FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

Vice Interviews - Simian Mobile Disco

12.3.10

Dopo aver prodotto l'ultimo degli Arctic Monkeys e dei Klaxons, James Ford è stato nominato il Phil Spector del 2007. Ma fortunatamente è ancora lontano anni luce dall'essere un alcolizzato paranoico-schizofrenico che tira fuori una pistola e spara ai musicisti nel suo studio, schiavizza l'ex moglie, e (secondo alcuni) uccide un membro del cast di Xena: Warrior Princess

Siamo andati in studio da James per parlare con lui e con il suo socio nei Simian Mobile Disco, James "Jas" Shaw di hipsters, cucchiai e apparecchi analogici…

Pubblicità

Vice: Paul Epworth è geloso che tu gli abbia rubato la corona di produttore , James?
James Ford: No, sono certo che qualcuno mi fotterà la corona di produttore del momento entro tre mesi, va sempre così, per cui amen. Voglio bene a Paul, è un caro ragazzo e sta facendo il suo.

Pensi sia peggiorato da quando tu sei diventato popolare come produttore?
James: Bè, è stata una sua scelta, si è preso una pausa ed è sparito per sei mesi e sai, è andata bene a me. Non lo so, son sicuro che ha un asso segreto nella manica e che tornerà con qualcosa di buono.

Brian Eno ha remixato uno dei singoli di Simian, giusto? Com'è successo?
James: Brian Eno è venuto in studio da noi e ha espresso un interesse nei nostri confronti mentre facevamo il secondo album. E da lì ha preso a venire in studio abbastanza spesso; non era ufficialmente lì nelle vesti di produttore ma veniva, suonava un po' di chitarra, dava consigli. Lui è tipo una leggenda. E' l'idolo dei produttori quindi per me è stato fighissimo conoscerlo. Si, ha fatto un remix che consiste poi in lui che smanetta dieci minuti su una traccia passata attraverso un delay, che poi è quello che fa lui di solito. Ma l'ispirazione più grossa è proprio lui come persona. Non è che abbia fatto chissà che ma è proprio il modo che ha di arrivare alle cose da una prospettiva completamente diversa, una cosa che alla fine ti ispira.

Jas Shaw: Hai mai visto quelle carte "Oblique Strategies"? Sono delle carte con su scritte cose tipo, "cerca una nuova prospettiva." Avere lui nella stanza è un po' come avere una di quelle carte sempre con te. Se stai facendo una cosa lui salta su e dice: "Perché non la facciamo così?", e tu: "Si, si, ottimo."

Pubblicità

James: Ora capisco perché molti gruppi lo vogliono come produttore. Non penso che sia uno che si prende cura di tutto l'aspetto tecnico. Penso sia la persona giusta da avere attorno quando hai bisogno di un giudizio o di un' opinione. Siamo stati a casa sua. Ha un bellissimo open space con quattro ragazze supersexy sempre in giro. Ha una parete piena di ghetto blaster che suonano lo stesso pezzo in tempi diversi.

Jas: Ah si, e poi ha una strana grotta di sintetizzatori. Suona e basta. Si è creato un' intera vita solo sul suonare.

Avete un sacco di strumentazione assurda e vintage. Da dove arriva?
Jas: eBay. Ci piacciono le vecchie robe analogiche. E' un momento in cui tutti vendono - vendono i vecchi apparecchi per comprarsi i plug-in e i computer e tutte ste robe, quindi è tutto mega cheap e non puoi dire di no. Tipo, alcuni delay analogici costano 20 dollari - come posso lasciarmeli sfuggire?

James: Provi a fare delle cose con quegli strumenti, poi magari li colleghi a qualcos'altro e smanetti un po' finché non ti escono fuori robe che no ti aspetti; una figata. Ecco perché ci piacciono queste cose.

Sembra un po' complicato.

Jas: Non direi.

James: No, non lo è affatto.

Avete visto dei soldi per il remix dei Justice?

James: No, avremmo dovuto avere dei soldi delle edizioni perché le edizioni del pezzo sono quasi tutte nostre tranne pochissime che abbiamo lasciato ai Justice. Ma poi abbiamo lasciato l'etichetta, siccome avevamo un cazzo di contratto, i soldi sono andati a loro. Non ci siamo diventati ricchi.

Pubblicità

Qual è il primo disco che avete comprato in vita vostra?

James: Non mi ricordo. Dovrei scrivermele queste cose. Posso dire una cosa a caso?

Si, inventa. Dì qualcosa di cool.

Jas: OK, ho comprato Tago Mago dei Can quando avevo dieci anni.

James: Inventate qualcosa voi. Non mi viene in mente niente di cool.

Cosa pensate degli hipsters? I gusti musicali sono un po' intransigenti oggi. James: A essere onesto, non penso che il nostro disco piacerà molto agli hipsters, nè ai techno snob. E non ci preoccupa. A qualcuno piacerà, questo ci basta.

Un sacco di gente dice che sei il ragazzo più buono del rock, James. Che ne dici?

James: Erm… Ne vado abbastanza fiero.

Jas: Non è assolutamente vero.

James: Si, non so, i buoni arrivano sempre ultimi.

Sei contento di come è venuto l' album degli Arctic Monkeys, James?

James: Si, pensa sia molto bello. Era il disco che loro volevano che io facessi per loro e francamente non potevamo fare altro. Se stai a pensarci troppo non funziona. E' il disco che piace a loro. Loro sono fantastici e molto aperti e abbiamo sperimentato un po'. Sono dei musicisti molto migliori di quelli che erano, sono molto migliorati.

C'entri qualcosa con la collaborazione con Dizzee Rascal?

James: Si. Io e Alex siamo andati in studio da Dizzee a South London, abbiamo fumato di brutto e abbiamo fatto il pezzo. Dizzee è incredibile, è davvero molto bravo, divertente, veloce e competente. Penso che fosse da un po' che cercavano di collaborare; la canzone parla di avere un amico cattivo e lui interpreta l'amico cattivo.

Per chiudere, perché avete intitolato il disco Attack, Decay, Sustain, Release?

James: Come detto prima, ci piacciono le Oblique Strategies - mostrano un modo di approcciare le cose e abbiamo pensato che pure le parole prese singolarmente potessero avere quell'effetto. Volevamo fare dei cucchiai con sopra quelle parole. Puoi introdurti repentinamente nella vita della gente, nei casseti della gente; così prendono sti cucchiai, leggono "attack" e ne vengono influenzati.

Jas: Stiamo parlando seriamente. Faremo dei set di cucchiai, ma è un segreto. Non possiamo parlarne.