Ok, abbiamo l'ennesima prova dell'egocentrismo di Elon Musk

È salito sul palco a una conferenza su 'Westworld' senza essere invitato. Ma chi si crede di essere?
13.3.18

Immaginate di essere seduti tra il pubblico di un festival, in questo caso l'SXSW. State beatamente seguendo una conferenza a tema 'Westworld', la serie TV disto-apocalips-sci-robot-fi di HBO. Tutto sta andando in maniera molto più che ok, d'altronde sul palco ci sono i creatori della seria Christopher Nolan e Lisa Joy e una buona parte del cast principale. Fino a quando Elon Musk non arriva per parlare, di nuovo, del fatto che vuole andare su Marte. Che palle.

Pubblicità

È successo lo scorso sabato, mentre il panel a tema 'Westworld' era impegnato a discutere le possibile conseguenze di un'apocalisse in salsa intelligenza artificiale. "Dovremmo sperare che quando l'apocalisse dell'intelligenza artificiale si abbatterà infine su di noi sia simile a 'Westworld'," ha spiegato Jonathan Nolan sul palco del panel. "Penso che ci potremmo ritenere fortunati se l'apocalisse AI fosse così, se fosse così bella e affascinante."

È in questo humus apocalittico che, verso la fine del panel, Elon Musk ha fatto la sua apparizione per parlare del suo argomento preferito, ovvero: datemi quanti più soldi possibile per costruire i razzi che ci serviranno a scappare dalla Terra quando sarà troppo tardi o se la volete vedere in altra maniera andiamo semplicemente a esplorare l'Universo e scovare gli alieni.

Sul palco il fondatore di SpaceX non ha soltanto parlato dell'importanza di aspirare allo spazio, ma ha anche mostrato una breve clip inedita realizzata da Nolan e Joy sulle imprese più recenti di SpaceX.

Segui Federico su Twitter: @nejrottif