FYI.

This story is over 5 years old.

usa

Dopo nove anni ritorna in Messico El Güero, l'ex 'compagno di scorribande' del Chapo

El Güero - che si può tradurre come Il Bianco o Il Biondo - fu arrestato in Messico nel 1995, e poi estradato negli Stati Uniti nel 2007. L'uomo è stato rilasciato anzitempo dal carcere americano
16.6.16
Foto via Reuters

Hector 'El Güero' Palma, l'ex socio di Joaquín 'El Chapo' Guzmán, è stato rimpatriato in Messico dopo nove anni di prigione negli Stati Uniti.

El Güero - che si può tradurre come Il Bianco o Il Biondo - fu arrestato in Messico nel 1995, e poi estradato negli Stati Uniti nel 2007. L'uomo è stato rilasciato anzitempo dal carcere americano, ma dopo avere scontato già più della metà della pena prevista — 16 anni di carcere per traffico di droga.

Pubblicità

Mercoledì pomeriggio i funzionari americani, in uniforme e armati di pistola, hanno scortato Palma lungo il ponte che collega Brownsville, in Texas, con la città messicana di Matamoros, nello stato di Tamaulipas.

Una fotografia li ritrae mentre consegnano l'uomo ad alcuni funzionari messicani disarmati sul ponte.

Una volta a Matamoros, l'ex boss è stato portato in un ufficio immigrazione sul confine, mentre un aeroplano del governo federale attendeva in aeroporto per condurlo a Città del Messico. Non è chiaro che cosa accadrà in seguito.

La scorsa settimana, il Procuratore Generale Araly Gómez aveva detto che il governo vorrebbe rinchiudere El Güero in un penitenziario messicano, ma ci sono alcuni problemi legati alla prescrizione.

Palma era molto vicino a El Chapo Guzmán, il fondatore del cartello di Sinaloa, arrestato a gennaio e ora in attesa dell'estradizione - quasi certa - in seguito al suo arresto a gennaio, sei mesi dopo essere fuggito da una prigione messicana di massima sicurezza.

Palma e Guzmán hanno operato insieme negli anni Settanta e Ottanta, come sicari dell'ormai defunto cartello di Guadalajara.

Nei primi anni Novanta, i due sono stati al centro di una sanguinosa faida con i fratelli Arellano Félix, che fondarono il cartello di Tijuana. Sebbene molti dei sette fratelli Arellano Félix con cui si è scontrato siano morti o in prigione, in città ci sono ancora molti membri della famiglia e soci del cartello di Tijuana.

Leggi anche: Gli eredi di El Chapo: chi sono i 10 signori della droga più ricercati al mondo


Segui VICE News Italia_ su Twitter, su Telegram e _su Facebook

Segui Nathaniel Janowitz su Twitter: @ngjanowitz