FYI.

This story is over 5 years old.

Peter Beste, l'antropologo del black metal

13.4.10

Oramai sappiamo tutti che il black metal va ben oltre tombe profanate e chiese bruciate, ma continuiamo a trovare divertente guardare un serafico Peter Beste che, alla televisione svedese, racconta la scena del metallo scandinavo come un antropologo di ritorno da un viaggio lungo sette anni. Ci piace immaginarlo seduto ad una scrivania in rovere, su una poltrona nera in pelle, con in mano un bicchiere di brandy invecchiato 12 anni in botti di quercia. Solo che invece di parlarci dell'homo neanderthalensis, ci racconta di quando Euronymous dei Mayhem è stato accoltellato 23 volte da Varg Vikernes dei Burzum.