FYI.

This story is over 5 years old.

News

Notizie del dopo-sbornia

Tornano le notizie che avreste preferito continuare a ignorare.
16.9.13

Pause
RUSSIA E STATI UNITI HANNO RAGGIUNTO L'ACCORDO SULLE ARMI CHIMICHE SIRIANE
Il ministro siriano Ali Haidar l'ha definito una "grande vittoria"

Un sospetto missile di gas sarin. (Foto via)

(via)

L'accordo tra Stati Uniti e Russia sulle armi chimiche siriane è stato accolto come una vittoria dal ministro siriano Ali Haidar.

L'intesa, che è stata annunciata dopo tre giorni di colloqui tra il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e il segretario di Stato americano John Kerry, impone alla Siria di fornire tutti i dettagli riguardanti il suo arsenale chimico entro una settimana, e di eliminarlo completamente entro la metà del 2014.

Pubblicità

In caso di mancato rispetto delle condizioni una risoluzione ONU potrebbe acconsentire a un intervento militare, in riferimento al quale il presidente Obama ha commentato: "Se la diplomazia non dovesse funzionare, gli Stati Uniti sono pronti ad agire."

Secondo gli analisti il calendario delle scadenze per il patto è molto ambizioso; da parte loro, i vertici dell'Esercito Siriano Libero hanno respinto l'accordo sostenendo che si tratta soltanto di una mossa russa per permettere al presidente Assad di guadagnare tempo.

Nonostante le intenzioni diplomatiche, i combattimenti in Siria continuano incessantemente (come sempre, nonostante i notiziari continuino a parlare di guerra scampata riferendosi alla marcia indietro sull'intervento militare americano), con pesanti bombardamenti da parte delle forze governative e nuove vittime nel corso del fine settimana.

Intervento armato contro i guerriglieri musulmani
L'ESERCITO FILIPPINO È PASSATO ALL'AZIONE
Dicono di aver circondato le poche dozzine di ribelli rimasti a Zamboanga

(via)

I soldati filippini sarebbero vicini a sconfiggere le ultime decine di ribelli che lunedì scorso hanno preso d'assalto la città di Zamboanga.

Da quando gli uomini armati—presumibilmente sotto il controllo del guerrigliero Nur Misuari—hanno attaccato la città, 60.000 persone sono state costrette alla fuga. Nei combattimenti sarebbero rimasti uccisi anche quattro civili.

Pubblicità

Gli analisti sostengono che Misuari sia in collera perché la sua fazione del Fronte di Liberazione Nazionale (Mnlf) è stata ignorata nei negoziati di pace del governo, dopo che egli aveva dichiarato un'intera area del sud delle Filippine come stato indipendente.

Misuari aveva inizialmente manifestato l'intenzione di voler portare avanti la secessione con mezzi pacifici, ma il fatto che i suoi uomini abbiano preso in ostaggio i cittadini e dato fuoco agli edifici suggerisce che quei propositi siano naufragati.

Le autorità dichiarano che la maggior parte dei prigionieri è stata liberata e affermano di aver "riconquistato alcune aree che erano sotto il controllo dei guerriglieri", ma ammettono di non sapere entro quanto l'esercito riuscirà a riprendere completamente il controllo della città.

Recupero del relitto
AL VIA LE OPERAZIONI DI RADDRIZZAMENTO DELLA COSTA CONCORDIA
"È tempo di restituire l'isola ai suoi abitanti," ha affermato il Presidente della Regione Toscana

(Foto via)

(via)

Il 13 gennaio del 2012 la Costa Concordia si arenava sulle scogliere dell'Isola del Giglio, causando la morte di 32 passeggeri. Nelle ultime ore sono iniziati i lavori di raddrizzamento della nave, dopo che, nei mesi passati, è stato realizzato un cantiere con 30.000 tonnellate di acciaio—quattro volte il peso della Torre Eiffel.

Le operazioni di raddrizzamento saranno articolate in tre fasi: quella odierna prevede il disincaglio della nave dai due speroni di roccia che ne hanno impedito lo slittamento sul fondale. Per ottenere una rotazione di 20 gradi della nave, rimettendola così a galla e facendola poggiare su un falso fondale a 30 metri di profondità, si stanno utilizzando galleggianti di acciaio, applicati gradualmente per impedire una rotazione troppo violenta.

Pubblicità

Il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha dichiarato che "È tempo di restiruire l'isola a se stessa, di liberarla da quel mostro che la sfregia e ha violato i ritmi della sua gente."

Proteste
DECINE DI MIGLIAIA DI POLACCHI SONO SCESI IN STRADA CONTRO IL GOVERNO
Non sono molto soddisfatti delle modifiche proposte per la legge sul lavoro

(via)

Decine di migliaia di cittadini polacchi hanno occupato le strade di Varsavia per protestare contro la riforma del lavoro proposta dal governo.

I manifestanti—che si presume abbiano raggiunto il numero di 120.000 durante i quattro giorni di protesta—chiedevano un aumento del minimo salariale, maggior sicurezza sui luoghi di lavoro e la cancellazione della legge che prevede l'innalzamento dell'età pensionabile  a 67 anni. Hanno inoltre esposto numerosi striscioni che caldeggiavano le dimissioni del primo ministro Donald Tusk.

Combattere il terrorismo al computer
SVILUPPATO UN SOFTWARE CHE CERCA DI PREVEDERE IL PROSSIMO LEADER DEL TERRORISMO INTERNAZIONALE
Se dovesse funzionare, farebbe risparmiare un sacco di soldi a tutti

(Foto via)

(via)

Un team dell'Università del Maryland ha sviluppato un nuovo software che identifica i successori dei leader terroristici imprigionati, prevedendo il rimodellamento della rete quando questa rimane orfana della propria guida.

Il sistema, Stone (Shaping Terrorist Organisation Network Efficacy), utilizza le informazioni sui singoli terroristi e quelle sui collegamenti fra questi per identificare i probabili sostituti al comando.

Il software è stato testato sui casi di ex leader di Al Qaeda, Hamas e Lashkar-e-Taiba. In questi test Stone ha indicato tre o quattro possibili rimpiazzi per il ruolo di comandante, e, nell'80 percento dei casi, i nomi indicati sono risultati corrispondenti agli effettivi nuovi leader.

Non è ancora impeccabile, ma potrebbe aiutare a ridurre i costi (gli Stati Uniti hanno speso un trilione di dollari nella caccia a Osama Bin Laden) che le ricerche comportano.

Realizzato con la collaborazione di Mac Hackett.