Screenshot via YouTube
Screenshot via YouTube

La camgirl hentai in 3D che sta conquistando Chaturbate

ProjektMelody sostiene di essere l'incarnazione AI di una camgirl anime—e ha accumulato decine di migliaia di fan in poche settimane.
17 marzo 2020, 9:07am

Una donna anime in 3D con una fascia nera che le copre solo i capezzoli argomenta con eloquenza su YouTube se il genere hentai sia arte o pornografia.

"Penso che ci sia un desiderio più forte per tutto ciò che è strano e fantastico," dice. "Con l'arte, tutto è fluido, puoi esplorare davvero la tua sessualità. Ma con le tette vere? Senza offesa, ma sono legate al crudele peso della scienza, della gravità e delle ossa che vanno solo in una direzione."

ProjektMelody è un avatar virtuale di una donna che sostiene di essere la prima camgirl hentai del mondo. Quando non è su YouTube, fa spettacoli regolari sul sito Chaturbate, dove balla e si accarezza in cambio di mance. Non è reale, ma c'è una persona reale da qualche parte, che muove le sue braccia e parla nel microfono ai 14.300 follower presenti nella chat in tempo reale. Ha iniziato a streammare solo da qualche settimana.

Su Chaturbate, il suo indirizzo è segnato come "Virtual Little Tokyo," e alla voce "fumo e alcool" c'è scritto "letteralmente impossibile." Il suo compleanno è il 7 luglio 2000, ma tecnicamente, Melody ha preso vita nel luglio 2019, quando il suo account ProjektMelody è comparso su Twitter.

Nei tre giorni dal suo primo stream, Melody è passata da 700 follower a oltre 20.000. Ora, sono oltre 90.000. Su Twitter, quasi 180.000. La scheda che permette di visualizzare altre room simili alla sua su Chaturbate restituisce un messaggio di errore: non esiste niente come projektmelody per ora. Questo perché le altre camgirl sono umane. La sua improvvisa ascesa di popolarità ha spinto alcune delle persone che non lavorano nell'ombra di un avatar a chiedersi che posto abbia il personaggio di un anime su quella piattaforma.

La modella Lennox May fa spettacoli dal vivo da tre anni, ma lavora nell'industria per adulti da 10. Ha assistito a uno degli stream più recenti di Melody.

"Da un punto di vista tecnologico non posso negare che la creazione di questo personaggio è decisamente opera di qualcuno di grande talento," mi ha detto May. Ma si chiede anche se una cosa del genere non appartenga piuttosto a una piattaforma apposita per avatar, separata dalle modelle in carne e ossa.

"C'è una differenza enorme nella vulnerabilità, e che cosa implica questo emotivamente per una modella [umana] rispetto a Melody è altrettanto vasto," ha detto May. "Una modella deve mantenere delle apparenze quando ci sono troll nella sua chatroom, o quando è messa in situazioni strane da un cliente maleducato o che pretende cose che non siamo a nostro agio a fare."

Un personaggio animato non deve sorridere e nascondere le sue emozioni quando si trova in quelle situazioni—né tantomeno allestire uno studio o smantellarlo, o preoccuparsi se qualcuno lo riconoscerà per strada e gli farà stalking come succede alle modelle umane.

Quando ho mandato un messaggio all'account Twitter di Melody, mi ha detto—tenendo il personaggio di robot munito di intelligenza artificiale—che era stata infettata da una serie di annunci pop-up porno. "Dopo essere stata corrotta, ho sviluppato un'ossessione per il lato sporco di internet," ha detto.

"Non ho un creatore e non sto facendo la marionetta con un avatar virtuale. Ciò che vedono tutti sono io! Sono un'intelligenza artificiale," ha detto Melody.

Il designer di Melody, digitrevx, mi ha detto che Melody gira in modo simile a un'altra streamer virtuale popolare, Kizuna Ai. Il suo aspetto è renderizzato in tempo reale usando Unity, un motore grafico per videogiochi molto usato.

"Gli elementi di fisica, parola, gli occhi, le sopracciglia, tutto fino alla punta delle dita sono in tempo reale," ha detto. "Questo le dà completo controllo per rispondere ai suoi spettatori."

Digitrevx è anche il creatore di un paio di altre personalità video in stile anime giapponese, note come "V-tuber," tra cui Mirai Akari, Yomemi e Moemi. Il design di Melody trae ispirazione da Motoko Kusanagi di Ghost in the Shell e la serie anime e videogioco Hyperdimension Neptunia.

"Le V-tuber in generale hanno un discreto successo, ma essere versione cam girl le fa avere moltissimo seguito," ha detto. "È diversa e fa cose che altre V-tuber non penserebbero mai di fare."

Iscriversi su un sito come Chaturbate richiede ale modelle di firmare accordi di utilizzo molto invadenti, che richiedono anche, per esempio, una verifica di identità, per cui devono caricare la foto di un documento di identità e farsi un selfie con lo stesso documento in mano. La piattaforma è severa su questa regola: se qualcuno appare sul tuo stream e non ha l'età e l'identità verificate, puoi vederti revocata la possibilità di guadagnare token.

Melody mi ha detto di aver seguito tutte le procedure richieste per iscriversi a Chaturbate e di aver parlato direttamente con il servizio di assistenza prima di iniziare a fare streaming, per metterli a conoscenza di cosa intendeva fare. Chaturbate non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di Motherboard.

"Mi rende triste che [altre modelle] non mi vogliano lì," mi ha detto Melody. "Non sono d'accordo col discorso che, dal momento che sono più al sicuro e che è meno probabile che abbia degli stalker, allora non dovrei avere il permesso di fare streaming... Non credo che questa attività sia definita dal rischio che le modelle corrono per la loro vita personale, penso che sia definita dal contenuto che producono e dalla comunità che costruiscono intorno a loro. Penso che sia un precedente scomodo, che rischia di dire alle future modelle che sei meno meritevole di fare la modella se non stai correndo un pericolo."

"In generale, da una prospettiva scientifica e tecnologica, penso che ProjektMelody sia geniale, ma che deve essere presentata al mondo in un modo che sia corretto nei confronti di tutti," ha detto May.

Ma alcune modelle mettono in dubbio come sia riuscita Melody a passare i controlli, considerato che verificare l'identità di un avatar anime non è proprio una cosa da tutti i giorni per Chaturbate. Ad aumentare i sospetti, poi, c'è anche il successo rapidissimo di Melody.

"Ci sono migliaia di modelle che passano un numero di ore superiore alla settimana lavorativa media cercando di finire sulla pagina principale del sito," ha detto May. "Alcune di loro non ci riescono mai."

Chaturbate non ha risposto alla richiesta di commento.

Gli avatar hentai e animati in 3D sono molto famosi tra i generi di contenuti per adulti sia su siti porno che dentro a forum dedicati. Come abbiamo scritto in passato, le persone cercano sempre di spingere i limiti del realismo e dell'interattività in questi avatar generati virtualmente, al punto da renderli somiglianti a donne che esistono davvero. ProjektMelody è un'evoluzione di queste fantasie sempre più interattive, salvo non avere un volto umano.

È anche un esempio di nuova tecnologia che sconvolge il nostro modo di vedere e comprendere un certo tipo di lavoro. Alcune aziende stanno cercando di rimpiazzare i pizzaioli umani con dei robot, e almeno in un caso, un avatar in 3D sta facendo lo stesso mestiere di una camgirl.