Pubblicità
Motherboard

Come sgamare se una carta di 'Magic: l'Adunanza' è contraffatta

Con pezzi rari che costano migliaia di dollari, Magic ha un problema serio di falsificatori.

di Matthew Gault
20 novembre 2017, 10:59am

Nel momento in cui ho toccato la carta ho capito che si trattava di un falso. Una ottima copia, ma pur sempre una copia.

“Questa è una carta chiamata Library of Alexandria, stampata nel 1994,” mi ha detto Teddy Carfolite, un insegnante e appassionato giocatore di Magic: l’Adunanza della Carolina del Sud. “Sul mercato ce ne sono circa quattro o cinquemila. I giocatori che utilizzano il formato originale ne vogliono tutti una. Tutti i giocatori ne vogliono una, e sai che [Wizards of the Coast] non la ristamperà mai… è un’opportunità di investimento.”

Il sottile pezzo di cartone che avevo in mano varrebbe tra i $500 e i $750, se fosse vero. Ma non lo era. Era un falso di qualità, stampato su richiesta in Cina. Non valeva più del prezzo pagato dal compratore, probabilmente meno di un dollaro.

Mi trovavo al Ready to Play Trading Cards di Columbia, Carolina del Sud, e Carfolite aveva già disposto di fronte a me dozzine di pezzi di cartone patinato. Non è un impiegato del negozio, solo un collezionista entusiasta, e ci teneva a farmi sapere che né lui né il suo negozio di carte di fiducia approvavano o vendevano falsi. Ma li conservavano per usarli come materiale didattico.

Le carte sono quelle di Magic: l’Adunanza, un popolare gioco di carte collezionabili creato nel 1993. Nei vent’anni successivi, un hobby come tanti è diventato un’industria multimilionaria.

I giocatori comprano buste di carte per formare i loro mazzi, e poi usano i loro mazzi per sfidare gli altri giocatori. Le nuove carte di Magic si trovano in buste da 15, sigillate in un booster pack. Trentasei booster pack formano un booster box. Ogni busta contiene un assortimento casuale di carte, suddivise per rarità. Alcune carte sono più potenti, e perciò più costose sul mercato secondario, rispetto ad altre. Milioni di giocatori in tutto il mondo giocano a Magic: l’Adunanza. Ogni venerdì sera, centinaia di migliaia di giocatori vanno nei loro negozi di carte per partecipare a tornei autorizzati. Milioni di altri giocatori, come me, si tengono fuori dai circuiti ufficiali e giocano ogni tanto con i loro amici.

È in queste riunioni informali che si è radicato il lato oscuro di Magic: l’Adunanza. I premi per i tornei possono raggiungere le centinaia di migliaia di dollari, ma i soldi veri si fanno con le carte. Specialmente quelle più vecchie. Carte come la Lotus possono essere vendute per $10,000 e anche di più su mercati secondari come Ebay.

Con tutti questi soldi sul tavolo, tipografi spregiudicati hanno riempito il mercato di copie e falsi. È un vecchio problema. I falsi giravano già quando ho iniziato a giocare alla fine degli anni ’90, ma sono cambiati con gli anni. La qualità è molto migliorata, e sta diventato più difficile distinguere la copia dall’originale.

Immagine: Matthew Gault

La contraffazione inizialmente era un settore di nicchia. I falsari gestivano le operazioni nelle loro case, stampando adesivi con una stampante comune per poi incollarli su vere carte di Magic di poco valore, nel tentativo di farle passare per originali. Due delle fonti con cui ho parlato, Carfolite e Robin Hood Dial — un altro collezionista di Magic della Carolina del Sud — mi hanno detto che al tempo bastavano una stampante Epson e un po’ di colla. I falsari stampavano la carta che volevano e la incollavano a carte di poco valore, così il retro era originale. Qualche anno fa, tutto è cambiato.

L'offerta attuale su Alibaba. Immagine: screengrab

Le tipografie di oltreoceano — la maggior parte cinesi — ora stampano i set in blocco e li vendono su siti come Alibaba. Per ottenere un intero set di vecchie carte fuori produzione basta digitare “Magic proxies” su Google, contattare un venditore e usare PayPal per ordinare un intero set di Power Nine — le carte più rare, costose e potenti del gioco.

Il falso è sulla sinistra. Immagine: Matthew Gault

Ad una prima occhiata, la Library of Alexandria che mi ha mostrato Carfolite sembra perfetta. Ma non al tatto. Dopo anni passati a giocare a Magic, le tue mani si abituano al peso e alla consistenza delle carte. I falsi danno una sensazione strana. Alcuni sono troppo lisci, altri troppo ruvidi, e il peso è spesso sbagliato. Carfolite mi ha detto che questo è il primo modo di identificare un falso. Ma più lo si guarda, più le imperfezioni saltano fuori.

