Recensione: Lil Yachty - Lil Boat 2

Raga, assurdo: non c'è l'autotune!
9.3.18

Per recensire Lil Boat 2, probabilmente, non servirebbe neanche premere play — come invece io ho dovuto fare. Non capisco innanzitutto questa mania per produrre dei “sequel”, a distanza di poco tempo, dell’album d’esordio. Un’usanza che in qualche modo svilisce anche ciò che c’è stato prima, perché toglie quell’aura di intoccabilità che un Illmatic — esempio random — ha e avrà per sempre. Se esistesse un Illmatic 2, il primo disco probabilmente sarebbe meno iconico.

Ma dicevamo della copertina: in un disco che si chiama Lil Boat 2, non c’è la barca in copertina, ma un incredibile zoom sul faccione del nostro Yachty, che decide di buttarci addosso ben 17 tracce, ovviamente con numerosissimi ospiti. Una scelta strana per chi si definisce il “King of the Teens”, perché nessuno, e sottolineo nessuno, oggi ha la testa di ascoltarsi un album di diciassette tracce. Specie se Teens.

Finite le premesse, tocca parlare dell’album: da non grandissimo fan di Lil Yachty, ero rimasto alla sua versione colorata, auto-tunnata e allegrona ed essendo passato MENO DI UN ANNO da Teenage Emotions non mi aspettavo un cambiamento così radicale. Il nostro decide di mettere da parte lo strumento più vituperato della musica dei millennials e mettersi sotto con un suono più crudo, sottolineato anche dai titoli tutti in CAPS — altro fatto meramente estetico che mi ha fatto storcere il naso.

Menzione d’onore per Offset, Quavo e ovviamente 2Chainz, ma davvero ho fatto fatica ad arrivare alla fine delle 17 tracce. Ora, nonostante io combatta e urli al mondo di essere ancora un giovane al passo con i tempi, questo disco mi ha fatto realizzare un fatto che ormai la fa da padrone, specie nel panorama musicale (t)rap americano: probabilmente dovremmo smettere di aspettare dischi, parlare di dischi, pensare ai dischi. Concentriamoci sui singoli, lavoriamo sui singoli e smettiamo di rimpinzare potenziali singoli di filler per poter parlare di dischi. Perché non ha senso.

Lil Boat 2 esce oggi, venerdì 9 marzo, per Quality Control.

Ascolta Lil Boat 2 su Spotify:

TRACKLIST:
1. Self-Made
2. Boom! featuring Ugly God
3. Oops featuring K$upreme and 2 Chainz
4. Talk to Me Nice featuring Quavo
5. She Ready featuring PnB Rock
6. Get Money Bros. featuring Tee Grizzley
7. Count Me In
8. Love Me Forever
9. Das Cap
10. Pop Out featuring JBan$2Turnt
11. NBAYoungBoat featuring YoungBoy Never Broke Again
12. Mickey featuring Offset and Lil Baby
13. FWM
14. Flex
15. Whole Lotta Guap
16. Baby Daddy featuring Lil Pump and Offset
17. 66 featuring Trippie Redd

Segui Noisey su Instagram e Facebook.