Dieci album internazionali che non vediamo l'ora di ascoltare nel 2019

Da Kanye West a Cardi B, da Rihanna a Lil Pump e altri.
03 gennaio 2019, 3:56pm
album uscita 2019

La verità è che non vedevamo l'ora che il 2018 finisse. Non tanto perché sia stato un anno di merda o cose del genere, è che i bilanci sono difficili e la fine dell'anno si porta sempre dietro un certo senso di malinconia. Tutt'altra storia l'inizio dell'anno invece, siamo carichissimi e non vediamo l'ora di scoprire che cosa ci riserva il futuro. A giudicare dai vari annunci, ad attenderci c'è una bella infornata di ottima musica, o almeno speriamo. Ecco un elenco degli album in uscita nel 2019 che siamo ansiosi di farci colare nelle orecchie come miele caldo.

Rihanna

In un'intervista rilasciata in giugno a Vogue, Rihanna ha rivelato di aver in cantiere un album reggae. Ma quando in luglio Rolling Stone ha incontrato i producer che avevano lavorato con lei, due di loro hanno parlato di due album. L'anno scorso Rihanna si è concentrata su Fenty Beauty, e gli appassionati di makeup le sono grati per questo, ma non ha dato alcun segno di nuova musica. La Vigilia di Natale, Rihanna ha confermato che il 2019 sarebbe stato l'anno buono. Sarà vero? Cinque giorni dopo, la cantante di ANTI si è divertita un po' troppo a trollare i suoi fan. "Quando arriva l'album? Io: Scusa non prende", ha postato su Instagram.

Cardi B

In tipico stile Cardi B, la rapper ha dato l'annuncio in una diretta Instagram rispondendo alle domande dei fan. "Ovvio che uscirà un album nel 2019", ha detto mostrando un ampio sorriso. Il suo obiettivo sarebbe uscire in primavera com'è successo con Invasion of Privacy. A fine dicembre, ha condiviso l'iconico video di "Money", che dimostra la sua volontà di continuare a condividere una gran parte della sua vita privata con i suoi fan. Ha molte cose di cui parlare nel nuovo album: una bambina di cinque mesi, la recente separazione da suo marito Offset e cinque nomination ai Grammy.

James Blake

Fotografia promozionale

Sapete cosa non dovete mai fare? Lasciare che Amazon carichi un preorder per il vostro nuovo album quando non lo avete ancora annunciato. Proprio ieri qualcuno su Reddit ha trovato una pagina (ora scomparsa) per comprare il nuovo album di James Blake, ex-ragazzo prodigio dell'elettronica inglese diventato superstar, rivelando accidentalmente quella che sarà probabilmente una mina di album.

Stando alle informazioni di Amazon, il nuovo album di James Blake si chiamerà Assume Form e uscirà il 25 gennaio. Conterrà collaborazioni con André 3000, Travis Scott, Moses Sumney, Rosalía, Metro Boomin e il rapper inglese SwaVay. Dati i nomi coinvolti dovrebbe essere il disco più vicino al rap della carriera di Blake, il che potrebbe portare a risultati clamorosi.

Lana del Rey

Questo forse non vale, perché Lana Del Rey ha annunciato Norman Fucking Rockwell già lo scorso settembre, ma visto che il suo primo album da Lust For Life è finalmente pronto la notizia è bene ricordarlo. In un'intervista rilasciata a Zane Lowe per Beats 1 dopo l'annuncio, ha rivelato che la title track sarà una collaborazione con Jack Antonoff e che ha in programma di pubblicare il primo singolo intitolato "hope is a dangerous thing for a woman like me to have- but i have it" l'8 gennaio. Il titolo è straordinariamente lungo, che abbia qualcosa a che fare con la raccolta di poesie su cui sta lavorando da oltre un anno?

Lil Uzi Vert

Lil Uzi Vert ha annunciato al mondo il suo nuovo album Eternal Atake con un post su Instagram oggi cancellato: era la sua copertina, ispirata alle grafiche della setta religiosa Heaven’s Gate. L’estetica era molto figa, una sorta di vaporwave spaziale, ma dopo che i membri sopravvissuti della setta hanno minacciato di fargli causa Uzi ha postato una nuova copertina, anch’essa poi cancellata, in cui compariva lui stesso disegnato in versione anime.

Lo scorso 8 dicembre Uzi ha confermato che l’album era finito e che sarebbe uscito presto, ma ancora non c’è una data di uscita ufficiale a cui aggrapparci. Possiamo però intanto ascoltare il primo singolo tratto dall’album, la spumeggiante “New Patek”, e gasarci in attesa del nuovo viaggio nel cosmo del piccolo Uzi.

Lil Pump

“Gucci Gang” ha reso Lil Pump enorme e il suo primo album ufficiale, benché privo di particolari spunti creativi, lo ha affermato come una delle voci più rumorose e seguite della sua generazione. La domanda che ci viene da porre è: Pump riuscirà a diventare più di un meme, a produrre hit così forti che ci facciano dimenticare della forza dirompente del suo singolo di maggior successo?

