FYI.

This story is over 5 years old.

La NASA celebra 15 anni di GIF spaziali

Nel dicembre 1999 la NASA lanciò il satellite Terra, il primo portabandiera dell'Earth Observing System (EOS). Ora l'EOS include altri 18 satelliti che monitorano l'evoluzione delle dinamiche del nostro pianeta.
29.12.14

Il 18 dicembre 1999 la NASA lanciò il satellite Terra, il primo portabandiera dell'Earth Observing System (EOS). L'EOS include ora 18 altri satelliti che formano una sofisticata rete orbitante che monitora l'evoluzione delle dinamiche del nostro pianeta.

"Da 15 anni a questa parte ci ha fornito una prospettiva della Terra dallo spazio che è la migliore della storia," ha scritto la NASA in una conferenza stampa organizzata per festeggiare l'importante ricorrenza. "In un periodo in cui la Terra è sottoposta a cambiamenti di importanza fondamentale, questa visione globale offre non soltanto immagini incredibili ma anche informazioni vitalmente importanti su come il nostro pianeta stia cambiando."

Pubblicità

In questa occasione sono state mostrate anche alcune immagini particolarmente affascinanti riprese dai satelliti EOS, a partire dall'iconica "Blue Marble" del 2002.

Immagine: NASA's Earth Observatory

Ma il network ESO non è stato progettato solo per scattare belle immagini della Terra (nonostante ne abbia prodotte alcune davvero spettacolari). La missione primaria di questa rete di satelliti è di riprendere i sistemi in costante cambiamento del pianeta nel lungo periodo—e questa è un'ottima occasione per usare delle GIF. Prendete per esempio l'animazione qui sopra dei cicli della vegetazione durante il periodo di un anno raccolta dalla strumentazione MODIS dei satelliti Terra e Aqua.

MODIS ha anche registrato il drammatico collasso e la rinascita di un'enorme piattaforma di ghiaccio nell'Antartico nel 2002.

Ciclo della piattaforma di ghiaccio Larsen B Immagine: NASA's Earth Observatory

Oltre a mostrarci i dettagli di questi processo, l'ESO ha monitorato il preoccupante esaurimento dei ghiacci polari su scala macroscopica. La strumentazione AMSR-E sul satellite Aqua ha monitorato il Mar Glaciale Artico negli ultimi dieci anni, confermando che le calotte stanno retrocedendo a causa dei cambiamenti climatici. Questa animazione rappresenta i dati AMSR-E raccolti tra il 4 settembre 2009 e il 30 gennaio 2011.

Il ciclo stagionale del Mar Glaciale Artico. Immagine: NASA's Earth Observatory

Immagine: NASA Goddard's Scientific Visualization Studio

Un altro obiettivo dell'EOS è di osservare i cicli stagionali di anidride carbonica. La strumentazione AIRS sul satellite Aqua cattura questa interazione annuale tra la vegetazione e l'anidride carbonica, e tiene traccia dell'andamento a lungo termine dell'inquinamento dei gas serra. Questa animazione mostra come il gas si diffonde nell'emisfero boreale in inverno e in primavera, e viene poi processato dalla vita fotosintetica durante l'estate. Sembra che sia il pianeta stesso a inspirare ed espirare il gas.

Immagine: NASA Goddard's Scientific Visualization Studio

E per ultimo uno dei nuovi arrivati della flotta ESO, il satellite Suomi National Polar-orbiting Partnership (Suomi NPP), che osserva i pattern delle luci natalizie intorno al pianeta. Il risultato è uno sguardo dallo spazio del periodo festivo, che include anche una serie di informazioni sullo sviluppo urbano.

Decorazioni luminose dallo spazio. Immagine: NASA Goddard/YouTube

Questa rete di satelliti ha fatto molto negli ultimi 15 anni e, considerando l'incerto stato della Terra in questo momento, nel futuro il suo operato risulterà ancora più importante, e ci darà molto di più di queste belle GIF spaziali.