Guarda il nuovo video degli STORM{O}, "Mantra"

È tratto dal nuovo album del quartetto hardcore bellunese, 'Ere', in uscita oggi, un intimo grido di guerra contro una quotidianità deformata e alienante.
02 febbraio 2018, 12:31pm

Ai piedi delle maestose Dolomiti bellunesi giace, appunto, Belluno, forse la città per cui l'aggettivo "ridente" è stato coniato. Nel centro chiuso al traffico i bambini corrono fuori dalla chiesa sul pavimento lastricato di porfido, ricoperto da un sottile strato di neve. Dall'altra parte della piazza, uomini e donne si godono il giorno libero dal lavoro, sorseggiando spritz bianco. Nella stessa città, gli STORM{O} osservano questa scena come se fosse dentro una di quelle sfere di vetro.

Così si potrebbe descrivere il nuovo album del quartetto, uscito oggi 2 febbraio per Shove, Moment of Collapse e Dischi di Legno, intitolato Ere: l'osservazione di una normalità vicina, ma separata e deformata. Lo sguardo del cantante Luca Rocco è intriso di drammatica intensità, che si traduce in testi che trasformano l'amare in lama, i legami in corda, l'assenza in amputazione. "Con le parole di ogni giorno costruiremo delle funi / Ce le avvolgeremo intorno al collo, dandoci a vicenda la colpa per la nostra sventura" ("Lama"). Ere viene descritto dalla band come "la culminazione di ogni esperienza che ci ha influenzato negli ultimi anni; un suono duro e introspettivo che riflette l'asprezza della vita quotidiana".

Proseguendo e intensificando la loro ricerca sonora passata, gli STORM{O} si allontanano dagli stereotipi che in passato li avevano relegati in un genere identificabile come screamo o emoviolence, coniugando riff di un caos quasi black metal con un batterismo iperattivo d'impostazione post hardcore e con momenti ultradiretti che mostrano l'impronta del classico hardcore all'italiana degli anni Ottanta.

"Mantra", di cui ospitiamo il video in anteprima in cima al post, inizia con un twang di chitarra quasi southern rock, per poi esplodere con tutta la sua violenza introspettiva. Nel video in bianco e nero, la quotidianità di cui parlavo è sottosopra, mentre i protagonisti del video vengono cancellati da queste scene con grezzi tratti di pennarello bianco.

Ere è uscito oggi in vinile, CD, cassetta e digitale. Ascoltalo in streaming e acquistalo su Bandcamp.

Giacomo vi osserva da Twitter e Instagram.

Segui Noisey su Instagram e Facebook.