Ok, abbiamo l'ennesima prova dell'egocentrismo di Elon Musk

È salito sul palco a una conferenza su 'Westworld' senza essere invitato. Ma chi si crede di essere?

|
13 marzo 2018, 11:30am

Immaginate di essere seduti tra il pubblico di un festival, in questo caso l'SXSW. State beatamente seguendo una conferenza a tema 'Westworld', la serie TV disto-apocalips-sci-robot-fi di HBO. Tutto sta andando in maniera molto più che ok, d'altronde sul palco ci sono i creatori della seria Christopher Nolan e Lisa Joy e una buona parte del cast principale. Fino a quando Elon Musk non arriva per parlare, di nuovo, del fatto che vuole andare su Marte. Che palle.

È successo lo scorso sabato, mentre il panel a tema 'Westworld' era impegnato a discutere le possibile conseguenze di un'apocalisse in salsa intelligenza artificiale. "Dovremmo sperare che quando l'apocalisse dell'intelligenza artificiale si abbatterà infine su di noi sia simile a 'Westworld'," ha spiegato Jonathan Nolan sul palco del panel. "Penso che ci potremmo ritenere fortunati se l'apocalisse AI fosse così, se fosse così bella e affascinante."

È in questo humus apocalittico che, verso la fine del panel, Elon Musk ha fatto la sua apparizione per parlare del suo argomento preferito, ovvero: datemi quanti più soldi possibile per costruire i razzi che ci serviranno a scappare dalla Terra quando sarà troppo tardi o se la volete vedere in altra maniera andiamo semplicemente a esplorare l'Universo e scovare gli alieni.

Sul palco il fondatore di SpaceX non ha soltanto parlato dell'importanza di aspirare allo spazio, ma ha anche mostrato una breve clip inedita realizzata da Nolan e Joy sulle imprese più recenti di SpaceX.

Segui Federico su Twitter: @nejrottif