“La patinatura è una parte importante,” mi ha detto. “Il che è spaventoso, perché ora la gente sta prendendo provvedimenti per renderla meno brillante. I font non sono mai perfetti. Nei titoli…si vede subito che il font è diverso. È in rilievo sulle carte originali.”

Ci sono molti modi diversi di riconoscere una carta falsa, ma ognuno ha il suo e alcuni metodi sono più popolari di altri. Uno dei più vecchi è il test della luce – la pratica consiste nell’usare una torcia a LED per illuminare una carta.”

“Sulle carte vecchie, il modo migliore è decisamente il test della luce," mi ha detto al telefono Rudy, che dispensa consigli finanziari sull’acquisto di carte Magic sul suo canale Youtube, Alpha Investments LLC. Non mi ha detto il suo cognome perché in passato è stato hackerato e doxato in passato. “Fai luce sulla tua carta con una luce LED o la torcia del tuo telefono. Se ha una tinta bianca o altri segni del genere, sai dire se si tratta di un falso o meno.” Rudy è uno YouTuber piuttosto famoso che, con i suoi video, getta luce sugli angoli più oscuri di Magic: L'Adunanza. Parla di contraffazioni, reimballaggi e dei soldi che girano nel mercato.

Carta contraffatta a sinistra, carta vera a destra. Immagine: Matthew Gault

A seconda di a chi chiedi e dei video di YouTube che guardi, il test della luce è un metodo a prova di stupido o una completa perdita di tempo. L’idea fondamentalmente è che una torcia in piena potenza attraverserà una carta originale per comparire dall’altro lato, mentre una carta falsa o bloccherà completamente la luce o la indebolirà notevolmente.

“Non faccio molto affidamento sul test della luce,” mi ha detto Tony, il dipendente di un negozio di giochi e fumetti texano che mi ha chiesto di rimanere anonimo per proteggere la reputazione del negozio. Mi ha detto che la gente diffonde spesso informazioni false su quello che succede quando la luce colpisce una carta. Alcuni dicono che le carte più recenti hanno una filigrana con motivi diversi, che cambiano anche tra i diversi set. Molto di tutto questo è semplicemente una bugia.

Anche Carfolite ha consigliato cautela nell’usare il test della luce per verificare l’autenticità delle carte. “Ho sentito di venditori disgustosi che usano luci con diverse intensità,” mi ha detto. È un modo molto semplice di falsificare il testo. Prendi una carta vera e illuminala con luce a bassa intensità, poi aumentala e illumina un falso. Avrai lo stesso risultato.

Il negozio di Tony è enorme, e compra un sacco di carte di Magic dalla sua comunità, per cui è importante che lui e il suo staff abbiano dei metodi validi di riconoscere un falso. Ha un team di sette persone, e hanno tutti delle lenti di ingrandimento da orafi, che usano per studiare i pixel delle carte.

La carta sulla sinistra è falsa, quella a destra vera. Immagine: Matthew Gault

Ci sono altre caratteristiche identificative oltre ai pixel. “Per le carte più vecchie, ci basiamo sui margini intorno ai bordi,” mi ha detto Rudy. “Le carte più vecchie hanno margini differenti e sono facilmente distinguibili se paragonate a quelle più nuove. Il modo in cui si piegano e si incurvano. La profondità del colore. Quanto sono luminose o sbiadite. Con un ingrandimento 10x, si possono osservare i motivi sul fronte e sul retro della carta per osservarli attentamente e associarli a delle carte autentiche.”

Tutti quelli con cui ho parlato mi hanno detto della temuta “terapia d’urto” — strapparla per guardarci dentro. “Tutte le carte di Magic hanno del blu al centro,” mi ha detto Rudy. “C’è un foglio blu in mezzo. È molto difficile da riprodurre. Quando effettivamente si prova a riprodurla, la carta non si piega bene, la luce non filtra correttamente. La sensazione al tatto della carta è molto difficile da replicare, a meno che tu non abbia le [costose] macchine dei tipografi ufficiali [delle carte di Magic].”

Dimostrazione sul sito di un contraffattore. Immagine: screengrab

“Odiamo farlo… ma molto spesso ne vale la pena,” mi ha detto Tony. Nel suo negozio, collezionisti di alto livello a volte arrivano con set di carte che valgono decine di migliaia di dollari.

