Pubblicità
Fotografia

I corpi femminili manipolati e inquietanti del fotografo Yung Cheng Lin

Questi scatti ambigui e viscerali puntano il dito contro i giudizi imposti sulle donne dalla società.

di Annie Armstrong
10 marzo 2016, 10:44am


Immagini per gentile concessione dell'artista

Sono in molti a dire che ci sia un legame tra il disagio e la spinta al cambiamento. Yung Cheng Lin, conosciuto anche con lo pseudonimo di 3cm, è un artista taiwanese che lavora proprio su questo concetto quando ritrae il corpo femminile: “Il mio principale interesse è quello di discutere le questioni morali, specialmente quelle relative alle donne… la definizione di donna imposta da questa società è limitata, carica di giudizi e simile una gabbia, e i media giocano un ruolo determinante in questo senso,” ha raccontato Cheng Lin a The Creators Project, “Quando le persone non seguono le ultime tendenze, sono considerate fuori moda o pecore nere. Il fenomeno è palese se si guarda alle donne. Per esempio, le donne devono depilarsi o perdere peso o restare in forma.”

Le fotografie di Cheng Lin sono inquietanti e viscerali, e ognuna di esse provoca una reazione nel suo pubblico, spesso una morsa allo stomaco o un momento di disagio. È facile individuare cosa renda strazianti alcuni degli scatti, che lavorano sulla distorsione del corpo umano, manipolandolo o costringendolo a prospettive scomode. Altre immagini, invece, sono più implicite, e lasciano che sia una sottile ambiguità a raccontare la loro storia. Guardate alcune delle opere di Cheng Lin qui sotto e fatevi un’idea voi stessi.

Scoprite di più sul lavoro di Yung Cheng Lin, visitando il suo sito.