La risposta dovrebbe arrivarci dal suo nuovo progetto Harverd Dropout, cioè “Ritirato [dall’università di] Harvard”, scritto “Harverd” per evitare cause. L’album sarebbe dovuto uscire ad agosto, in occasione del suo diciottesimo compleanno, ma poi Pump è stato arrestato e non se ne è fatto niente. A questo punto è arrivata una nuova data d’uscita, il 14 settembre, ma anche questa è andata in fumo quando il giudice che seguiva il caso di Pump lo ha condannato a passare qualche mese in prigione.

Nel frattempo sono arrivati diversi singoli, tra cui “I Love It” con Kanye West, ma restiamo in attesa dell’album per capire se il 2019 sarà l’anno della consacrazione di Lil Pump o quello della sua discesa nella mediocrità.

Migos

Fotografia promozionale

L’uscita di Culture dei Migos ha segnato l’esplosione internazionale della trap e ha reso Quavo, Offset e Takeoff delle superstar a tutti gli effetti. Il suo seguito Culture II ha prodotto diverse hit ma è anche diventato il simbolo di tutti i difetti dei grandi album rap contemporanei: era eccessivamente lungo, pieno di riemptivi e peccava di ripetitività. Questo non ha comunque fermato le carriere e le ambizioni dei Migos, che hanno pubblicato un album solista a cranio consolidando la loro posizione ai vertici del rap game americano.

Culture III dovrebbe arrivare a fine gennaio, stando a quanto Quavo ha dichiarato in un’intervista. Potrebbe essere sia il momento in cui la trap salterà lo squalo, diventando ufficialmente uno scoglio da superare per far evolvere il linguaggio del rap, oppure potrebbe essere la definitiva affermazione del trio di Atlanta. Dipenderà da quanto i tre vorranno rischiare, sperimentare e stupire la loro enorme audience.

Rich The Kid

Qua abbiamo una data d’uscita: The World Is Yours 2, il secondo album ufficiale di Rich The Kid, uscirà il 18 gennaio 2019. Al momento non c’è ancora una tracklist ufficiale, ma tra i nomi che dovrebbero accompagnare il giovane rapper di New York City ci sarebbero Pusha-T, Young Thug, Travis Scott e addirittura Lil Peep, che aveva registrato una strofa per Rich prima della sua scomparsa. Il primo singolo, un featuring con YG intitolato “Mo Paper”, è già online e sembra promettere bene.

Anche su Rich abbiamo ancora delle riserve: riuscirà a ricreare il senso di gioia creativa che attraversava i brani del suo debutto? Stando a quanto ha detto lui, sì: “Ho appena finito l’album del secolo”, ha dichiarato a settembre. Staremo a vedere.

J. Cole

Fotografia di Joseph Okpako

Ad agosto J. Cole è tornato con un nuovo singolo, “Album of the Year Freestyle”, in cui ripercorreva il suo 2018 a partire dall’uscita di K.O.D. e affermava il suo ruolo centrale nella conversazione sul rap statunitense dell’anno passato. All’inizio del video, Cole aveva inserito un riferimento al titolo del suo nuovo tape, The Off-Season, anticipazione del suo nuovo album ufficiale The Fall Off.

Cole ha stuzzicato gli appetiti dei suoi fan a novembre, quando ha pubblicato una playlist su Spotify intitolata “Where the fuck is The Off Season”. Ci piacerebbe saperlo, dato che ogni volta che Cole apre bocca riesce a trovare modi originali e interessanti per parlare di rap, società, droghe ed emozioni.

Kanye West

Il 2018 di Kanye West è stato a dir poco turbolento. Ha prodotto interamente quattro dischi, fatto uscire l’album più controverso della sua carriera e un’interessante collaborazione con Kid Cudi; ma soprattutto ha aperto enormi discussioni sul rapporto tra fama, salute mentale, arte, razzismo e politica negli Stati Uniti.

A settembre Kanye aveva annunciato l’arrivo di un altro nuovo progetto, intitolato Yandhi. Dopo un paio di post su Instagram, una campagna pubblicitaria negli Stati Uniti e una visita alla redazione di The Fader in cui sono stati rivelati tre featuring presenti sull’album (6ix9ine, XXXTentacion e Ty Dolla $ign), tutto si è fermato. L’album sarebbe dovuto uscire il 29 settembre, lo stesso giorno in cui Kanye si è esibito al celebre programma televisivo Saturday Night Live, ma a esibizione terminata non se ne è fatto più nulla.

Un’altra data d’uscita, il 23 novembre, è stata poi smentita da Kanye stesso, che ha deciso di mettersi a lavorare di nuovo sul disco fino a data da destinarsi. Sarebbe strano se non dovesse completarlo nel giro dei prossimi dodici mesi.

Parte di questo articolo è stata pubblicata in versione originale su Noisey US.

Segui Noisey su Instagram e su Facebook.

Pubblicità