Modi per passare l'estate: giocare a Jenga col cibo

Vi ricordate Jenga? Il gioco giapponese che riuniva la famiglia in nome delle buone maniere e metafora del non distruggere la propria vita. Ora su Instagram lo fanno con le patatine e il pollo.
Andrea Strafile
Rome, IT
13 agosto 2018, 10:42am
Collage Munchies. Foto via Instagra (sinistra @oneills.reading - destra @soogilnyc)

Ok. A tutto c’è un limite.

Che il cibo sia diventato da qualche anno il nuovo macrocosmo dove tutto è possibile e concesso non lo si mette più in dubbio. E che sia oggetto di sfide da sempre è anche questa una cosa a cui siamo abituati: basti pensare a quei film americani dove, a un certo punto, un tizio grosso e uno mingherlino che viaggiano chissà dove, si fermano a mangiare in una Steak House bistecche da 5 kg fino a che uno dei due non muore.
Ecco, il cibo ha il suo nuovo gioco, ovviamente da ostentare su Instagram.

Vi ricordate quel gioco divertente ma un po' sfigato rispetto ai classici monopoli, in cui bisognava togliere un bastoncino di legno alla volta fino a che non crollava tutto?
Il Jenga era proprio quella scatola polverosa che si trovava nella casa al mare o in montagna che non ti avrebbe abbandonato nei momenti di segnale vuoto. Una torre di bastoncini, un turno a testa, chi fa crollare tutto perde. Facile.

La domanda che qualcuno - e mi chiedo sempre chi sia il qualcuno che ha iniziato il tutto - è stata: “ma se il cibo è tridimensionale e spesso a forma di bastoncino, perché non lo impiliamo a 18 piani e giochiamo a Jenga?
Da qualche tempo l’hashtag #foodjenga non dico che stia facendo impazzire l’internet, però ha il suo buon seguito: dalle blogger agli chef, passando per persone normali e semplici idioti, non si vede l’ora di mostrare al mondo quanto sia bello far cascare il cibo per poi mangiarlo.
Insegnamenti di quelli che fanno bene alla salute dei vostri figli.
Foto di patatine fritte - e ok -, cosce di pollo - wtf?!? -, pancakes - è ovvio che cadranno, geni - e un sacco di altra roba tra cui Twix e Nuggets sono alcune delle immagini che si può vedere pigiando l’hashtag.
Ma non mancano i boomerang che mostrano divertenti come in effetti possa crollare rovinosamente una torretta di quelli che apparentemente sembrano churros.

Insomma, se non avete nulla da fare sotto l’ombrellone, perché le parole crociate hanno anche un po' rotto le palle, diciamocelo, potete lanciarvi in un voyeurismo sfrenato in cui del cibo si rovescia a terra quando potrebbe essere commestibile, lamentarvi dei bei vecchi tempi in cui tutti insieme si imparava a non distruggere con quei legnetti precisi a forma di patatine sotto i pile in montagna.

Oppure lanciarvi in una challenge che sarebbe davvero sacrilega: impilare le lasagne e le parmigiane in spiaggia e giocare a Jenga con quelle.

Chi le fa cadere...mi spiace, non ce ne sono più.

Segui Andrea su Instagram

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram


Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.