Europa

Cosa sappiamo finora sull’attacco sugli Champs Élysées di Parigi

Ieri notte, in pieno centro, un uomo ha ucciso un agente di polizia e ferito gravemente altri due: qui trovi tutte le informazioni che ti servono.
21 aprile 2017, 8:45am
Foto via VICE News

Ieri notte, sugli Champs Élysées di Parigi, un uomo avrebbe sparato contro un'auto della polizia, uccidendo un agente e ferendone gravemente altri due.

Intorno alle 21, stando alla ricostruzione del ministero dell'Interno, l'uomo avrebbe parcheggiato vicino a un veicolo carico di poliziotti, sarebbe sceso e avrebbe aperto il fuoco con quella che è stata definita dai media come "un'arma automatica".

Il Presidente della Repubblica francese Francois Hollande ha spiegato che l'attacco potrebbe essere di "natura terroristica," e ha aggiunto che farà di tutto perché le elezioni si svolgano in modo regolare.

Déclaration de Marine Le Pen à son QG à 10h15. La sécurité a été renforcée devant le siège de campagne — Olivier Faye (@olivierfaye)April 21, 2017

In quegli stessi minuti, infatti, gli undici candidati del primo turno alle Elezioni Presidenziali francesi stavano tenendo il loro ultimo dibattito televisivo prima del voto, che si terrà domenica 23 aprile.

Nella notte l'organizzazione terroristica Stato Islamico ha rivendicato l'attacco attraverso l'agenzia Amaq, riferendosi al presunto attentatore come "Il Belga". Allo stato attuale, tuttavia, non ci sono ancora elementi oggettivi che lo leghino direttamente all'ISIS.

— Jenan Moussa (@jenanmoussa)April 20, 2017

Secondo Associated Press, che cita fonti di polizia, l'uomo sarebbe già noto alle forze dell'ordine: la sua identità sarebbe stata scoperta, ma per ora non sarà rivelata per motivi di sicurezza.

Stando alle fonti raggiunte da AFP, comunque, il sospetto avrebbe 39 anni, e sarebbe già stato arrestato nel 2005 per il tentato omicidio di 3 poliziotti.

France's Hollande says Champs Elysees shooting 'terrorist in nature'
????— AFP Photo (@AFPphoto)April 20, 2017

Nel corso della notte la polizia avrebbe condotto un'operazione in zona Seine-et-Marne, a pochi chilometri da Parigi. In settimana erano state arrestate due persone, sospettate di preparare un attacco terroristico per il giorno delle elezioni. Nel loro appartamento sarebbero stati trovati armi e esplosivi.

La Francia è ancora in stato di allerta dal 2015, dopo una serie di attacchi di natura terroristica avvenuti tra Parigi e Nizza che finora hanno portato alla morte di circa 200 persone.

[Questo è un articolo in aggiornamento. Ricarica la pagina per seguire gli sviluppi.]


Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook

Foto via VICE News