FYI.

This story is over 5 years old.

africa

Il Kenya ha bruciato 100 tonnellate di zanne d'elefante per combattere i cacciatori di frodo

VICE News è andata ad assistere all'incendio di 105 tonnellate d'avorio avvenuto lo scorso weekend in Kenya.
3.5.16
Photo par Frederick Paxton/VICE News

Il Kenya ha dato fuoco a 105 tonnellate d'avorio - dal valore totale di circa 90 milioni di euro - nel tentativo di mostrare al mondo l'impatto distruttivo dei cacciatori di frodo sulla natura e sul regno animale.

Undici cumuli del prezioso materiale, ottenuto dalle zanne di oltre 6.700 elefanti, sono stati ridotti in cenere sabato, nel corso del più grande falò d'avorio della storia.

L'incendio ha segnato la chiusura di un importante summit tra i leader africani tenutosi a Nanyuki, nel Kenya centrale: durante la conferenza Uhuru Kenyatta, presidente dello stato, ha chiesto ai suoi colleghi di aiutarlo a preservare elefanti e rinoceronti dall'estinzione.

Pubblicità

Il numero degli elefanti in Africa è crollato da 1.2 milioni negli anni Settanta ai 400.000 di oggi. Oltre 30.000 esemplari sono stati uccisi dai cacciatori di frodo ogni anno tra il 2010 e il 2012, portando l'elefante vicino all'estinzione in alcune regioni africane.

"L'innalzamento del valore della tratta dell'avorio, smerciata illegalmente sul mercato internazionale, ha portato alla distruzione delle foreste pluviali," ha detto Kenyatta i presenti.

"Nel giro di dieci anni, l'Africa Centrale ha perso il 70 per cento dei suoi elefanti," ha spiegato. "E l'elefante è un'icona del nostro paese. Se non facciamo qualcosa, rischiamo di perdere per sempre questo animale magnifico."

Tutte le foto di Frederick Paxton

I ranger del Kenya Wildlife Service (KWS) sorvegliano il Parco nazionale di Nairobi. Qui non ci sono elefanti, e i rangers si dedicano al monitoraggio della popolazione di rinoceronti.

La banda militare del KWS si riposa prima dell'inizio della cerimonia dell'avorio.

Tonnellate di zanne di corni di rinoceronte vengono caricate all'interno di un grande cestone. I corni sono imbevuti di un cocktail di cherosene e gasolio.

Il presidente Uhuru Kenyatta si rivolge ai giornalisti prima della cerimonia.

Un ranger del KWS ranger osserva l'avorio bruciare.

Il sito dell'incendio visto dal campo adiacente.

Una delle undici pile di avorio bruciate, per un valore complessivo stimato di 90 milioni di euro.

Uno dei ranger che sorvegliano l'evento.

I vigili trasportano il mix di carburante utilizzato per rendere combustibile l'avorio.

Segui VICE News Italia su Twitter, su Telegram e su Facebook

Segui Ben Bryant su Twitter: @benbryant

Tutte le fotografie sono di Frederick Paxton. Seguilo su Twitter: @freddiepaxton

Ha contribuito Reuters.