“Se scruti una collezione e ti accorgi che potrebbe valere 4500 dollari… magari la paghi anche 4600 dollari alla fine, ma compri una delle loro Isole Vulcaniche al prezzo di costo. Senza fare domande,” mi ha spiegato, riferendosi a una carta molto popolare, stampata nel 1994. “Saresti un idiota a rifiutare 200 dollari per qualcosa che rivenderemo a 200 dollari. Per cui li paghiamo e poi strappiamo la carta… a volte, è necessario.”

La soluzione di Tony al problema delle carte contraffatte è buona. Non è però praticabile per molti negozi. I negozi di carte più piccoli non possono permettersi di pagare per qualcosa che vogliono distruggere solo per verificare l’autenticità di un venditore. Non rientrerebbero nelle spese.

Anche la collezione di carte contraffatte di Carfolite arriva da gente che le ha vendute nei negozi di carte. Non è entrato nello specifico degli affari fatti dai negozi che frequenta per acquistarle, ma mi ha detto che Ready To Play Games cerca di comprare falsi per toglierli dal mercato.
Il negozio di Tony fa lo stesso. “Non vogliamo quella roba in giro,” mi ha detto. “La acquistiamo e la distruggiamo.”

Ma non tutti quelli che vanno in giro con carte false sono truffatori in cerca di affari. Molte delle persone che comprano carte false da venditori online sono solo fan che vogliono giocare con le vecchie carte senza spendere migliaia di dollari.

L'interno blu. Immagine: Wizards of the Coast

“Molto presto nella storia [di Magic], [Wizards of the Coast] ha stampato alcune carte in tiratura meno limitata del previsto, e questo ha indisposto il mercato secondario,” mi ha detto Carfolite. “Perciò hanno creato quella che viene chiamata la lista chiusa, e hanno promesso di non ristampare mai più quelle carte. Questo ha portato molte persone a pensare che la contraffazione sia OK quando si tratta delle carte sulla lista chiusa.”

A metà degli anni ’90, Wizards of the Coast ha pubblicato la quarta edizione di Magic: l’Adunanza. Un anno dopo, ha pubblicato Chronicles — un’espansione del gioco che ha ristampato alcune delle carte più rare dei set precedenti. Alcuni fan erano emozionatissimi, ma i collezionisti hanno visto il prezzo delle loro carte rare crollare sul mercato secondario.

Per tranquillizzare i loro fan di vecchia data, Wizards ha creato la lista chiusa – una lista di carte in continua espansione che non saranno mai più stampate. Le carte più rare e costose di Magic sono quelle della lista chiusa, ma solo perché queste carte sono diventate merce di lusso, non significa che i giocatori non ci vogliano giocare.

I Wizards gestiscono dei tornei autorizzati, ma ci sono migliaia di altri tornei non ufficiali. A questi tornei, gli organizzatori tendono a permettere alle persone di usare quello che loro educatamente chiamano proxy – carte contraffatte che sostituiscono quelle originali in un mazzo.

“È di moda, oggi,” mi ha detto Robin Hood Dial, l’altro collezionista di Magic con cui ho parlato. “Puoi usare solo le carte dei set originali e magari qualcuno di Legends e Arabian nights. Ma nessuno si aspetta che tu ti metta a giocare con delle Power Nine originali.”

Alcuni comprano da rivenditori cinesi per riempire un mazzo di proxy con cui giocare nei tornei locali. Altri spendono cifre ridicole per inondare il mercato secondario di falsi. “È un bel miscuglio,” mi ha detto Dial.

Con le carte contraffatte in costante arrivo sul mercato secondario, i collezionisti più irriducibili hanno iniziato a fidarsi sempre meno dei prodotti aperti e sempre più di quelli chiusi. “Ci sarà probabilmente un abbassamento del prezzo delle carte più vecchie e una rinascita di quelle nuove,” mi ha detto Tony. “Roba appena uscita dalla scatola. Cose più affidabili.”

Ci sono dozzine di altri modi per comprare Magic in vari formati, ma i booster pack e i booster box sono i più diffusi. I falsari hanno iniziato a produrre booster box sigillati. Uno dei video di Rudy su YouTube descrive nei minimi dettagli il processo con cui i truffatori riescono ad aprire dei booster box sigillati per poi riempirli di prodotti falsi e risigillarli prima di venderli a vittime inconsapevoli.

“Potresti comprare un booster box dalla Cina e scoprire che ogni carta in ogni singola busta è sempre la stessa,” mi ha detto Dial. “Peggio ancora, non è neanche una carta di valore.”
È bizzarro, ma raro. “Sembra una cosa semplice da copiare, ma è molto difficile da fare,” mi ha detto Rudy. “Delle migliaia di booster box che ho visto, ne avrò viste forse un paio risigillate. Non credo che sia un grosso mercato… le buste singole sono molto più semplici.”

