Pubblicità
Tech by VICE

Questo robot italiano ci salverà le chiappe dalle fiamme

Anche se non è proprio un... Usain Ro-bolt.

di Federico Martelli
23 febbraio 2018, 5:02pm

Immagine: screengrab YouTube.

L'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova ha costruito un robot in grado di localizzare le fiamme di un incendio, raggiungerle e attivare un estintore per spegnerle, mentre un operatore lo guida da lontano come un “avatar” robotico. La macchina umanoide da emergenza è stata testata di recente e potete vederla in azione in questo video.

Nel 2015, WALK-MAN era stato l'unico progetto italiano a partecipare alla gara internazionale di robotica DARPA Robotics Challenge (DRC) a Los Angeles — che definisce gli standard tecnologici dei robot capaci di fornire assistenza in caso di disastri — e aveva affrontato uno scenario ispirato all’incidente nucleare di Fukushima. Nel 2016, WALK-MAN è stato testato in uno scenario reale, per ispezionare la struttura di edifici danneggiati in seguito al terremoto ad Amatrice.

In questa simulazione il robot ha agito all'interno di uno scenario che riproduce un impianto industriale danneggiato da un terremoto in cui sono presenti detriti, fughe di gas e fuoco. WALK-MAN ha eseguito quattro compiti: aprire e attraversare una porta; localizzare una valvola industriale e chiuderla per simulare l’interruzione della perdita di gas; rimuovere gli ostacoli sul suo percorso; e identificare la posizione delle fiamme e attivare l’estintore.

Durante l’operazione, WALK-MAN è stato controllato a distanza da un operatore umano tramite un'interfaccia virtuale e una tuta munita di sensori, per controllarne la manipolazione e la locomozione, come un avatar. L'operatore, a sua volta, ha ricevuto immagini e informazioni dai sistemi di percezione del robot — telecamere, scanner laser 3D e microfoni, a cui in futuro potranno essere aggiunti sensori per riconoscere sostanze tossiche.

Il nuovo robot WALK-MAN è una versione più leggera di quella precedente per permettere maggiore agilità, le mani sono una nuova versione delle mani robotiche Soft-Hand sviluppate dal Centro Ricerche E. Piaggio dell'Università di Pisa in collaborazione con IIT. La sua architettura software, invece, è basata su framework XBotCore.

Nel video, i movimenti del robot non sono esattamente super tempestivi, ma ho fiducia che presto potrà salvarci tutti dai guai.

Seguici su Facebook e Twitter.

Tagged:
Tech
Motherboard
robot
istituto italiano tecnologia
WALK-MAN