Pubblicità
Cultura

Perché la gente è fissata con Mia Khalifa, anche se ha fatto porno solo per 3 mesi?

Ha lasciato il mondo del porno oltre tre anni fa dopo solo qualche mese, ma è ancora in cima alle classifiche dei siti per adulti. Perché?

di Mark Hay; traduzione di Giulia Fornetti
29 giugno 2018, 4:00am

Le foto sono tratte dall'account Instagram di Mia Khalifa.

Mia Khalifa oggi ha 24 anni. A 21 lavorava in un fast food Fuddruckers per mantenersi, finché un giorno un cliente le ha suggerito di lanciarsi nel porno. Khalifa non se lo è fatto ripetere due volte. A pochi mesi dall'esordio, era già tra le pornostar più famose al mondo. Per un mese è stata la più cercata su Pornhub. Al momento in cui scrivo è in seconda posizione, preceduta dalla diva Stormy Daniels, ma davanti a Riley Reid. Nel 2016 e 2017, il suo nome è stato il più cliccato anche sul sito della concorrenza, xHamster.

Questo successo strabiliante ha dei lati parecchio strani: forse la cosa più incredibile è che Mia oggi non fa più l'attrice porno, anzi, ha smesso da più di tre anni. La sua carriera, breve ma intensissima, è durata infatti solo tre mesi. Alcuni film con lei sono usciti all'inizio del 2015, ma questo è tutto.

Non è certo la prima volta che accade: anche altri personaggi nel settore hanno mantenuto una gran fama anche dopo la fine della carriera, basti pensare a Sasha Grey—ancora oggi al 19esimo posto su Pornhub nonostante non lavori più come pornostar dal 2011. A differenza di Mia, però, Sasha Grey si è fatta un nome nel settore partecipando a moltissime produzioni nel corso degli anni. Di solito, spiega Cyber5, pseudonimo di uno degli editor del sito xCritic.com, quando una pornostar fa il botto all'inizio della carriera ma si ritira poco dopo, pian piano la sua popolarità diminuisce. "La gente si annoia in fretta se non escono contenuti nuovi," spiega Erika Icon, PR nel settore. "E alla fine trova un nuovo attore o attrice da seguire. Onestamente, sono sorpresa io stessa che si senta parlare ancora di lei."

Khalifa, aggiunge Cyber5, è stata argomento "di discussione tra gli appassionati del porno, in molti la consideravano tra le pornostar 'più sopravvalutate'." La sua incrollabile popolarità sembra confondere anche gli utenti più esperti. Ma quindi come ha fatto Khalifa a raggiungere l'apice del successo e a conquistare così tanti fan in pochissimo tempo?

Attraverso il suo agente, Khalifa ha rifiutato di rilasciare dichiarazioni in merito. Tuttavia, molti operatori del settore si sono lanciati in analisi del caso e hanno esaminato il suo caso nel tentativo di dare spiegazioni valide.

Molti citano il fatto che Khalifa abbia iniziato a lavorare nel porno indossando l'hijab. Il film Mia Khalifa is Cumming for Dinner, uscito del 2014 per BangBros, è stato il primo prodotto da una major americana con una donna in hijab. E si sa, le novità attirano sempre l'attenzione, soprattutto se sono controverse. "A volte serve anche un po' di fortuna," spiega Mark Schechter, veterano dell'industria del porno, "girare la scena giusta al momento giusto può cambiare le sorti della tua carriera in un attimo."

Ma questo fatto da solo non basta a spiegare il successo di Mia, tanto più se pensiamo che l'altra protagonista di quel film, Julianna Vega, ha raggiunto solo la 19esima posizione in classifica dopo l'uscita della pellicola.

Non dimentichiamoci poi delle sue origini: nata a Beirut, in Libano, Khalifa si è trasferita da negli Stati Uniti da ragazza, al seguito della famiglia. "Non ci sono molte donne libanesi o medio-orientali tra le pornostar," spiega Alex Hawkins, vicepresidente di xHamster. "La cultura del porno non è particolarmente affermata in Medio Oriente, come invece accade in Sud America" o in Europa.

