Pubblicità
Cannabis

In Canada è già finita l'erba

Il primo giorno di cannabis legale ha visto i canadesi razziare sia i negozi online che quelli fisici, e lasciarli completamente a secco.

di Mack Lamoureux
19 ottobre 2018, 9:31am

Foto via John Woods/Canadian Press.

Ai canadesi la loro erba legale piace talmente tanto che molti negozi hanno finito le scorte già il primo giorno dopo l'entrata in vigore della legge che legalizza la cannabis, e nessuno sa bene quando la riavranno.

In tutto il paese, fumatori di ogni tipo hanno fatto ore e ore di coda fuori dai negozi o online. Sapevamo già tutti che la domanda sarebbe stata enorme, e molti negozi, per non farsi trovare impreparati, avevano fatto le scorte. Il problema è che, in molti casi, non è bastato.

Le belle del ballo della legalizzazione, le province del Newfoundland e del Labrador, hanno avuto molti negozi costretti a bloccare le vendite perché erano a secco. Il gestore di un negozio, ironia della sorte, ha dichiarato che di tutti gli stramaledetti orari a cui potevano finire l'erba, l'hanno finita alle 4:20. Non era molto contento.

"Sono un po' sconvolto che sia finita così in fretta, e anche molto arrabbiato di non averne abbastanza per tutti," ha detto Thomas Clarke, che gestisce THC Distribution a Portugal Cove-St Philip’s, alla CBC. "Ho dovuto lasciare a secco molte persone, eppure mi era stato assicurato che se avessi pagato, la cannabis mi sarebbe stata consegnata tutta."

Clarke ha detto a CBC che non ha ricevuto l'intera fornitura che aveva ordinato dal produttore, e per questo stava già finendo le scorte. Quello di Clarke non è un caso isolato: in molti rivenditori in tutta la regione e nel paese hanno avuto lo stesso problema.

In Quebec, i clienti hanno aspettato per ore in fila fuori dai negozi ma molti di loro sono tornati a casa a mani vuote; anche quelli che sono entrati hanno trovato solo quantità molto ridotte. Un cliente deluso ha detto a The Montreal Gazette, "per me, la partita è persa: mercato nero, 1; governo: zero." Spostandoci più a ovest, verso il Saskatchewan, alcuni negozi non hanno aperto il giorno della legalizzazione perché semplicemente non avevano ricevuto la fornitura necessaria. Nei Territori del Nord Ovest, invece, l'unico cannabis shop a Yellowknife ha esaurito la disponibilità il giorno stesso dell'apertura, mercoledì 17 ottobre.

Ontario-weed

I disagi maggiori si sono riscontrati online, con picchi di traffico, prodotti sold out, e nei casi peggiori, siti in crash. Per molti cittadini, infatti, l'acquisto online era l'unica soluzione possibile, in particolare in Ontario, Nunavut e British Columbia.

In Ontario, l'offerta dei rivenditori online, anche in termini di quantità, si è ridotta progressivamente per via delle troppe richieste—in poche ore, sul sito era rimasta disponibile solo la cannabis prodotta dal più grande produttore del paese. In British Columbia, la provincia della cannabis, il prodotto più economico in vendita sui siti è andato esaurito in pochissimi minuti, ed entro la fine della mattinata anche tutto il resto era stato venduto. Il sito per la vendita della cannabis in Nunavut è andato in down più volte nel corso della giornata e una volta tornato funzionante, i prodotti erano quasi completamente esauriti.

A Winnipeg, un'azienda ha venduto tutta la fornitura disponibile in una sola mattinata, per un valore totale di circa 50mila dollari. In Alberta, l'olio di cannabis è andato subito esaurito, mentre in Nova Scotia sono rimasti disponibili solo pochissimi articoli. E gli esempi potrebbero continuare.

Come se non bastasse, lo sciopero indetto dal servizio di spedizione Canada Post ha comportato notevoli ritardi nelle consegne, evvai!

In realtà, la situazione non dovrebbe sorprendere, e anzi era stata già prevista dagli esperti del settore. In uno studio pubblicato all'inizio del mese, i ricercatori dell'Università di Waterloo e il C.D. Howe Institute affermavano che mentre il Canada sarebbe stato in grado di mettere sul mercato circa 210 tonnellate di cannabis, la domanda avrebbe raggiunto le 610 tonnellate.

Molti negozi sono in attesa di nuova cannabis legale da rivendere ai consumatori entro il fine settimana. Detto ciò, questo era solo il primo giorno in cui una sostanza prima illegale è diventata legale e vendibile liberamente, quindi non possiamo davvero lamentarci.

Segui Mack Lamoureux su Twitter.

Guarda il nostro video sulla situazione in Italia:

Tagged:
News
Canada
Droga
sold out
erba legale