FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

La felicità ti prende da dietro

25 settembre 2009, 4:13pm

Abbiamo saputo per caso di una nuova moda idiota che seguono i ragazzi colombiani. Quando non sono a scuola pare che passino il tempo a ficcarsi assorbenti interni imbevuti di vodka su per il colon. Non abbiamo assolutamente idea di come si siano inventati questo giochetto mostruoso o perché mai ci sia qualcuno che voglia farsi una cosa del genere, ma i giovani colombiani insistono sull'efficacia di una simile inchiappettata. L'alcool si infila direttamente nel circolo sanguigno dandoti una botta istantanea, e probabilmente questo metodo evita di puzzare come un ubriacone. Kolja, il nostro stagista di Vice Germania, ha testato la vicenda direttamente nel suo tedeschissimo ano.

Ecco cosa vi serve per godere di questa esperienza:

-qualsiasi tipo di lubrificante
-vodka
-un assorbente interno
-un ano

Per iniziare, tirate fuori l'occorrente dal vostro scatolone fabbricone.

Kolja ha fatto le puzzette per mezz'ora perché aveva paura di farsela addosso. Dopo aver areato la stanza, abbiamo spalmato un bel po' di nivea sul suo sedere. Abbiamo deciso di usare un OB mini, che ha assorbito una gran quantità di vodka con estremo successo.

Kolja ha descritto l'inserzione del suppostone come sentirsi "un pesce palla infilato nel retto". Non sappiamo come gli sia venuto in mente un paragone del genere.

Nel momento critico dell'inserimento totale, Kolja ha dovuto davvero mettercela tutta per non fare la cacca.

Il buchetto di Kolja doveva avere parecchia, ma parecchia seta, perché quando gli abbiamo chiesto di camminare in linea retta dopo 10 minuti di assorbi-culo ha fallito miseramente, oscillando di qua e di là come una tredicenne alla prima sbronza. Questo è stato quando Kolja ha capito quanto dev'essere figo crescere in Colombia. Poco dopo ha aggiunto che il suo ano ero "mega stretto".

Poi gli abbiamo chiesto di contare all'indietro partendo da 20, ma quando è arrivato a "37" abbiamo annullato il test. Due minuti dopo si è convinto che doveva vomitare tantissimo: alla fine s'è cagato l'anima, tampone incluso.

La foto in sé non sarebbe così male, se non sapessimo che quelle due dita medie che ci sventola in faccia hanno appena concluso l'ardua operazione di sfilare un tampone da un ano peloso, poco prima di documentare questa umiliante esperienza.

Almeno adesso sappiamo che questi ragazzetti colombiani sono dei geni del male e sanno ottenere il massimo col minimo sfintere, una cosa che pure all'Albero Azzurro saprebbero fare.

Ah, già, comunque i dottori sconsigliano vivamente questa attività. Noi pure, in ogni caso. Chiunque abbia un cervello la eviterebbe. Non vi porterà da nessuna parte, non vi farà scopare di più e non vi renderà neanche più intelligenti. In più, fa cagare. QUINDI NON PROVATECI MAI, DEFICIENTI!

ANNA LISET AHLERS