FYI.

This story is over 5 years old.

I migliori giochi da tavolo sci-fi per Capodanno

Qui rappresentate in un comodo elenco le risposte migliori alla domanda "Cosa fai a Capodanno?"
Immagine: PC Gamer

Se i pomeriggi natalizi della famiglia italiana media sono occupati integralmente da tombolate, partite a Risiko ed interminabili tornei fratricidi di Scala 40, venire in soccorso dei geek più irriducibili è un imperativo morale: da dove si può partire per sostituire le tavolate di Monopoli di Capodanno con qualcosa di più vicino ai vostri gusti sci-fi da appassionati lettori di Motherboard?

Non sono molti i titoli a carattere fantascientifico quando si parla di giochi da tavolo. Negli ultimi anni il genere è stato abbastanza sdoganato ma rimane sicuramente secondario rispetto ad altre ambientazioni che vanno per la maggiore come quella fantasy, ormai entrato a pieno titolo nella cultura popolare. Ad ogni modo il catalogo dal quale attingere è ampio e solo negli ultimi anni sono usciti molti titoli degni di attenzione.—È il caso di Netrunner, un gioco di carte a tema fantascientifico entrato nelle grazie di tutti colori che hanno tentato di fuggire dall'universo di Magic: The Gathering.

Pubblicità

Il campionato mondiale di Android: Netrunner. via YouTube

T.I.M.E. STORIES

Iniziamo con T.I.M.E. Stories di Manuel Rozoy, edito da Space Cowboys e tradotto in italiano da Asmodee Italia; titolo del 2015 tra i più giocati dell'edizione di quell'anno di Spiel, la fiera del gioco di Essen, Germania. Si tratta di un cooperativo a metà tra il gioco da tavolo e il gioco di ruolo nel quale i giocatori, da due a quattro, prendono le parti di agenti temporali, impegnati a riportare l'equilibrio temporale in un futuro dove tutti gli eventi storici sono messi in discussione e rischiano di portare gravi conseguenze per l'umanità, muovendosi attraverso il tempo e sfruttando i ricettacoli,ovvero personaggi in grado di agire e muoversi nell'epoca in cui gli agenti si trovano.

Il meccanismo che regola il gioco è definito"decksploration": è infatti attraverso un mazzo di carte dedicato e splendidamente illustrato che si consuma nel corso della partita la rivelazione della storia e di tutto il suo ecosistema di luoghi, prove, enigmi e pericoli. Il gioco, oltre al già citato mazzo di carte, è corredato anche da pedine di legno bianco e tasselli colorati che ben rendono l'ambientazione futuristica dove si muovono gli agenti temporali. La scatola base è acquistabile assieme ad un primo mazzo narrativo il quale impegnerà parecchie ore di gioco e probabilmente più tentativi per riuscire ad arrivare al finale. Sono già disponibili, acquistabili separatamente, tre nuovi mazzi e quindi tre nuovi casi da risolvere utilizzando i componenti già presenti nella scatola base..

Pubblicità

Tutto ciò che c'è dentro una scatola di T.I.M.E. Stories. Immagine: Space Cowboys

EMINENT DOMAIN

Il secondo gioco consigliato risale al 2011, quando Seth Jaffee, forte di una campagna Kickstarter di successo, lanciò per l'editore Tasty Minstrel Games il suo Eminent Domain, un gioco di civilizzazione galattica che, al contrario di molti altri titoli di questo genere, è di fatto basato interamente su un gioco di carte stile deck building ovvero, a partire da un set di carte base ogni giocatore dovrà, nel corso della partita, costruire un mazzo migliore per poter portare avanti i propri obiettivi e vincere la partita.

Nel dettaglio, durante ogni turno i giocatori hanno la possibilità di utilizzare carte dal proprio mazzo o da un deck comune al fine di effettuare ricerche, esplorare nuovi pianeti, colonizzarli e sfruttarli per produrre risorse (e punti vittoria), oppure muovere guerra agli imperi vicini ovvero gli altri giocatori e, come spiegato, arricchire e rendere migliore la propria mano. Al contrario di molti giochi di civilizzazione che invece hanno una forte componente strategica e impiegano mappe dettagliate, dadi e pedine e possono occupare anche cinque o sei ore di gioco, Eminent Domain ha il pregio di occupare solo un'ora di tempo, rendendolo accessibile ai giocatori più esperti o meno esperti.

