FYI.

This story is over 5 years old.

Il video spettacolare delle navicelle della NASA che si schiantano

I lanci e gli atterraggi riusciti meritano i dovuti riconoscimenti, ma anche gli schianti sono degni di nota.
26.8.15
Immagine: NASA

Il 20 luglio del 1969, quasi mezzo miliardo di persone sintonizzò i propri apparecchi televisivi sullo storico allunaggio dell'Apollo 11, segnando un nuovo record per la TV in diretta.

Quello che però i telespettatori non hanno visto quel giorno sono tutti gli atterraggi di prova condotti alla Lunar Landing Research Facility (LLRF) della NASA, che hanno consentito all'ultimo "grande volo" di essere un successo clamoroso. Completata nel 1965, la LLRF è stata utilizzata da astronauti e da ingegneri per simulare lo stadio finale della discesa sulla luna, e ha contribuito in modo incommensurabile alla riuscita dell'allunaggio.

Da allora, alla LLRF è stato dato un nuovo scopo e il nuovo nome di Landing Impact and Research Facility (LandIR), e al momento funziona come piattaforma per incidenti controllati. In altre parole, è il posto dove si fanno schiantare costosi equipaggiamenti aerospaziali e d'aviazione e si considerano i risultati in vista delle missioni future.

La NASA ha appena pubblicato una meravigliosa retrospettiva dedicata alla struttura e ai suoi 50 anni di storia, spiegando le sue origini come terreno di prova per l'allunaggio, fino alla sua moderna funzione di Demolition Derby della ricerca spaziale.

Il montaggio è uno spasso da guardare anche solo per gli schianti, ma fa anche riflettere su quanto lavoro preparatorio ci sia dietro all'esplorazione dello spazio. I lanci e gli atterraggi meritano i dovuti riconoscimenti, ma la LandIR dimostra che queste fioriture sono parte di una storia ben più ampia di sviluppo di navicelle stabili, un processo che può trasformarsi in un divertente disastro.