Quantcast
Carne e petrolio

Quel che si vede dallo spazio dei due beni più richiesti dagli esseri umani: una serie di Mishka Henner.


Bar G Feeders, Hereford, Texas—Il 35 percento delle fattorie negli Stati Uniti si dedica all’allevamento di bestiame. Quella nella foto è un esempio di tipica fattoria da allevamento americana.


Brahaney Oil Field, Plains, Texas—Con un barile da 159 litri di petrolio greggio si producono approssimativamente 72 litri di gasolio.


Tascosa Feed Yard, Bushland, Texas—Nel 2011 si contavano 31 milioni di bovini da macello e 27 milioni di manzi pronti a diventare bistecche. Gli Stati Uniti esportano ogni anno 12,6 miliardi di chili di carne, che valgono 5,06 miliardi di dollari.


Shamrock Farms, Stanfield, Arizona—Contando anche l’acqua necessaria per far crescere l’erba e preparare il mangime, ci vogliono circa 10.000 litri d’acqua per produrre 3 kg di carne—100 volte di più di quella necessaria per la produzione di 3 kg di grano.


Kern River Oil Field, Bakersfield, California—Nel 2011 sono stati consumati in America circa 19 milioni di barili di petrolio al giorno, circa il 22 percento del consumo di petrolio mondiale.


North Ward Estes Oil Field, Wickett, Texas—Gli Stati Uniti producono circa 5,8 milioni barili di petrolio al giorno, meno di un terzo di ciò che consuma. Per farvi un paragone, il Paese che produce più petrolio è la Russia, con circa 10 milioni di barili al giorno.


Randall County Feedyard, Amarillo, Texas—Per preparare la fetta di carne di un hamburger di medie dimensioni, ci vogliono più di 2 kg di grano, circa 200 litri di acqua, 7 metri quadri di terreno, e 0,29 kilowattora di combustibile fossile.


Wasson Oil and Gas Field, Denver City, Texas—Nel 2011, gli Stati Uniti sono saliti alla prima posizione nella classifica dei Paesi che consumano più petrolio, con la stessa richiesta di Cina, India e Giappone messe insieme.