Giocare a Homeworld, infine, ti ha obbligato a strapparti gli occhi a causa della loro secchezza? Nessun problema. Immagine: Tasty Ministrel Games

XCOM: THE BOARD GAME

Infine, torniamo in ambito cooperativo con un gioco del 2015 e che fa parte dei miei titoli preferiti; prima però apro una finestra sul tempo e più precisamente sul 1993, anno nel quale la Microprose, storica casa di videogiochi fondata da Sid Meier (quello di Civilization, per capirci) pubblicava sul mercato un videogioco destinato a fare storia per la sua complessità e per la sua trama avvincente.

Pubblicità

UFO: Enemy Unknown è il primo titolo della saga di XCOM—Questo storico videogioco ha avuto una ri-edizione nel 2012 e anche l'universo dei giochi da tavolo mondo del gioco da tavolo ha guardato a questo ritorno con parecchio interesse, tanto che Fantasy Flight Games, tra i maggiori editori di giochi da tavolo a livello mondiale, ha pubblicato una versione da tavolo del gioco che è stata capace di rendere appieno il clima di terrore e frenesia che da sempre ha caratterizzato la saga; in Italia il gioco è stato tradotto dall'editore Giochi Uniti.

Si tratta di un gestionale nel quale i giocatori impersonano i vari reparti della squadra XCOM, impegnata con forti limiti di tempo a collezionare risorse, materiali e tecnologia al fine di combattere una minaccia aliena sempre più pressante e invadente. Eric Lang, autore del gioco, ha affidato ad una applicazione per dispositivi mobili il compito di generare missioni sempre nuove, con un livello di difficoltà variabile e assolutamente non banale, che richiede coordinamento perfetto del gruppo insieme a decisioni rapide ed efficaci per respingere la minaccia extraterrestre. Fantasy Flight Games pubblicherà nel 2017 "EVOLUTION", una prima espansione per il gioco.

Bere birra e giocare a giochi da tavolo sembra sia il mestiere più bello del mondo. via Board Game Replay

Sembra una follia parlare di giochi ad ambientazione fantascientifica e citare ancora pedine di legno e dadi in un tempo nel quale con un visore VR siamo direttamente catapultati in qualsiasi possibile futuro ipotizzato dai videogiochi tematici, eppure spostare pedine sagomate su una plancia, il tipo di pensiero strategico coinvolto e la convivialità tipica del condividere il tavolo da gioco con persone in carne ed ossa hanno ancora un fascino irraggiungibile, che sta contagiando sempre più persone nel mondo e comincia a farsi sentire anche in Italia. Sicuramente non si tratta di un mondo ancorato al passato: il gioco da tavolo si evolve con i tempi e se negli anni '90 del secolo scorso l'utilizzo di un VHS insieme ad Atmosfear sembrava una rivoluzione, oggi molti titoli utilizzano app dedicate come compendio di gioco per muovere la partita o generare condizioni diverse ad ogni sessione.

Nel 2016 orientarsi nel mondo dei giochi da tavolo moderni può essere complicato, visto che farlo richiede un'inversione logica paradossale dal digitale al fisico: un buon punto di partenza resta BoardGameGeek, la più grande banca dati mondiale dei giochi da tavolo.

Questi suggerimenti sono solo una piccolissima parte dell'immenso panorama di giochi moderni a disposizione ma dovrebbero soddisfare la vostra fame di fantascienza e giochi almeno fino all'Epifania o quantomeno possono offrire una valida alternativa quando qualcuno tenterà di coinvolgervi durante l'ennesima partita a Risiko tra cugini e parenti. Rifiutate cordialmente, tirate fuori la vostra scatola nuova fiammante e lasciate che questi giochi moderni trasportino ed entusiasmino anche i vostri parenti più noiosi.