Risigillare i booster singoli è chiamato reimballaggio o risigillaggio, ed è vecchio quanto Magic. Quando ero un bambino, il mio negozio di giocattoli aveva una vetrina vicino alle casse. C’era una pila di buste risigillate, ognuna contenente dieci carte, con un cartello che prometteva che qualche ragazzino fortunata avrebbe trovato una Black Lotus – la carta più rara e costosa del gioco – in una delle buste. Il resto delle carte era probabilmente spazzatura, ma era eccitante comprare qualche busta a caso con la remota possibilità di ottenere una Black Lotus.

I negozi con dei punti vendita reali hanno iniziato ad evitare questa pratica, e il business si è spostato online. “Tecnicamente, ci sono due tipi di reimballaggio,” mi ha detto Rudy. “Il primo tipo è quello in cui qualcuno – un individuo o un negozio – apre [una busta] e la risigilla nel tentativo di passarla per originale, che è assolutamente proibito. I Wizards possono bandirti se ti beccano.”

Il secondo tipo è il più tradizionale reimballaggio dichiarato che si sta diffondendo su store online come Amazon e Ebay. Ciò che lo rende così insidioso è che i venditori spesso fanno grandi promesse sulla rarità delle carte che stanno vendendo nei reimballaggi, ma non sempre le rispettano.

Peggio ancora, alcuni rivenditori offrono soldi agli YouTuber più popolari perché girino video in cui aprono i reimballaggi. Ci sono centinaia di video in cui le persone aprono questi pacchi su YouTube e si mostrano scioccati e felicissimi per il contenuto. Rudy mi ha detto che uno di questi venditori gli ha offerto $1000 perché girasse un video del genere. Lui invece, ha svelato il trucco sul suo canale.

A sentir lui, il mondo di Magic: l’Adunanza sta facendo esperienza di un’ascesa nella rivendita di queste buste, e questa ascesa è guidata da YouTube. “È un modo di truffare il sistema,” mi ha detto. “Ad oggi, Ebay permette la vendita di reimballaggi. Non li ritirano dal loro sito. Guardano dall’altra parte. Permettono che siano venduti sulla loro piattaforma perché non li vedono come una truffa. Non sono d’accordo.”

Immagine: Matthew Gault

Ho contattato Wizards of the Coast per sapere cosa pensino del mercato secondario e cosa stiano facendo in merito ai reimballaggi e ai falsi. “Non possiamo dire nulla su tattiche specifiche o investigazioni, ma possiamo dirvi che prendiamo il furto di proprietà intellettuale, come la contraffazione, molto seriamente,” mi hanno detto. “Il nostro team investigativo non è secondo a nessuno nell’industria, e lavora fianco a fianco con le forze dell’ordine statali, federali ed internazionali per trovare e fermare i falsari.”

I tipografi di Alibaba vanno e vengono. Mentre facevo ricerche per questo articolo, ho controllato molti venditori sul sito. Pubblicizzano sempre ristampe di Magic nelle loro descrizioni, ma mostrano solo carte da gioco della Bicycle nelle foto. Quando uno chiude, un altro ne prende il posto.

Rudy e Tony mi hanno detto che Ebay e Amazon cercano regolarmente di cacciare i rivenditori di falsi dalle loro piattaforme, ma ogni giorno ne arrivano di nuovi a sostituirli. Mentre scrivevo questo pezzo, ho trovato moltissime ristampe in vendita su Ebay. Il lato più oscuro di Magic non scomparirà. “La quantità di soldi che gira intorno a Magic è pazzesca,” mi ha detto Rudy. “Se sai dove cercare.”

Tutti coloro con cui ho parlato hanno ammesso che i falsi stanno diventando sempre più indistinguibili dagli originali. “È spaventoso, ma quattro o cinque anni fa, le carte [contraffatte] erano di pessima qualità,” mi ha detto Carfolite. “La gente si è impegnata molto per procurarsele e renderle più vissute, così che sembrassero vere. I falsari hanno tratto beneficio dal fatto che siano così rare e di valore, perché basta sbandierarle un po’ per trovare qualcuno di interessato.”

Tony è ottimista, e anche se pensa che i falsi continueranno a disturbare il gioco, non lo fermeranno mai. “Ci sono troppe persone che vogliono il prodotto solo per poterci giocare,” mi ha detto. “Questo è il problema. È un gioco molto costoso. Finché ci saranno persone che vorranno comprare una carta e giocarci, il gioco ci sarà sempre. Le carte contraffatte non lo fermeranno.”

Seguici su Facebook e Twitter