'SUPER Botte&Bamba II TURBO' è il videogioco trash definitivo

'SUPER Botte&Bamba II TURBO' è il videogioco trash definitivo

Abbiamo incontrato gli sviluppatori del picchiaduro 'filologicamente accurato' in cui le star della TV anni Novanta se la danno di santa ragione.
3.8.17

Siamo andati a Perugia a incontrare Nicola Piro e Alessandro Cardinali, i fondatori di Giochi Penosi, la software house fittizia che ha creato SUPER Botte&Bamba II TURBO. Ci siamo fatti raccontare la genesi e le modalità di sviluppo del videogioco più trash e irriverente della scena indipendente italiana, il picchiaduro filologicamente accurato in cui le star della TV anni Novanta se la danno di santa ragione — una specie di Mortal Kombat, insomma, in cui la barra dell'energia è una striscia di bamba e che vede come protagonisti Topo Gigio, Piero Angela, il Gabibbo, Maria De Filippi, Marco Columbro e molti altri.

Con la loro attitudine punk, ironicamente squallida e genuinamente blasfema, gli amici di Giochi Penosi si sono guadagnati milioni di fan in tutto il mondo. Grezzo2, la loro impresa videoludica del 2012, ha superato in pochi mesi i 6 milioni di download: ha fatto impazzire russi, cinesi e sudamericani, ed è stato giocato da youtuber grossi come PiewDiePie. Considerata la fandom e la nostalgica poesia del gioco, SUPER Botte&Bamba II Turbo non sarà da meno. Se volete potete scaricarlo gratuitamente dal sito. È un gioco maledetto, pieno di bug e che si riprogramma da solo per motivi del tutto oscuri, ma fidatevi di Motherboard: ne vale assolutamente la pena.