Pubblicità
Motherboard

Questa app di dating trova i partner grazie al DNA

Quando Tinder non basta più, ci pensa la genetica.

di Federico Martelli
28 febbraio 2018, 7:30am

Immagine: mrhayata / Flickr 
Composizione: Giulia Trincardi

Quante cose conoscono di noi le app di dating come Tinder? Tantissime. Ma ora c'è un'app che chiede un'altra informazione in più: il nostro DNA. Per utilizzare infatti Pheramor — questo il nome della nuova app — gli utenti devono sottoporre all'azienda un campione di saliva raccolto dalla propria bocca con un tampone grazie a un kit apposito. Poi, il team di scienziati coinvolto analizza i dati per isolare 11 geni specifici — quelli legati alla produzione di feromoni, sostanze biochimiche prodotte dal sistema endocrino associate all'attrazione sessuale.

Infatti, maggiore è la differenza in questi geni, ci dice la scienza e uno strano esperimento a base di magliette sudate, maggiore anche l'attrazione sessuale.

Ovviamente, non conta solo la compatibilità sessuale per creare un match perfetto: per questo, l'app mette in relazione i dati genetici con le informazioni che gli utenti condividono attraverso i social. In particolare, sono in grado di determinare i tratti della personalità di un utente dalla sua attività sui social e i suoi interessi dal suo modo di utilizzo di Facebook o Twitter, dagli hashtag che usa, dai luoghi in cui ha fatto check-in.

L'app è nata a Houston e sarà lanciata questa settimana — purtroppo o per fortuna — solo per gli utenti della città texana, almeno in principio.

”Quando odoriamo i feromoni di qualcuno, di base, stiamo confrontando quanto il suo sistema immunitario è diverso dal nostro," ha dichiarato allo Houston Chronicle Brittany Barreto, co-fondatrice di Pheramor, spiegando poi che si tratterebbe di un meccanismo evolutivo, perché "ci annusiamo per capire quale sia la persona migliore con cui accoppiarci." Ben inteso che, per quanto la scienza compia interessanti esperimenti da tempo a riguardo, l'accoppiamento in senso stretto non è necessariamente una priorità fondante di tutte le relazioni d'amore di successo.

Ma c'è un altro buon motivo per cui Pheramor ha deciso di includere i dati genetici tra gli elementi che determinano un buon match: la sicurezza. Fornendo i dati genetici, gli utenti non possono infatti mentire sulla loro reale identità — chissà se è possibile barare usando dei prodotti a base di ferormoni che promettono di aumentare la propria attrattiva, però.

Quel che è certo, è che se non riusciremo a trovare l'anima gemella neanche grazie a Pheramor, potremo finalmente prendercela con la scienza. Grazie feromoni!

Seguici su Facebook e Twitter.