Pubblicità
Tech by VICE

In Cina è stata creata la prima chimera uomo-scimmia

Condotto da un team di ricercatori spagnoli e americani, il progetto vuole rivoluzionare il settore dei trapianti di organi umani.

di Meera Navlakha
07 agosto 2019, 8:13am

Foto via Flickr.

Prima di tutto, un rapito riepilogo per metterci tutti al passo: le chimere sono organismi composti da cellule di due o più specie. Essenzialmente, diverse specie—due corredi di DNA, due organismi separati— sono combinate in una sola. La parola viene dalla mitologia greca, dove indica una creatura che è in parte serpente, in parte capra, in parte leone.

È dagli anni Ottanta che gli scienziati cercano di creare delle chimere. Ora, un nuovo tipo di chimera creata in Cina—embrioni di scimmia che contengono cellule umane—sta sollevando nuovi dubbi etici.

Guidato dal professor Juan Carlos Izpisúa Belmonte, il team è composto da scienziati del Salk Institute negli Stati Uniti e dell'Università Cattolica San Antonio di Murcia (UCAM) in Spagna. Il processo di creazione della chimera prevede prima di tutto la modifica delle cellule dell'embrione di scimmia per interrompere lo sviluppo degli organi. Poi vengono infuse delle cellule staminali umane nell'embrione di scimmia.

Alejandro De Los Angeles, un ricercatore del Dipartimento di Psichiatria di Yale, ha detto al Guardian che le chimere uomo-scimmia sono con tutta probabilità usate per capire la migliore proporzione tra cellule umane e animali. I ricercatori possono poi tradurre queste informazioni "con la speranza di creare organi per il trapianto," ha detto De Los Angeles.

In precedenza, Belmonte e altri scienziati erano riusciti a fare lo stesso con embrioni di maiale e di pecora, ma con un grado di successo inferiore. L'embrione di maiale conteneva solo una cellula umana ogni 100.000 cellule di maiale e le cellule umane non riuscivano a prevalere.

Alcuni scienziati, come il Professor Robin Lovell-Badge del Francis Crick Institute a Londra crede che questo progetto si porti dietro parecchi problemi etici.

"Come fai a limitare il contributo delle cellule umane solo agli organi che vuoi creare?" ha detto. "Se permetti a questi animali di arrivare a termine e nascere, se c'è un grosso contributo di cellule umane al sistema nervoso centrale, allora sì che diventa un bel problema."

In questo caso, De Los Angeles, che non è coinvolto nel progetto, ha anche dichiarato che le chimere uomo-scimmia hanno seguito un processo di sviluppo solo di poche settimane, prima che qualsiasi organo si fosse formato completamente. Se si fossero sviluppate completamente, ci sarebbe stato effettivamente motivo di controversia.

Il team di ricercatori spagnoli e americani ha scelto di lavorare in Cina perché così avrebbero potuto evitare problemi legali più comuni in Spagna. In questo paese la ricerca sulle chimere e l'editing genetico degli animali è permessa solo in caso di malattie mortali.

"L'obiettivo ultimo sarebbe creare organi umani che possano essere trapiantati ma il percorso in sé è quasi più interessante per gli scienziati di oggi," ha detto Estrella Núñez, membro del team e vice-cancelliere della ricerca alla UCAM. "Ciò che vogliamo è costruire un progresso per il bene delle persone che sono malate."

Questo articolo è apparso originariamente su VICE ASIA.

Tagged:
chimera
biologia
editing genetico
chimera uomo-scimmia
trapianto organi
embrione scimmia