terrorismo

Un poliziotto di Washington è stato arrestato per aver aiutato lo Stato Islamico

Per la prima volta, un agente di polizia statunitense è stato accusato di aver cercato di aiutare i terroristi.
04 agosto 2016, 10:54am
Un vagone della metro della capitale USA. (Foto di Pablo Martinez Monsivais/AP)

Un poliziotto dell'agenzia per i trasporti di Washington DC è stato arrestato mercoledì scorso, 3 agosto, con l'accusa di aver aiutato l'autoproclamato Stato Islamico (IS). È la prima volta che un funzionario delle forze dell'ordine statunitensi viene fermato con accuse simili.

L'agente, identificato dall'FBI come il 36 enne Nicholas Young, è un veterano della polizia ferroviaria di Washington DC, ed era sotto sorveglianza dal 2010, quando l'FBI lo ha interrogato per la prima volta per un suo conoscente, poi condannato per aver fornito supporto materiale allo Stato Islamico.

Stando a una deposizione rilasciata alla corte federale della Virginia, Young si sarebbe recato due volte in Libia nei mesi successivi all'insurrezione del 2011, e avrebbe dichiarato alle autorità di aver combattuto con i ribelli contro il governo di Muammar Gheddafi.

Inoltre, Young avrebbe anche mostrato di essere interessato ad aiutare lo Stato Islamico: parlando con un agente dell'FBI sotto copertura, avrebbe dato consigli su come sfuggire ai controlli delle forze dell'ordine in caso di un viaggio in Medio Oriente.

Stando alla deposizione, Young è stato arrestato dopo aver inviato schede telefoniche per un valore di 220 euro, e che pensava sarebbero state consegnate ai reclutatori di IS in Siria.

Secondo Seamus Hughes, vice direttore del programma sugli estremismi della George Washington University, Young è il primo agente di polizia statunitense accusato di aver cercato di aiutare un'organizzazione terroristica, anche se non è il primo ad avere questo tipo di collegamenti.

Nel 2015, una guardia dell'Esercito dell'Illinois è stata condannata per aver cercato di aiutare lo Stato Islamico dopo essere stato fermato all'aeroporto Midway di Chicago mentre era diretto - presumibilmente - verso la Siria.

Sempre lo scorso anno, il figlio 23enne di un agente di polizia di Boston è stato arrestato con l'accusa di terrorismo. Avrebbe poi spiegato agli investigatori che lo Stato Islamico "sta facendo una cosa buona" in Siria.


Segui VICE News Italia su Twitter, su Telegram e su Facebook