La Sampdoria è la prima società italiana a tesserare un videogiocatore

Il presidente Ferrero: "Voglio far diventare la Samp il primo club italiano a imboccare la strada dei videogiochi dei professionisti."
20.5.16

Da tempo, gli eSport hanno ottenuto un riconoscimento ufficiale in Italia, anche grazie a iniziative come GEC (Giochi elettronici competitivi), settore dell'ASI—l'ente di promozione sportiva legittimata dal CONI—che si occupa di disciplinare e organizzare le sportive elettroniche.

Da oggi, invece, la Sampdoria è ufficialmente la prima società calcistica italiana a tesserare un videogiocatore, provando a seguire, almeno in parte, l'esempio dello Schalke 04 che ha recentemente acquistato un intero team di League of Legends e intende espandersi ulteriormente. Mattia Guarracino, noto con il nickname Lonewolf92, è sei volte campione nazionale di Fifa e rappresenterà la squadra alla prossima Fifa Interactive World Cup, prestigioso torneo internazionale della disciplina.

Pubblicità

"Il West Ham è diventato il primo club del Regno Unito a mettere sotto contratto i videogiochi," ha dichiarato il presidente Ferrero all'Ansa, come riportato dai principali siti sportivi. "La stessa cosa è già accaduta in Germania col Wolfsburg che ha messo sotto contratto due giocatori e lo Schalke04 che ha preso un intero team. Io ho deciso di mettere sotto contratto Mattia, che è il più grande giocatore di videogiochi d'Italia e voglio far diventare la Samp il primo club italiano a imboccare la strada dei videogiochi dei professionisti, che sarà il futuro del calcio"

Anche l'atleta ha avuto modo di esprimersi sullo stato degli eSport e i progetti futuri, dichiarando all'ANSA: "In Italia il movimento non è ancora partito, ma insieme con il presidente Ferrero stiamo cercando di farlo decollare." Ferrero, infatti, si è detto interessato all'organizzazione di un torneo nazionale, per cui la Sampdoria avrebbe iniziato a muoversi d'anticipo.

Non possiamo che accogliere con favore la notizia, dal momento che come ci aveva già spiegato Michele Bertocchi, in Italia uno dei problemi più sentiti nell'ambito è la mancanza di organizazzione, "Ad oggi tutti i tornei organizzati sono "slegati" tra loro […] se imbroglio e vengo squalificato nel torneo A posso partecipare il giorno successivo ad un torneo B senza che mi vengano applicate sanzioni di alcun tipo. Diciamo che è stata un'operazione dovuta e volontariamente non legata a realtà commerciali ma istituzionali, per mettere al primo posto i player e non i brand." Per questo senza dubbio un'iniziativa del genere non potrà fare altro che aiutare a dare corpo alla disciplina.

Sempre Bertocchi ha già avuto modo di

commentare la notizia

, dichiarando "Da responsabile del settore Giochi Elettronici Competitivi di ASI non posso che fare i miei più sinceri auguri a Mattia Lonewolf Guarracino, scelto da Massimo Ferrero come nuovo atleta video giocatore per il club della Sampdoria," ha commentato Michele Bertocchi, responsabile nazione di GEC. "Mattia, raccoglie il meritato frutto di anni di tornei e successi e sono certo che il presidente della Samp, Ferrero, non perderà l'occasione di mettere a sistema le competenze che il settore GEC di Asi ha maturato nel corso di questi ultimi due anni dalla sua nascita."