Come costruire una capsula del tempo fai-da-te
Illustrazione: Lia Kantrowitz

Come costruire una capsula del tempo fai-da-te

Con un po' di dati — e qualche tocco di biohacking — la tua capsula potrebbe davvero sopravvivere nel tempo.
23.4.18

Questo articolo è apparso in Dystopia and Utopia Issue di VICE Magazine.

Molte si perdono, molte altre vengono aperte prematuramente. Non ce ne sono mai due identiche. Ma se c'è una cosa che accomuna tutte le capsule del tempo, è il desiderio di comunicare con il futuro.

Si tratta di una fissa dell'era dell'obsolescenza tecnologica pianificata, della decomposizione dei link, dei sogni sfumati di archiviare l'intero internet, dei troll online, della disinformazione, dei tweet improvvisi su una guerra nucleare da parte del Presidente degli Stati Uniti, e del cambiamento climatico. Questo vale in particolare per le generazioni più giovani, quelle che stanno ereditando questo tipo di incertezza ma che nonostante ciò stanno lavorando per cercare di avere un futuro migliore, dalle comunità emarginate che vogliono costruire il loro internet, all'utilizzo dei big data per proteggere gli oceani.

Pubblicità

Per capire chi siamo e dove stiamo andando, è ora di fare quattro chiacchiere sulle capsule del tempo. Credo anche che sia ora che ve ne costruiate una vostra, sia che si tratti di un modo per lasciare una testimonianza del vostro ottimismo per il futuro, sia per scusarsi da parte della società per star distruggendo il nostro stesso pianeta. Costruire una capsula del tempo DIY non significa dover creare un altro Voyager Golden Record, o comunque dover spendere tutti i vostri risparmi. Ma una capsula che vale la pena aprire richiede qualche sforzo per renderla pronta alla prova del tempo. Con un po' di dati — e qualche leggero tocco di biohacking — la tua capsula potrebbe sopravvivere al tempo.

Qui sotto ho curato una breve guida per lasciare un vostro messaggio al futuro.

Illustrazione: Lia Kantrowitz

TROVATE UN POSTO

Per seppellire una capsula del tempo, serve un posto dove difficilmente qualcuno si metterà strenuamente a cercarla. (Per capirci, per essere davvero tranquilli conviene chiedere il permesso al proprietario del terreno.) Mettere qualcosa sotto terra aumenta le probabilità che quel qualcosa a un certo punto entrerà in contatto con dell'acqua, o in generale si perda. Qualunque sia il posto scelto, è bene segnalare chiaramente la posizione della sepoltura.

Illustrazione: Lia Kantrowitz

IMPOSTATE UN TIMER

Cinque anni? Venti? Cinquanta? Forse volete aprire la vostra capsula quando siete ancora vivi. Oppure, forse, volete che sopravviva a voi. Più lontano è il momento nel futuro a cui volete inviare il vostro messaggio, maggiore è l'attenzione che dovreste porre nella progettazione e nella costruzione della vostra capsula, oltre che nella decisione degli oggetti da inserire al suo interno per assicurarsi che durino. Cento anni? Cercate di essere realistici.

Ilustrazione: Lia Kantrowitz

Pubblicità

DATEVI UN LIMITE

Non c'è una capsula che va bene per tutto. L'acciaio inossidabile o l'alluminio sono ottimi per costruire una capsula che duri almeno una generazione. Quella pre-costruite costano dai 30 ai 2.000 dollari online. Una latta di caffè, per quello che vale, potrebbe durare sotto terra per un decennio o qualcosa in più.

Illustrazione: Lia Kantrowitz

ORGANIZZATE IL VOSTRO BOTTINO

Cosa volete che dica il vostro messaggio per il futuro? Pensate che il mondo del futuro sarà migliore? Credete che dovremmo avvisare il futuro di tutto quello che abbiamo fatto finora? In altre parole, apocalisse o utopia? Pensateci.

In ogni caso, tenete a mente che un ipotetico medioevo digitale potrebbe rendere qualunque dispositivo elettronico inutilizzabile. Pensate a cosa piccole, semplice, durevoli — nulla che possa avere perdite, che si possa corrodere, o rompere col tempo come graffette, elastici, clip. Infilate qualunque foglio di carta dentro a delle buste al polietilene 100 percento. Catalogate qualunque cosa per il futuro.

Nulla di tutto questo sarà indistruttibile, ovviamente. La costruzione delle capsule del tempo è un processo non lineare per ciò che riguarda la loro durata, la scelta del contenitore, quel del sito della sepoltura, e i contenuti della capsula stessa. Si può cominciare dal posto e poi vedere cosa succedere, o partire dagli oggetti e poi risolvere i problemi dall'interno verso l'esterno.

Illustrazione: Lia Kantrowitz

SIGILLATELA

Non saldatela, perché il calore potrebbe degradare il contenitore e gli oggetti che contiene. Qualunque tipo di resina ipossidica dovrebbe andare bene, e più è ermetica, meglio è. Si può anche pensare di pompare nell'interno della capsula del gas argon di calibrazione per massimizzare le possibilità di preservazione. Per proteggerla ancora di più, per esempio contro l'acqua, avviluppate la capsula in una busta di polietilene.

Illustrazione: Lia Kantrowitz

Pubblicità

SPEDITELA

Piazzate la capsula 1 metro sotto terra, abbastanza in profondità per proteggerla dalle perturbazioni più tipiche. Segnalate sulla capsula la data di supposta apertura. E lasciate un qualche tipo di marker fisico.

Pro tip: salvate i dati di posizione. Potreste codificare le coordinate GPS sulla blockchain, un registro pubblico che tiene in piedi valute digitali come Bitcoin ed Ethereum, e fare in modo che si scoprano ad una data programmata, magari coincidente con l'anno in cui vorreste che la capsula venisse ritrovata.

Oppure, potreste registrare le geo-coordinate nella vostra stessa pelle con un impianto chip RFID che costa più o meno un centinaio di euro. Questi chip al momento offrono abbastanza spazio per ospitare un file di testo con le coordinate GPS, magari anche un piccolo manifesto, ma non garantiscono un'integrità infinita della informazioni. Volete andare oltre i 10 anni? Pensateci bene prima di diventare un cyborg.

Se nulla sembra funzionare, inviate le coordinate via mail a voi stesso e a un amico fidato.

Inoltre, cercate di avere almeno un testimone reale durante la sepoltura. Vincete punti bonus se rendete il tutto un rituale: delle toghe? Un po' di incenso? Magari dei canti? Perché no?

Illustrazione: Lia Kantrowitz

ASPETTATE

Potrebbe essere difficile immaginarsi che aspetto avrà la Terra quando la capsula verrà aperta, o quale sarà lo stato della civiltà umana allora. Probabilmente avremo molto da raccontare. Quindi salvati questa pagina, ci sono ottime probabilità che vi servirà.

Questo articolo è apparso originariamente su Motherboard US.