gli attentati di parigi

Cosa sappiamo finora sugli attentati di Parigi, per punti

Il numero delle vittime, la nazionalità degli attentatori, le operazioni anti-terrorismo in Belgio e Germania: tutto quello che sappiamo fino a questo momento sugli attentati di Parigi.
15 novembre 2015, 2:35am
Foto di Etienne Rouillon/VICE News

Segui VICE News Italia su Facebook per restare aggiornato

Queste le principali informazioni verificate, attualmente, sugli attacchi avvenuti nella serata di venerdì 13 novembre a Parigi:

  • Il bilancio **degli attacchi di Parigi è di almeno **129 morti. 352 i feriti. Di questi, circa 90 si trovano ancora in condizioni critiche. A riferirlo è stato il procuratore di Parigi, François Molins.
  • Dalle 20 alle 30 vittime devono ancora essere identificate, ha spiegato il Primo Ministro francese Manuel Valls.
  • Gli attacchi sarebbero stati perpetrati da "tre squadre coordinate di uomini armat**i**," sempre secondo le dichiarazioni di Molins. Sette presunti attentatori sono morti, o stati uccisi, nella notte di venerdì.
  • L'attacco più sanguinoso si è verificato all'interno della sala concerti Bataclan (mappa), dove si stava esibendo la rock band americana Eagles of Death Metal. Qui sono morte almeno 89 persone, insieme a tre attentatori.
  • Tre gli italiani coinvolti negli attentati: due sono rimasti feriti, seppur senza gravi conseguenze; una 28enne di Venezia ma residente a Parigi da sei anni, invece, è morta durante la sparatoria del Bataclan.
  • Lo Stato Islamico (IS) ha rivendicato l'attentato attraverso un comunicato ufficiale, la cui attendibilità ha inizialmente suscitato qualche perplessità a causa di alcune incongruenze numeriche e geografiche. Al momento, tuttavia, la rivendicazione di IS resta la più accreditata.
  • Molta confusione si è generata sulla nazionalità degli attentatori. Il primo a essere identificato è il 29enne Omar Ismael Mostefia; sei persone a lui vicine, tra cui il padre e la sorella, sono state tratte in arresto.
  • Accanto ai corpi di altri due attentatori è stato ritrovato un passaporto di nazionalità siriana, appartenente a un uomo nato nel 1990 e sconosciuto alle autorità francesi.
  • Delle armi sono state ritrovate nella mattinata di domenica all'interno di una automobile abbandonata nella periferia di Parigi, a Montreuil. I poliziotti hanno recuperato dei Kalashnikov. Il timore, dunque, è che alcuni degli attentatori siano ancora in fuga.
  • Tre uomini, di nazionalità francese, sono stati arrestati al confine con il Belgio. Sono sospettati di avere avuto un ruolo negli attentati avvenuti nella capitale francese. Questo il video dell'arresto, pubblicato da Channel 4.

This is the moment Belgian police swooped on a suspect in connection to the Paris terror attack (courtesy: RTL)— Channel 4 News (@Channel4News)15 Novembre 2015

  • Un uomo arrestato settimana scorsa in Germania, in possesso di armi automatiche ed esplosivi, potrebbe essere collegato al nucleo terroristico responsabile per gli attacchi di Parigi. A riferirlo è stato il governatore bavarese Horst Seehofer.
  • Il presidente francese Francois Hollande ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, oltre ad avere disposto poteri speciali ai prefetti francesi e ad avere portato l'allerta anti-terrorismo al grado più elevato, vietando assembramenti di ogni tipo e permettendo controlli straordinari nelle città e negli aeroporti.

Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook