Pubblicità
Tech by VICE

5 cose che non devi MAI fare con il tuo smartphone quando fa così caldo

Anche gli smartphone soffrono il clima torrido, ed è per questo che devi sapere come trattarli.

di Dennis Kogel e Anna Biselli
31 luglio 2018, 6:00am

Immagine: pexels.com | Oleg Magni

Non siete gli unici a soffrire dei 32 gradi all'ombra, anche i vostri smartphone se la cavano piuttosto male. Per esempio, il caldo estremo agisce sui cristalli che compongono gli schermi, e pertanto a fine estate potreste ritrovarvi ad avere un paio di pixel in meno sul display.

Anche la batteria soffre in maniera particolare. Si scarica più velocemente, soprattutto se lasciata al sole. Per questo dovreste fare attenzione a un paio di cose per evitare che si spenga all'improvviso o che abbia dei danni permanenti. Intorno ai 45 °C ci sono possibilità che succeda, come avverte Apple stessa — e a quelle temperature un device può quasi sciogliersi.

Esistono dei gadget bizzarri che cercano di monetizzare sul caldo bestiale. Ci sono i tappetini rinfrescanti e dei ditali di gomma pensati per utilizzare al meglio lo smartphone bollente. Sulla reale efficacia di questi gadget ci sono non pochi dubbi. Per far sì che il vostro smartphone sopravviva all'estate non servono gadget. Basta imparare qualche semplice regola.

1. Una piccola ovvietà: non mettetelo al sole

Potrebbe sembrare un consiglio scontato, certo non metteremmo mai una tavoletta di cioccolata al sole. Ma ci sono situazioni quotidiane in cui mettiamo al rischio il nostro telefono senza accorgercene: per esempio quando siamo nel dehors di un bar e lo lasciamo sul tavolo. Meglio metterselo in tasca o dentro la borsa. Lo stesso vale quando siamo in macchina.

2. Ciò che rinfresca te non fa necessariamente bene al tuo smartphone

Ovvero: per lo smartphone non è per niente ok un raffreddamento repentino. Quando passa da una temperatura all'altra, subisce ancora più danni. Sotto stress ci sono le componenti meccaniche: perché al caldo aumentano di volume e con il freddo si restringono all'improvviso. In altri casi potrebbe formarsi della condensa, che non fa certo bene.

3. Non ignorate le temperature consigliate

Il nostro smartphone è esattamente come noi: anche lui ha una temperatura ideale. La maggior parte dei dispositivi sopportano più di un uomo. Un iPhone può sopportare dai –20 °C di 45 °C. Samsung consiglia temperature tra i 0 °C e i 35 °C.

Il problema: non dipende dalla temperatura esterna, quella che leggete sulle previsioni, ma da quanto forte il sole colpisce il dispositivo. A volte l'asfalto in città tende a sciogliersi, ma in teoria fonde a 70 °C.

Anche se non metterete mai il vostro telefono sull'asfalto bollente, dovete comunque fare attenzione a dove lo mettete. La temperatura interna di un'auto, per esempio, da 32° C può raggiungere i 48° C nel giro di mezz'ora. Quando sentite in mano lo smartphone bollente, prendetelo sul serio.

4. Non fatelo lavorare a vuoto

Non soltanto le persone sono esauste quando devono lavorare col caldo: anche gli smartphone sono contenti di essere lasciati un po' in pace. Più app tenete aperte, più risorse sono necessarie per una app, più in fretta il dispositivo si scalda. Questo non vale soltanto quando andate in giro con Pokémon Go, ma anche quando ci sono app che lavorano in background e non ve ne accorgete.

Ovvio, se ci sono dei nuovi messaggi li volete leggere, ma forse non dovete farlo per forza sotto l'ombrellone mentre passate da Netflix a YouTube. Potreste anche spegnere il Wi-Fi, il GPS e il Bluetooth per dargli un po' di sollievo. Molti device hanno anche la modalità risparmio energetico, che riduce ulteriormente le funzioni.

5. La sabbia è veleno

Il caldo non è l'unico pericolo estivo, anche il bagno e la spiaggia possono essere un problema, perché la maggior parte dei dispositivi non sono protetti dalla sabbia, che non solo può graffiare il display ma può anche bloccare i tasti o entrare nella cover.

Anche se mettete il telefono all'ombra sull'asciugamano, non vuol dire che sia protetto, perché spesso il vento porta piccole particelle di sabbia. Al massimo lasciatelo nella borsa. In caso si riempisse comunque di sabbia, Samsung consiglia di pulirlo con un piccolo pennello. Un phon ad aria fredda è un'altra opzione.

Cosa fare quando ci accorgiamo che il telefono è troppo caldo?

Quando vi accorgete che il telefono è stranamente caldo, la soluzione più semplice è una sola: spegnetelo. Nel giro di un paio di minuti il dispositivo dovrebbe raffreddarsi. Se però volete essere per forza raggiungibili, usate la modalità risparmio energetico che trovate in quasi tutti gli smartphone. Spegne molte funzioni e alleggerisce il carico della batteria.

Tagged:
tech
Motherboard
Smartphone
estate
caldo