Porno

Due esperti spiegano quanto sono pericolosi face-sitting, fisting e altre pratiche sessuali

"C'è il rischio che a causa di un crampo l'intero peso dell'individuo cada sulla faccia dell'altro, e anche di trauma psicologico. Le conseguenze possono essere fatali, ma fortunatamente la probabilità che qualcosa vada storto è molto bassa."

di Nick Chester
13 dicembre 2016, 10:22am

Illustrazioni di Joel Benjamin.

In gran parte dell'Europa, fare porno significa aggirare legislazioni dubbie o restrittive. Se in Italia questo—insieme ai costi—spinge molti professionisti del settore a spostare le produzioni in Est Europa, le ultime notizie arrivano da Oltre Manica.

La Gran Bretagna non è solo il luogo in cui da qualche anno esistono nuovi metodi di verifica delle informazioni personali di chi accede ai siti porno; ora, pare stia per essere applicata una normativa secondo cui molte pratiche porno rientrerebbero nella dicitura "atti osceni". Se il face-sitting e il fisting sono già ritenuti inaccettabili, ora anche bere urina, vomitare e mangiare feci sarebbero "oscenità".

Anche se vedere qualcuno avere un attacco di diarrea sullo schermo può farti passare del tutto la voglia di masturbarti, nella realtà non è così pericoloso. Ma non sono un esperto, perciò ho chiesto a chi ha i mezzi per valutare il tutto molto meglio di me. La mia scelta è ricaduta su Danny Clarke, che si occupa di valutazione del rischio per Elas Business Support. A ogni atto sessuale ha assegnato una valutazione in base alla probabilità che succeda qualcosa di brutto, alla potenziale gravità delle conseguenze e al rischio globale. Ho anche contattato il dottor Patrick French, esperto di salute della sfera sessuale. Ecco cosa mi hanno detto.

FACE-SITTING

Clarke: I rischi sono lo strangolamento o il soffocamento, il passaggio di agenti patogeni—piccoli esserini che vivono nel sangue e causano malattie come l'epatite B e C—e l'esposizione ai fluidi corporei. C'è il rischio che a causa di un crampo l'intero peso dell'individuo cada sulla faccia dell'altro, di danno fisico, e anche di trauma psicologico. Il motivo per cui penso che le conseguenze possano essere "catastrofiche" è che sono potenzialmente fatali.

Comunque, la probabilità che succeda qualcosa è bassa se ci sono consenso, tempistiche e misure di controllo. Devono essere definiti protocolli, messe in campo tecniche appropriate e bisogna accertarsi che ci sia un operatore di primo soccorso presente, oltre ovviamente ad avere analisi del sangue sempre aggiornate.

Probabilità: bassa.
Conseguenze: catastrofiche.
Rischio globale: medio.

Dott. French: Se vi accertate che la persona sotto riesce a respirare, va tutto bene.

FISTING

Clarke: Qui i rischi sono le malattie e l'esposizione ai fluidi corporei, gli oggetti contundenti (unghie, anelli, orologi, braccialetti) nonché germi, sporco, batteri etc. Potrebbero anche verificarsi traumi interni e muscolari, e traumi psicologici. Il rischio principale, però, è ancora la trasmissione di malattie.

Se c'è consenso, se vengono usati lubrificanti e messe in atto le misure di sicurezza del caso, però, è improbabile che succeda qualcosa. Tra le necessarie misure ci sono ancora le analisi del sangue, un programma di vaccinazioni appropriato, misure igieniche, lubrificante, segnali stabiliti per manifestare il proprio dolore o disagio, non avere il ciclo mestruale e seguire procedure standard severe per pulire tutto una volta finito.

Probabilità: rara.
Conseguenze: gravi.
Rischio globale: basso.

Dott. French: Ad alcune donne piace il fisting, ma è una cosa che si può fare senza rischi solo dopo una lunga pratica, con la giusta guida e un'ottima comunicazione con il partner. Resta il rischio di lacerazioni e traumi se si fa senza attenzione o senza comunicazione.

