in che proporzioni e in che modalità venissero mischiate con la materia vivente.

Siamo stati al museo di Anatomia Patologica dell'Università di Firenze dove si trovano la maggior parte dei pezzi pietrificati, e abbiamo visto un tavolino fatto di sezioni di organi, una testa di donna con tanto di capelli, un paio di tette che sembrano di marmo, il campionario che si portava in giro con dentro una fetta di salame ancora intatta e molto altro. Guarda il nostro video.

Seguici su Facebook e Twitter .

Tagged:
tech
Motherboard
firenze
Anatomia
Girolamo Segato
storia della scienza