Un redditor ha archiviato quasi 2 petabyte di porno per testare il cloud 'illimitato' di Amazon

1,8 milioni di gigabyte di porno equivalgono a circa 293 anni di sesso.
25.8.17
Beeld: Shutterstock / Bewerking: Samantha Cole

Cosa significa davvero capacità di archiviazione "illimitata"? I piani illimitati — offerti da molte aziende di backup e cloud storage come promozione per i propri servizi — non sono quasi mai effettivamente infiniti. La maggior parte include una stipulazione sui limiti di utilizzo dati se cominci ad accumularne troppi, e la maggior parte degli utenti non arriverà mai ad aver bisogno di tutto quello spazio.

Pubblicità

L'utente di Reddit beaston02 ha deciso di scoprire il vero fondo del piano di cloud storage di Amazon, che è stato terminato a giugno. Ha deciso di forzare i suoi limiti caricandoci un petabyte di porno. (Alcune persone credono che la decisione di Amazon di interrompere l'offerta di archiviazione illimitata sia dovuta proprio a beaston02, ma il redditor ha smentito la voce.) Tanto per capirci, un petabyte equivale a un milione di gigabyte.

Per raccogliere così tanti dati, beaston02 ha elaborato uno script che registrasse le performance in webcam pubbliche su svariati siti di cam per adulti, compreso CamSoda, Chaturbate e MyFreeCams.

"Ho più un problema con l'accumulare dati che con il porno"

"È quasi tutto porno," mi ha detto in un messaggio su Reddit. "Da quando mi sono dato all'informatica, ho scoperto che imparavo di più e più in fretta quando si trattava di qualcosa particolarmente interessante. Sarò pazzo, ma le donne mi interessano più di quasi qualsiasi altra cosa si trovi in internet e c'è una gran quantità di dati creata ogni giorno, per cui era un'accoppiata perfetta per il mio progetto."

Ha detto che gli ci sono voluti cinque o sei mesi per raccogliere un petabyte di porno, e si è fermato poco prima di raggiungere la somma di 1,8 petabyte totali.

Quanto ci vorrebbe per consumare 1.8 petabyte di porno? 1.8 petabyte è circa 23,4 anni di video HD-TV, ma lo streaming via webcam ha una qualità nettamente più bassa. Un paio di amici coraggiosi hanno fatto i calcolo: 720p equivalgono a circa due gigabyte all'ora, quindi 900.000 ore, quindi circa 102 anni. Se i video sono a qualità ancora più bassa, diciamo 480p, e quindi 0.7 gigabyte per ora, si arriva a 293 anni e sei mesi totali. Meglio spicciarsi.

Immagine: Camsoda

Beaston02 mi ha detto di aver smesso di registrare gli stream solo perché il suo interesse era scemato. "Conosco un sacco di persone che mi ritengono un mega pervertito o uno che ha una dipendenza da porno, ma non è così, davvero," ha detto. "Ho più un problema con l'accumulare e conservare dati che con il porno." Mi ha raccontato di aver usato l'esercizio per imparare Python, i database SQL e come gestire tutti quei dati. "Il progetto ha fatto il suo corso, ho capito ciò che speravo di capire e non mi interessa più proseguire."

Per quanto lui non stia più usando gli script per accumulare i video porno, li ha messi a disposizione su Github. Un altro Redditor, -Archivist, ha preso in carico la missione con il "Petabyte Porn Project," reclutando altri accumulatori per aiutarlo a portare avanti la registrazione delle cam live pubbliche ogni giorno tutto il giorno. -Archivist mi ha detto in un messaggio su Reddit che la cosa equivale a "circa 12 terabyte al giorno." Sono vicini ai due petabyte ora, conservati sul cloud di Amazon e mirrorati su Google Drive. Amazon non ha risposto alla richiesta di commento fatta da Motherboard.

Pubblicità

Registrare stream live e scaricarli per poi guardarli più tardi è tecnicamente legale, ma moralmente opinabile. Alcuni sostengono che "queste persone abbiano scelto di esporsi pubblicamente" dato che registrano video per stream pubblici e gratuiti, ma la maggior parte delle modelle di cam sono pagate con le mance che gli spettatori versano durante gli spettacoli live.

Ho chiesto a Charley Hart, una modella cam di CamSoda, cosa pensasse di chi scarica i video in streaming senza il suo consenso. "In parte è ok," ha detto "È un conto se lo faccio io — penso che sia tutto lì il problema, è una questione di consenso." Ha detto che alcune donne usano lo streaming perché salvaguarda un po' di più le loro identità rispetto a un video statico che è caricato su un sito perché venga rivisto infinite volte. Per una modella potrebbe anche essere un buon modo per farsi pubblicità avere il proprio lavoro diffuso ovunque, ma solo se gli spettatori finiscono per cercare lei nello specifico e non solo il prossimo video gratuito sulla lista.

Alcuni dei suoi spettatori scaricano i suoi video mentre li guardano, ma sempre previo suo consenso e in genere con l'accordo tacito che se estrapolano una buona GIF o un frammento di video, lo condivideranno con lei, per darle la possibilità di promuovere il proprio lavoro.

"È per questo che chiediamo ai ragazzi di pagare per il porno che facciamo, perché invece di passare per le compagnie di produzione, ora ti rivolgi direttamente alle ragazze," ha detto Hart. "Il fatto che alcuni tizi cerchino di procurarsi queste fantasie gratis? Mi fa sentire un po' sfruttata. Sto già fornendo un servizio consistente gratis… Questo lavoro lo scegliamo e siamo consapevoli di tutti i suoi aspetti, ma le persone dovrebbero essere compensate per ciò che fanno."

Beaston02 ha detto che nonostante alcune persone gli abbiano chiesto di aggiungere delle feature per registrare gli show privati o quelli che hanno requisiti di geolocalizzazione — ovvero sono visibili sono da chi si trova in una certa area geografica specificata dalla modella o dal sito — non ha intenzione di esaudire le loro richieste. "Abbiamo tutti soglie morali diverse, e questa è la mia, almeno per quanto riguarda mettere codice gratis online," ha detto. "Nonostante abbia zero controllo sul fine con cui ognuno dei video registrati viene usato, ho anche chiesto che qualsiasi contenuto raccolto dagli script non venga condiviso o venduto a siti."