Munchies

Il panino al pastrami di Katz's Delicatessen a New York è così grande che puoi dividerlo in 5

Perché i panini a New York sono così grandi? Ho provato quello leggendario al pastrami di Katz's Delicatessen e ci ho mangiato per cinque pasti.

di Ashwin Rodrigues
23 aprile 2019, 9:58am

panino pastrami Katz's

C'è sempre un gran chiasso fuori dalla famosissima tavola calda di Manhattan Katz's Delicatessen. Da quello che sono riuscito a capire nei miei molti passaggi per questo angolo di strada che odora di umami, si tratta soprattutto di turisti. Il bene più esportato da Katz’s, il panino col pastrami, è per me fonte di perplessità. Ecco il problema: la porzione standard di un panino col pastrami (da tutte le parti; non solo da Katz's, che è gestito da persone adorabili, molto gentili ed efficienti) è ridicola e dovrebbe essere rivista. Sono semplicemente troppo, assolutamente troppo, grandi.

Katz's Deli è famoso per le sue prelibatezze, ma anche per aver fatto da scena al famigerato orgasmo finto di Meg Ryan in Harry, ti presento Sally. Ma quando dai un’occhiata alle porzioni di questi panini, e ai panini col pastrami in generale, ti rendi conto che, in realtà, Meg Ryan potrebbe aver avuto un attacco di cuore in corso, che è stato sostituito nella scena come piacere simulato.

Secondo delle stime assolutamente personali, ho calcolato che un panino di Katz's potrebbe essere diviso in almeno quattro panini di dimensioni normali. Tuttavia, non avevo basi scientifiche per la mia affermazione, dato che non avevo mai moltiplicato panini tramite altri panini; questa mi sembra una cosa che è meglio lasciare a Gesù.

T1554996574099-sandwich-2
Tutte le foto dell'autore.

Tornando indietro, sia chiaro: adoro la carne salata. Quando ho letto il rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che afferma che la carne trattata provoca il cancro, ho deciso di credere che “carne trattata” si riferisca esclusivamente agli Slim Jim [n.d.r.: salsicce di carne secca]. Per gli amanti della carne salata, il panino col pastrami è una soluzione ideale: grasso filante, fette di carne che a malapena stanno insieme e due sottili fette di pane di segale tostato che aggiungono il contrasto di consistenza necessario e una presa asciutta per tenere in mano questo ammasso di grassi e proteine.

Ma le proporzioni, sia nel rapporto carne-pane che in quello calorie-capacità-di-fare-qualcosa-dopo, non sono buone per me. Non più. Quando facevo un lavoro d’ufficio che odiavo con tutto me stesso, una volta ogni qualche settimana, io e i miei colleghi programmavamo i nostri impegni per il dopo pranzo in base a una precisa tavola calda che serviva panini giganteschi con carne sotto sale e pastrami. (La carne sotto sale è carne di manzo in salamoia. Il pastrami è manzo sotto sale che è stato affumicato. Tutti i rettangoli sono quadrati, ecc.)

La pianificazione in base a questo pasto era dovuta alla grandezza dei panini e, quindi, al livello di letargia nichilista che sopraggiungeva dopo averne mangiato uno. Questi pasti sembravano oggetti di scena per una pubblicità di farmaci per il bruciore di stomaco.

Se dovessi ritrovarmi sul divano di uno psichiatra per capire perché mi sia ripetutamente sottoposto a questa esperienza, probabilmente mi addormenterei (soprattutto se ho appena mangiato un panino col pastrami). Ma dopo essermi svegliato madido di sudore post-carne dal riposino, probabilmente direi che è stato un atto di ribellione gastrica. Io e i miei amici, forse inconsciamente, ci procuravamo l’abbiocco per rubare produttività all’azienda; stavamo gettando sporcizia negli ingranaggi della produzione con della deliziosa carne, piena zeppa di sodio.

1554996622905-katzcutter

Ora, da autore freelance costantemente in movimento (immagina che mi stia rivolgendo in camera, prendendo una S.Pellegrino da un frigorifero rifornito solo di acqua in bottiglia, mentre percorro il mio ampio monolocale da 90 metri quadrati), non voglio un panino che mi faccia sentire ufficialmente morto per diverse ore. Se pago oltre 20 euro per un panino, voglio ricevere li valore dei miei soldi non solo in carne, ma in vera soddisfazione.

Sono andato da Katz’s intorno alle tre e mezza, un mercoledì pomeriggio d’inizio aprile. La tavola calda è costruita per gestire la folla sempre presente e, di conseguenza, ho dovuto parlare con quattro persone diverse per comprare un panino al pastrami. C'è il tipo davanti alla porta, che mi ha dato un biglietto; il tipo che ha preso il mio biglietto, mi ha fatto il panino (e mi ha dato un paio di pezzi di pastrami da assaggiare); il ragazzo a cui ho pagato tramite carta di credito; e un altro ragazzo vicino alla porta a controllare la mia ricevuta, ad accertarsi che avessi pagato e che non fosse lì a rubare un po’ di carne.

Come qualsiasi persona che ne sappia di fiscalità ti dirà, a volte devi spendere soldi per risparmiare denaro. Prima della mia spedizione da Katz's, ho investito in una pagnotta di pane di segale. Ho quindi chiesto che il mio panino venisse servito aperto ed eseguito un'operazione culinaria, che ha prodotto cinque diversi panini al pastrami. Oltre ad aver ottenuto un miglior rapporto carne-pane, ora posso anche risparmiarmi il costo di cinque pasti, sentendomi una persona responsabile dal punto di vista economico e nutrizionale.

1554996688876-sandwiches-copy

Inoltre, ho potuto gustare un panino col pastrami più volte invece che in una sola seduta. E ogni volta che mangiavo uno dei miei panini di dimensioni ragionevoli, non diventavo incapace di fare qualsiasi cosa, dopo. Ne ho portato uno al cinema. (Sfortunatamente, a causa di un errore di comunicazione, la mia ragazza ha mangiato entrambe le metà, ma va bene.) Ne ho mangiato un altro subito dopo un allenamento, seduto su una panchina con vista sull'East River. Se dovessi mangiare un tradizionale panino ripieno di pastrami in questa situazione, mi cadrebbe inevitabilmente della carne per terra, finirei attaccato dagli uccelli, cadendo sulla ringhiera e poi annegando.

Se conosci le dimensioni del panino al pastrami standard e desideri quella sensazione mortifera che segue dopo averne mangiato uno, non ascoltarmi. Non sta a me derubarti di una strategia di adattamento che io stesso ho adoperato in precedenza. Altrimenti, ti chiedo di interrogarti sul perché sei arrivato ad accettare le dimensioni assurde di una porzione standard.

1554996699825-eastriver-2

Sappiamo che la gente mangerà di più in base a ciò che le viene servito, come dimostrato da uno studio in cui le persone a cui, senza saperlo, veniva servita della zuppa in ciotole che si riempivano automaticamente, mangiavano di più di quelle che non le avevano.

Armato di questa informazione, puoi portare un metaforico contenitore di plastica per la magica ciotola da zuppa che è un normale panino al pastrami, che è troppo, troppo grande. Tutto ciò di cui hai bisogno è una pagnotta e un po’ di autodisciplina.

Questo articolo è apparso originariamente su Munchies US.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram


Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.