FYI.

This story is over 5 years old.

migranti

La polizia di Parigi ha sgomberato un campo profughi “disumano” sorto nella capitale francese

I migranti, soprattutto afghani e africani, saranno ospitati in centri di accoglienza d'emergenza a Parigi e nei dintorni.
Pierre Longeray
Paris, FR
1.4.16
Foto di Pierre Longeray/VICE News

Segui VICE News Italia su Facebook per restare aggiornato

Mercoledì la polizia di Parigi ha sgomberato quasi 1.000 migranti da un campo sorto sotto la stazione sopraelevata della metro di Stalingrad, a nord della città.

L'operazione è stata condotta dalla polizia, insieme alle autorità cittadine e all'Ufficio francese per l'Immigrazione e l'Integrazione. Per motivi di sicurezza, il traffico è stato interrotto lungo il viale che costeggia il campo, e la stazione di Stalingrad è stata chiusa temporaneamente.

Pubblicità

Parlando a VICE News martedì, Qayoom, un afghano della provincia di Nangarhar, ha descritto le condizioni disumane del campo: "Nemmeno gli animali vivono così," ha detto. Prima di fuggire dalla guerra in Afghanistan, Qayoom era proprietario di un negozio.

"Mangiamo cibo scaduto, la gente è malata, è tutto bagnato," ha detto a VICE News.

Le operazioni di sgombero di mercoledì si sono svolte in maniera pacifica, e i migranti sono saliti sugli autobus all'alba. Un portavoce del Comune ha detto che saranno trasferiti in una sistemazione d'emergenza all'interno e nei dintorni della capitale francese.

Due gendarmi controllano una strada vicino al campo di Stalingrad mercoledì mattina. La scritta sul muro dice "Fuoco alle frontiere!" (Pierre Longeray/VICE News)

I migranti saranno ospitati in città per un mese al massimo, a meno che non facciano richiesta d'asilo — e in quel caso la sistemazione verrà estesa per tutta la durata del processo di asilo. Secondo le autorità, 941 migranti hanno ricevuto un nuovo alloggio mercoledì mattina, incluse 50 donne con bambini, a cui il Comune ha fornito assistenza speciale.

In un comunicato diffuso mercoledì, il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve, insieme al sindaco di Parigi Anne Hidalgo, si dicono "impegnati a risolvere [la crisi] e ad evitare che altri campi vengano costruiti a Parigi e nell'Île-de-France [la regione che circonda la capitale], offrendo riparo e guida ai migranti."

Il comunicato fa anche notare che il campo di Stalingrado è stato completamente ripulito.

Un impiegato del Comune ripulisce quello che era un campo improvvisato vicino alla stazione della metropolitana di Stalingrad. (Etienne Rouillon/VICE News)

Nel giugno del 2015, la polizia ha evacuato quasi 400 migranti da un campo vicino alla stazione metro di La Chapelle. Il Comune sostiene che da allora le autorità hanno trasferito circa 6.500 migranti.

Il campo di Stalingrad era già stato sgomberato il 7 marzo 2015, quando a 393 migranti sono state offerte sistemazioni alternative all'interno della città. All'epoca, un certo numero di migranti aveva raccontato di aver perso l'autobus che doveva portarli in una sistemazione d'emergenza, ed era quindi ritornato al luogo di partenza.

Pubblicità

Nelle ultime tre settimane, un crescente numero di migranti afgani, somali, eritrei e sudanesi ha trovato riparo sotto i binari sopraelevati a nord della città. Vivevano in condizioni terribili, circondati dalla spazzatura e senza bagni. I residenti del campo facevano affidamento sui negozi della zona per i viveri.

Le condizioni erano particolarmente dure per i tanti bambini del campo, costretti a dormire sotto coperte bagnate e sopra materassi umidi buttati a terra.

Quasi 1.000 migranti vivevano nel campo in condizioni squallide. (Pierre Longeray/VICE News)

Fino a poche ore prima dello sgombero, i migranti del campo erano abbandonati, fatta eccezione per pochi volontari. Zabit, un afghano che vive in Francia dal dicembre 2014, è arrivato per aiutare come traduttore.

"Alcuni dei gruppi [di volontari] vengono la sera, verso le 21," ha detto a VICE News. "Portano cibo, coperte. A volte accompagniamo le persone in ospedale." Zabit divide un appartamento a Parigi con altre tre afghani, anche loro venuti al campo per aiutare come interpreti.

Agenti di polizia fuori dal campo di Stalingrad mercoledì mattina. (Etienne Rouillon/VICE News)

"Alcuni sono andati a Calais, ma sono tornati qui. Molti vogliono solo una casa in Francia," ha detto Zabit. I numeri resi pubblici dal Comune di Parigi sembrano confermarlo. Secondo le autorità cittadine, la maggior parte dei migranti che vengono trasferiti a Parigi finisce col chiedere asilo in Francia, senza proseguire per il Regno Unito.

Lo sgombero di mercoledì è il 19esimo effettuato in città dalla polizia dal giugno del 2015.


Segui VICE News Italia_ su Twitter, su Telegram e su Facebook Segui Pierre Longeray su Twitter: @PLongeray_