FYI.

This story is over 5 years old.

Stuff

Questo genio vuole produrre un sequel di Breaking Bad con Slash e Val Kilmer

La campagna di Kickstarter per l'insalata di patate vi era piaciuta tanto, vero? Be', bravi. Ma nel mondo ci sono anche persone con obiettivi concreti e di valore, persone che hanno bisogno del vostro aiuto.
17.7.14

Quel genio di Lawrence Shepherd e una donna senza nome. (Foto per gentile concessione di Lawrence Shepherd)

La campagna di Kickstarter per l'insalata di patate vi era piaciuta tanto, vero? Be', bravi. Ma nel mondo ci sono anche persone con obiettivi concreti e di valore, persone che hanno bisogno del vostro aiuto.

È il caso di un producer californiano che sogna di fare un sequel di Breaking Bad con Val Kilmer e Slash nei ruoli degli agenti che trovano il corpo di Walter White. Ovviamente non ha i diritti per Breaking Bad, e non ha neanche preso impegni con Kilmer o Slash. Ma quando Lawrence Shepherd ha visto il finale della serie ha capito di essere l'uomo giusto per raccontare la storia di quei due poliziotti. Tutto il resto si sistemerà.

Pubblicità

Certo, è un sogno vano (sorattutto perché finora sono stati raccolti soltanto 400 dollari dei 500 mila necessari), ma a che serve una vita senza sogni? A chi frega della seconda stagione di True Detective quando c'è la (remota) possibilità di vedere Val Kilmer e Slash sulle tracce di Walter White?

Abbiamo chiamato il neo produttore Lawrence Shepherd per saperne di più sul suo spinoff di Breaking Bad, Anastasia.

VICE: La serie ha una premessa intrigante. Come è nata l'idea?
Lawrence Shepherd: Ultimamente sono diventato molto critico della scrittura nelle serie tv. Poi ho visto uno degli ultimi episodi di Breaking Bad. Ti ricordi quando Jesse entra in casa di Walter White con la tanica di benzina?

Sì.
C'è una sequenza in cui Jesse guarda verso il corridoio, e le due porte sono chiuse. Ho pensato, "Junior è lì. Junior è lì con il bambino, adesso esce e si scontra con Jesse. Junior è l'unico che non ha combinato niente per tutta la durata della serie. Alla fine non è andata così, e sono rimasto un po' deluso.

Mi piace il modo in cui è finito Breaking Bad, ma penso potessero fare di meglio. Ed è così che ho cominciato a scrivere.

Sembra che ti dovrai occupare di diritti d'autore…
Certo. Bisogna guardare all'unicità. Hai presente l'ultimo episodio, con la mitragliatrice sulla Cadillac? È una roba unica. Non posso riutilizzarla. Il tizio morto sulla poltrona reclinabile? Unico, non posso prendere nemmeno quello.

Pubblicità

Ma il resto del campo è libero. Un uomo morto per terra? Mio dio, è una scena che si è vista un miliardo di volte. La polizia che cerca di risolvere un caso? Roba vista un triliardo di volte.

Non ci metteremo contro Sony e Vince Gilligan se dicono di no. Stiamo filmando il pilota indipendentemente da Breaking Bad, quindi se dicono di no, siamo pronti ad andare avanti con la nostra serie.

Sarebbe la stessa serie? O un'altra?
Anastasia sarà una cosa a parte. Se dicono di sì, la prima stagione sarà molto legata a Breaking Bad. Ma dalla seconda stagione in poi—vorrei fare 12 stagioni e rompere il record di Frasier—potremmo avere un teaser di due minuti e mezzo che procederà parallelamente alla vicenda di Walter White.

Se bisogna farlo indipendente da Breaking Bad, allora invece che prolungare il loro Walter White, porteremo avanti il nostro.

Quante possibilità ci sono di avere veramente Val Kilmer?
Da quello che mi dicono di Val Kilmer, non è di quelli che si fanno pagare un milione di dollari. Slash mi preoccupa di più. Suona, è quello l'amore della sua vita, e ci guadagna bene. E ho sentito dire che è occupato con l'uscita del suo nuovo album, quindi probabilmente non sarà in tutti gli episodi, ma potremmo farcela.

Slash sarà sotto copertura, è per quello che si veste così e porta i capelli in quel modo, capito? È l'agente sotto copertura di una coppia di poliziotti. Ho chiesto a Laura San Giacomo di entrare a far parte del cast, ma ho ricevuto una lettera molto gentile dal suo manager che dice che sta già girando un pilota. Dobbiamo cercare qualcun altro.

Pubblicità

Hai pensato a qualcun altro, in caso Slash e Val Kilmer rifiutassero?
La mia prima scelta è stata Nathan Lane. Sarebbe perfetto per il ruolo di Kilmer. Ma siccome saremo molto stretti con i soldi (avrei dovuto pagare per il trasposto e la sistemazione di Lane, dato che vive a New York) abbiamo optato per Val Kilmer. Penso che Kilmer e Lane siano pari, come attori.

Per quanto riguarda Slash, so che sarà sicuramente nel pilota. Questo è quello che so. Non ho ancora una lettera di intenti, e dobbiamo gestircela col suo tour.

Quando dici che hai sentito di Slash, intendi dire che ci hai parlato?
No. Lui e  Myles Kennedy hanno appena lanciato un nuovo album, e non aveva tempo per nient'altro. Sono in contatto con persone che lo conoscono.

Quindi hai scritto ai loro manager?
Oh, certamente. Nessuna torna indietro con risposte negative, a parte per Laura San Giacomo, e solo perché era troppo impegnata. A Steven Tyler è già stato mandato il video e tutto—sarà nel secondo episodio.

Ho parlato anche con John Westphal; è il capoccia della Sony. Ha detto che devono essere coinvolti se la cosa procede, e noi abbiamo confermato. Siamo rimasti così.

Potresti descriverci la parte della trama legata ai 12 passi?
Il ruolo di Val Kilmer sarà quello di un alcolista che cerca di smettere di bere. Nel corso della stagione andrà a 12 incontri. Fa la sua presentazione in comunità, se vogliamo chiamarla così, nel primo episodio. Steven Tyler, se firma, parlerà nell'incontro del secondo episodio.

Inviteremo a partecipare tutte quelle persone dello spettacolo che hanno attraversato momenti difficili per abuso di sostanze o dipendenza. E sarà senza copione. Se vogliono che sia divertente, o reale, o triste, così sarà. Lo faremo solo due o tre volte a stagione, perché potrebbe stancare e non essere più così magico.

Sono andato da Big Lots e ho comprato circa 20 tovaglie a quadri, le useremo per gli incontri. Perciò, facciamo conto che è il turno di Robert Downey Jr., ma lui è in Brasile che gira qualcosa tipo Iron Man. Ecco, nessun problema. Posso mettere la tovaglia in una busta, spedirgliela e può filmare direttamente da là. Penso funzionerà.

Al momento ti manca buona parte del denaro necessario. Qual è il piano in caso non ce la facessi?
Abbiamo avuto problemi di tempo per la ricerca di un regista per il video di Kickstarter. Il piano iniziale era trovare il regista prima che svanisse l'interesse per Kickstarter. Non ne ho trovato uno fino a due settimane dopo l'inizio della campagna, quindi non siamo riusciti ad avere il video pronto prima di tre giorni fa.

Se non troviamo finanziamenti faremo un'altra campagna a inizio del nuovo mese. Per allora avremo già il regista e il video, quindi dovrebbe andare molto, molto meglio.