Le migliori rime italiane a tema Marijuana

Siamo una redazione semplice, è il 4/20, vi facciamo una lista con le migliori rime a tema Ganja.
20.4.18

L'anno scorso avevamo deciso di fare una cosa ricercata e simpatica raccogliendo le migliori dieci canzoni italiane per fumare, ma senza il rap. Quest'anno invece abbiamo deciso di fare le big views e far felici gli inserzionisti, quindi per il 4/20 2018 vi beccate una bella lista delle nostre rime rap a tema ganja preferite.

Buon uso ricreativo e consapevole a tutti!

"Mi sveglio preparo il mistone in una insalatiera / Passo la giornata intera / M'appizzo un giansugoso e me ne sto in crociera" - DJ Gruff, da "Sangue Misto"

Per quanto citare i Sangue Misto quando si parla di erba sia come pagare il casello dell'autostrada, non possiamo esimerci dall'onorare l'uso del termine "giansugoso" da parte di Gruff.

"Più di un film, più di un drink, più della marijuana / Più di un trip di 'sta miss mezza brasiliana" - Guè Pequeno, da "Brivido"

In "Brivido" Guè ci ricorda quanto l'eccesso sia tanto un ideale da perseguire quanto una paralisi delle endorfine.

"Mi è rimasta solo una canzon, nel mio corazon / Le vacanze le farò in Giamaica, dalla mia Maria bella / Aspetto intanto voto Pannella e canto" - Articolo 31, da "Ohi Maria"

Potete dirgli tutto a J-Ax, ma senza di lui la prima volta che mia mamma ha sgamato un rullino Kodak pieno di insalata si sarebbe trasformata in una storia molto più difficile da raccontare.

"Faccio una strage d'erba come la strage degli Erba / Sto a pezzi, guardo l'alba, occhi cerchiati come i panda" - Salmo, da "L'erba di Grace"

Non è detto che se ti fai le canne alla fine diventi un pacifista coi rasta (vedi Salmo per esempi pratici).

"Fumo la ganja ma non posso più portarla fuori dalla mia stanza / Perché per lo Stato è come la bianca e la massa" - Entics, da "Welcome to Baggio"

Ma vi ricordate quando il mondo non aveva ancora scoperto Yung Lean e anche i rapper italiani erano tutti colorati e simpatici? Ecco, anche Entics: chiedetevi perché.

"E vuoi la dawee? / Ok la prendo / Anche sui 5 euro / Cresta El Shaarawy" - Maruego, da "Per i miei kho"

Un non sequitur, in letteratura, è una svisata inaspettata all'interno della frase, spesso usata per scopi umoristici. In "Per i miei kho", Maruego fa uno dei migliori non sequitur della storia del rap italiano. Dopo aver gasato il termine "dawee" e affermato che ovvio, la prende, dopo la pausa più sottile se ne esce con un glorioso e zarrissimo shoutout alla cresta più seria del campionato italiano.

"Piovono gatti, io topo / Dica 33, sono fatto come un tuono" - Caneda, da "Dio non è al momento raggiungibile"

Se vi trovate in zona Navigli a Milano, di notte, potete trovare Caneda al Tiratardi senza saliva e risolvere con lui i vostri problemi di munchies mettendo tutta la vostra notte in un panino.

"I miei frà fumano Northern affacciati in Aler / Un fumo così crema, no frè, non scaldare" - Tedua, da "Lingerie"

Se hai più di 25 anni e ancora ti compri il sabbione, è ora che tu faccia un giro nella darknet (o un giro al parco vicino a quei ragazzi che sembrano di buon umore).

"Lei vuole fumare soltanto la mia Mary Jane" - Sfera Ebbasta, da "Cartine Cartier"

Con voce suadente e una strizzatina d'occhio, Sfera mette in tre parole le ambiguità dell'amore quando si interseca con la fama.

"Sto fumando kush, e giuro nient'altro / Sto pensando a te, e giuro a nessun'altra" - Wayne Santana, da "Età d'oro"

Non è un caso se Wayne Santana è un piccolo bastardo e anche un piccolo spezzacuori. Nel suo immaginario erba e amore vanno a braccetto, il THC e la saliva di un limone sono la stessa cosa.

"Così fatto che c'ho in bocca un filtro, ma ne faccio un altro" - Ensi, da "4:20"

Come quella volta che il mio amico Guido ha perso il fumo dopo prima di aver fumato la seconda, ma dopo aver già ordinato McDonald a domicilio.

"C'è la canna che puzza più del concime / C'è la mia sborrata sulle poltroncine / Rido in faccia al buttafuori ed è la fine" - Fabri Fibra, da "Da questo locale"

C'è solo una persona che è capace di trasformare la droga della tranquillità e della pace in un'arma di distruzione di massa, e questa persona è Fabri Fibra, o meglio, Mr. Simpatia. Ecco perché lo sbattono fuori da questo locale.

"In giro per il mondo chiedo a tutti, fumi? / Tipo bello il fiume Gange, ma ora vorrei ganja a fiumi" - Jack The Smoker, da "Terminal"

Questa punchline (tratta da un featuring con En?gma e Salmo sul Machete Mixtape) mi fa venire voglia di baciare una vacca sacra sul muso.

Segui Noisey su Instagram e Facebook.

Leggi anche: