FYI.

This story is over 5 years old.

Stuff

GTA V ucciderà la mia vita sociale

Tra pochi giorni uscirà Gran Theft Auto V, e qualcuno ha già iniziato a fare provviste di viveri per sopravvivere incollato allo schermo.
12.9.13

Una triste, tristissima scena che è destinata a ripetersi più e più volte dopo l'uscita di GTA V.

Grand Theft Auto IV è uscito la stessa settimana in cui mi sono operato per la prima, e (finora) unica volta a un canale radicolare. Mi avevano prescitto un antidolorifico, che ho saggiamente mixato con la mia dieta a base di erba e cibo da asporto. A quel tempo avevo un coinquilino, il cui fratello scroccone dormiva sul divano nel nostro scantinato mentre io stavo sveglio tutta la notte a giocare a GTA IV, un piano sopra i suoi sogni. A un certo punto, intorno alle cinque di mattina, mi urlò di farla finita e di andare a letto. Così, dopo aver sentito la lagna di questo sconosciuto—che stava occupando senza che nessuno l'avesse invitato il divano di casa mia durante una delle mie sessioni di GTA IV—gli ho detto di andarsene a fanculo. Ed è stato allora che ho capito il potere che GTA ha su di me.

Pubblicità

Se non avete mai giocato a GranTheft Auto, dovete sapere che dà molta più dipendenza rispetto ad altri giochi simili. Mentre The Sims è un divertente gioco per famiglie in cui puoi costruirti una piscina interrata da solo, mettere un bar vicino al trampolino, far ubriacare i tuoi Sims e poi fargli fare una nuotata da sbronzi prima di rimuovere la scaletta e guardarli annegare nella loro miseria alcolica—GTA fornisce al giocatore una più vasta gamma di opzioni tramite cui causare il caos digitale.

Anche nelle sue versioni più primitive—ad esempio nel pacchetto speciale per Grand Theft Auto II ambientato nella Londra degli anni Sessanta—la serie GTA ha sempre permesso ai suoi giocatori di provocare il caos urbano più osceno, dove e quando vogliono.

Ed è grazie a questa insana, creativa, violenta distruzione che può essere perpetrata nelle strade dei suoi videogiochi, che ogni volta che la serie esce su una nuova e più avanzata piattaforma si scatena il delirio delle masse.

Il passaggio da GTA II a GTA III—che è stato, soprattutto, il salto dal 2D al 3D—fu ovviamente un momento fondamentale. Ricordo chiaramente la prima volta che vidi le immagini di GTA III (durante la pausa pranzo in terza media)—ma se mi chiedete di quando ho incontrato per la prima volta molti dei miei amici, non saprei rispondervi.

Quindi, il fatto che in Grand Theft Auto V ci sarà la possibilità—per la prima volta—di giocare utilizzando tre personaggi, che hanno accesso a un intero mondo subacqueo (nei primi GTA non potevi neanche nuotare), che si muovono in una moderna Los Angeles (nota nel mondo GTA come Los Santos), che si potranno acquistare immobili, sparare in pubblico con una mitragliatrice portatile e fare parte di una comunità online interattiva, è veramente un problema, un gran cazzo di problema, per la mia vita sociale.

Pubblicità

Ho un sacco di cose da fare nella vita di tutti i giorni. Il mio lavoro è abbastanza frenetico e non sono certo il tipo di persona che sta in casa la sera, inoltre devo potare le orchidee e leggere qualche romanzo poliziesco. Mi piace stare in mezzo alla gente. Ma tutto questo cambierà nel giro di pochi giorni, nel momento in cui Grand Theft Auto V uscirà.

Quello che accadrà, sostanzialmente, una volta che sarò in possesso della mia copia di GTA V, sarà che baratterò la mia vita reale per una virtule. Invece di andare a casa di un amico per una grigliata e un paio di birrette serali (ma comunque sarà troppo freddo per farlo), passerò il mio tempo a Los Santos, rubando auto, rapinando banche, acquistando proprietà, e saltando dalle rampe con le macchine rubate prima di uccidere gli avatar dei miei amici in uno spietato combattimento urbano.

Il game-play ufficiale di

Grand Theft Auto V

: un bel ritratto di come questo gioco distruggerà la vostre vite.

Questo genere di immersione nel mondo virtuale non può assolutamente giovare alla salute mentale, tuttavia l'esperienza è dannatamente divertente. Malgrado GTA V non sia ancora disponibile nei negozi, il gioco ha già cominciato a consumare le vite dei suoi fan—che sono rimasti impressionati dai trailer che si susseguono da ormai un anno.

Ho degli amici che hanno già preso un permesso dal lavoro per giocare a GTA V—altri hanno twittato per mesi di come avrebbero passato in casa la fine di settembre e ottobre, quest'anno. Vi basta andare a vedere su internet i forum su GTA, per vedere quanta gente ha intenzione di usare GTA V come metodo di disintossicazione dall'alcol, o altri che passano il tempo a giocare a GTA San Andreas per prepararsi all'uscita della prossima versione, o quelli che sono preoccupati dal fatto che alcuni possano prendere la modalità online di GTA V "troppo sul serio".

Pubblicità

Per quanto mi riguarda mi sto preparando per GTA V giocando a GTA IV—specialmente impersonando Luis Lopez, l'eroe di The Ballad Of Gay Tony, la seconda espansione. Proprio l'altro giorno, stavo messaggiando con un'amica che mi aveva chiesto cosa stessi facendo, mentre ero in giro per Liberty City, alla guida di un camion della spazzatura rubato, con la polizia alle costole. Ho scaricato il mitra fuori dal finestrino, contro la polizia. Poi mi sono nascosto, con un fucile da assalto, in un ospedale e ho aspettato che la polizia mi trovasse. Ci hanno messo un po'.

Ad ogni modo, ho descritto tutto questo casino alla mia amica come se stesse accadendo realmente. Mi ha detto che sembravo pazzo—e in fondo va bene, credo. Ma sono proprio queste reazioni sociali negative che mi preoccupano, in vista dell'uscita di quello che si preannuncia come il più coinvolgente ed emozionante videogioco di tutti i tempi, perchè io amo davvero la vita reale.

Viviamo in uno strano e triste periodo storico, in cui la gente preferisce occupare le proprie menti nell'esplorazione di una desolata landa urbana, violenta e criminale come quella di GTA V, invece di cercare di migliorare le lande desolate e violente in cui vive. Ed è strano, se ci si pensa.

Come sottolinea Jane McGonigal nel suo eccellente libro sui videogiochi e sull'impatto che hanno su di noi, Reality Is Broken, la quantità di tempo che le persone passano a giocare con i videogame è sconcertante. Parla ad esempio del tempo che è stato speso per creare WoWWiki, la Wikipedia di World of Warcraft:

Pubblicità

"Ci sono più di 65.000 giocatori di World of Warcraft che contribuiscono a WoWWiki , che è attualmente la wiki più grande dopo Wikipedia. Anche coinvolgendo solo questo gruppo, bastarebbe convincerli a utilizzare il tempo di gioco che solitamente maturano ogni due mesi per creare una risorsa globale come Wikipedia. Al confronto, Wikipedia ha impiegato otto anni per totalizzare 100 milioni di ore di contributi."

Quindi, in pratica, se fosse possibile riunirli, quelli che contribuiscono a WoWWiki potrebbero mettere su una comunità come quella di Wikipedia ogni due mesi, se davvero lo volessero. Riuscite a immaginare un mondo dove le persone abbiano la stessa passione e lo stesso talento da dedicare a questioni come la cura del cancro o la  fame nel mondo, invece che impegnarsi nell'uccisione di draghi finti o nella raccolta di oro finto per acquistare spade finte? Sarebbe davvero notevole. Mi chiedo quali problemi globali potrebbero essere risolti se impiegassimo diversamente le ore che stiamo per dedicare a GTA V

Ma chi se ne frega di tutti questi utopistici "che cosa accadrebbe se" sparati a vanvera, giusto? GTA V avrà una mappa più grande rispetto a GTA IV, Red Dead Redemption  e San Andreas messe insieme, si potrà urlare nelle cuffie per spaventare i negozianti di liquori virtuali da rapinare, o se è una pigra domenica, si potrà girare per Hollywood su una vettura sportiva rubata, prima di andare nel bosco per una sessione di caccia al cervo, giusto per schiarirvi un po' le idee.

Pubblicità

Tutto ciò è molto più gratificante, divertente e importante che uscire con gli amici e i familiari che ti vogliono bene—per non parlare di cercare di migliorare il mondo in cui viviamo. GTA V è un luogo sicuro, ma molto caotico, in cui non devi preoccuparti del fatto che Barack Obama potrebbe far scoppiare la Terza Guerra Mondiale lanciando dei missili in Siria. Tutto quello che devi fare è impedire all'esercito di ucciderti quando raggiungi il livello "ricercato a cinque stelle" per aver massacrato dozzine e dozzine di civili sulla strada verso il miglior ristorante di taco di Los Santos.

Segui Patrick su Twitter: @patrickmcguire

Leggi anche:

Serrabyte - Farsi di videogiochi

Come fare soldi giocando ai videogiochi