Come già sottolineato da diversi commentatori, la scena di Khalifa con l'hijab ha sollevato non poche polemiche e la produzione è stata accusata di razzismo per aver mostrato una donna araba e con i simboli della religione musulmana sottomessa sessualmente a un uomo bianco. (Nella realtà, Khalifa non è musulmana, la sua famiglia è cristiana, ma questo nel porno interessa poco). Come riconosce Hawkins, "gli utenti che guardano porno spesso hanno desideri 'colonialisti'." Di questa scena si è parlato moltissimo anche sui media libanesi, che hanno trasformato Khalifa in un argomento di dibattito pubblico. Quindi, oltre agli Stati Uniti, anche il Libano e tutto il Medio Oriente avevano gli occhi puntati su di lei.

Per usare le parole di Hawkins, "Khalifa è la Chrissy Teigen del porno," ed è stata bravissima a costruirsi una fanbase di affezionatissimi sui social. Di certo, il contratto firmato con BangBros all'inizio della carriera le ha dato una bella spinta, e le grandi produzioni di cui è stata protagonista hanno fatto il resto.

Proprio questo mix esplosivo di visibilità e controversia che ha portato Khalifa all'apice del successo la spingerà ad abbandonare l'industria del porno poco dopo. Non solo la fama l'aveva allontanata dalla famiglia, ma le era costata anche diverse minacce di morte. Il suo volto photoshoppato sul corpo di una vittima durante un'esecuzione dell'ISIS è stato il fattore principale che l'ha spinta a ritirarsi dalla scena, come racconterà a Lance Armstrong nel corso del suo podcast.

Tutti questi fattori giocano un ruolo fondamentale nel mantenere alto il livello di attenzione nei suoi confronti.

A gennaio BangBros ha rilanciato una clip inedita con Khalifa, che ha contribuito a far salire nuovamente l'interesse nei confronti della giovane.

Inoltre, pur avendo abbandonato il porno, Khalifa ha continuato a utilizzare questo pseudonimo online: da "influencer di spicco", come si definiva nel 2016, Khalifa ha deciso di utilizzare la sua popolarità per portare l'attenzione sulla scena sportiva di Washington DC e del Maryland, dove è arrivata dal Libano. Tra il 2017 e il 2018 ha usato i social media per parlare di sport, presentato il talk show Out of Bounds e aperto un canale personale di commenti sportivi su Twitch.tv, inimicandosi gli atleti con attacchi e prese di posizione categoriche (che è la strategia perfetta per attirare l'attenzione online).

"Ha completamente cambiato settore," osserva Cyber5, "e oggi ha tantissimi follower anche per quello." (Su Twitter arriva a 2,27 milioni di follower e su Instagram a 8,2 milioni). "Appena sentono dire che ha fatto film per adulti, corrono subito sui siti di streaming a cercarla!" Ecco un altro dei motivi per cui i suoi video sono così popolari ancora oggi.

Insomma, Khalifa non ha intenzione di fermarsi e non si stanca mai di cambiare—ora sembra si voglia dare anche alla cucina. "Molti potrebbero pensare che il suo successo sia tutto fortuna e coincidenze. Eppure la popolarità di Khalifa è ancora gigantesca. Penso che se tornasse davanti alla telecamera e girasse anche solo un paio di scene," conclude Icon, "potrebbe rompere l'internet. Seriamente."

AGGIORNAMENTO 13/07/18: Una versione precedente di questo articolo affermava che Mia Khalifa lavorasse da Whataburger prima di iniziare la sua carriera nel porno, quando in realtà si trattava della catena fast food di hamburger Fuddruckers. La dichiarazione di Mia: "Per molto tempo, diverse testate hanno riportato erroneamente che io lavorassi da Whataburger prima di iniziare la mia carriera nel porno. Purtroppo, sebbene Whataburger sia tra i miei fast food preferiti (dovete assolutamente provare quel ketchup piccante), purtroppo in South Florida non ce ne sono. Voglio che venga corretto così che anche Wikipedia risolva la questione. Il ristorante dove lavoravo era della catena Fuddruckers, e i loro hamburger fanno schifo. Magari fosse stato Whataburger, spero che mi mandino almeno del cibo gratis con tutta la visibilità che riceveranno da articoli come questo."

Segui Mark Hay su Twitter.