BERE L'URINA

Clarke: I rischi sono sempre le malattie, l'esposizione a fluidi corporei, le infezioni, il soffocamento e il trauma psicologico. Tutte cose che, con le giuste misure di sicurezza, sono molto improbabili. Stabilire dei limiti e delle safe word è fondamentale, così come seguire norme di salute e avere nelle vicinanze un soccorritore.

Probabilità: rara.
Conseguenze: gravi.
Rischio globale: basso.

Dott. French: L'urina nella vescica è sterile, e berla non è più rischioso che fare sesso orale non protetto con il partner. In teoria, potrebbe veicolare infezioni come gonorrea e clamidia, ma è poco probabile.

GOLDEN SHOWER

Clarke: Di nuovo, i rischi sono gli agenti patogeni, l'esposizione a fluidi corporei, trauma psicologico e infezioni del tratto urinario. Il rischio principale è la trasmissione di malattie, ma se c'è consenso e sono state messe in campo misure per la sicurezza, non è probabile che succeda. E come prima, è importante che ci sia una parola di sicurezza, esami del sangue aggiornati, che siano mantenuti degli standard di igiene e sarebbe meglio avere qualcuno pronto a prestare soccorso nei paraggi. Poi è importante pulire tutto e se possibile anche sterilizzare.

Probabilità: rara.
Conseguenze: gravi.
Rischio globale: basso.

Dott. French: Sembrerà strano, ma questo è uno degli atti sessuali più sicuri in termini di infezioni sessuali e trasmissione dell'HIV.

VOMITARE SUL PARTNER

Clarke: I rischi sono l'esposizione ai fluidi corporei e agli agenti patogeni, il soffocamento, il trauma psicologico e il dolore fisico. Il principale rischio sta nella trasmissione di virus. Come per la maggior parte degli altri casi che abbiamo preso in considerazione, però, con il consenso appropriato e misure di sicurezza valide, non dovrebbe succedere niente di male.

Ci vuole un training appropriato per imparare le tecniche giuste (anche quelle per vomitare senza danneggiare bocca o gola—è sempre bene evitare oggetti che possono indurre il soffocamento), ed è importante chi ci sia qualcuno pronto ad aiutare, e che chi è coinvolto possa ritirare il suo consenso in qualunque momento.

Probabilità: rara.
Conseguenze: gravi.
Rischio globale: basso.

Dott. French: Vomitare su pelle intatta dovrebbe essere sicuro, come lo è se chi vomita sta bene. Immagino che non venga fatto in casi di intossicazione alimentare!

USO DI ESCREMENTI

Clarke: I rischi sono la trasmissione di malattie e l'esposizione ai fluidi corporei, il soffocamento in caso di ingestione della cacca e il trauma psicologico. Il rischio principale è la trasmissione di malattie. Ma con il necessario consenso, lubrificazione adeguata e misure di controllo, è un rischio contenuto.

Si può mantenere tutto sotto controllo seguendo protocolli che garantiscano che un attore può ritirare il suo consenso in ogni momento, assicurandosi che ci sia un addetto al primo soccorso, che siano messi in campo metodi di smaltimento professionali e che chi è sul set abbia ricevuto il training necessario—per indurre la defecazione senza danneggiare l'ano ed evitare oggetti che non causino lacerazioni interne, per esempio. Ovviamente, usare una dose adeguata di lubrificante può aiutare.

Probabilità: rara.
Conseguenze: gravi.
Rischio globale: basso.

Dott. French: Può sembrare un po' schifoso, ma a un sacco di persone piace. Il problema è che la cacca può causare un sacco di malattie, anche solo a ingerirne pochissima. Malattie che includono l'epatite A e infezioni gastrointestinali. Attualmente in Gran Bretagna è in coso un'epidemia di un batterio che si chiama shigella, e che si passa proprio in questo modo.

Segui Nick su Twitter: @NickChesterv