Motherboard

Lo YouTube dei chirurghi è sanguinoso ma anche educativo

I dottori hanno silenziosamente cominciato a caricare migliaia di video delle loro procedure più invasive. E i pazienti li amano.

di Samantha Cole
24 febbraio 2017, 10:01am

C'è un ottimo mercato su internet per i video degli interventi chirurgici. La maggior parte sono difficili da digerire anche per i più curiosI: sto parlando di cuori che vengono tirati via dal petto delle persone, riprese ravvicinate dell'estrazione di un dente del giudizio, sistemazioni di rotule. Le dirette degli interventi chirurgici sono trasmesse sui social media, e diventano spesso un sanguinolento punto di raccolta per appassionati. 

Cercare "educational surgery" o "real surgery" su YouTube permette di dare un'occhiata a milioni di risultati. Persone che partoriscono o a cui viene somministrato un lifting davanti a un'audience di spettatori provenienti da internet. Molti chirurghi plastici preferiscono usare Snapchat per raggiungere i loro futuri pazienti, come il Dr. Matthew Schulman, che trasmette in diretta dalla sua sala operatoria a milioni di follower

Poi c'è la chirurgia bariatrica, che ha un seguito tutto suo.

Il Dr. Thomas Brown, la cui clinica in Colorado posta video di procedure chirurgiche bariatriche robotizzate su YouTube, mi ha detto che i video vengono caricati su richiesta dei pazienti. Dal 1990 in poi, quando ha cominciato a svolgere laparoscopie, i pazienti hanno richiesto che le loro operazioni fossero filmate e che il dottore gliene inviasse una copia su una VHS. 

Ora, le riprese dell'operazione sono ormai parte integrante della burocrazia che viene sottoposta ai pazienti, necessarie in particolare per scopi didattici. 

"Il paziente medio passa quasi un anno a riflettere sull'operazione chirurgica, e spende quasi sei mesi a cercare informazioni su internet, tra report, studi — e sì, anche video," ha spiegato Brown. 

Fare ricerca e parlare con il proprio chirurgo è una parte fondamentale del percorso per arrivare a un'operazione chirurgica bariatrica. I pazienti hanno chiesto a Brown che tipo di punti metallici usa e chi li fabbrica. "Si tratta di un pubblico decisamente esigente," ha aggiunto. 

Pubblicare video di questo tipo è anche una tecnica per trovare nuovi pazienti. Certo, non si tratta di procacciare clienti per un appendicectomia d'emergenza, ma quando si tratta di questo tipo di procedure, molti pazienti scelgono i propri dottori dopo una ricerca su internet. 

Si tratta anche di un modo, per i dottori, di condividere dei consigli o degli appunti. L'azienda che produce i robot chirurgici di Brown, Intuitive Surgical, gli ha chiesto di creare dei video che possano essere utili agli altri chirurghi per imparare a utilizzare i nuovi strumenti. A Brown sono serviti sei mesi di addestramento su dei simulatori per riuscire a operare con abilità il robot laparoscopico. 

YouTube non dispone di norme specifiche per quanto riguarda i video di questo tipo, ma imposta delle regole per ciò che riguarda le immagini più crude: gli utenti devono pubblicare dei titoli sufficientemente descrittivi per far sì che gli utenti sappiano cosa stanno per andare a vedere, e il materiale gore a scopi educativi — non per shoccare o offendere le persone — è permesso. 

Per il Dr. Steven Safran, un oftalmologo del New Jersey e specializzato in interventi alla Cornea, insegnare e imparare con altri dottori è il più grande beneficio della pubblicazione online dei suoi video. (E anche per spaventarci tutti con una serie di video ai limiti del reale con protagoniste le palle degli occhi.)

"Imparo sia dai miei risultati migliori che da quelli non eccellenti per capire come svolgere al meglio il mio lavoro in futuro," mi ha spiegato Safran per email. "Il processo di editing dei video ti costringe a guardare le procedure con grande attenzione e ti aiuta a comprendere meglio ciò che è successo e come fare le cose meglio o diversamente in futuro. È parte del processo di apprendimento, e sto ancora imparando a svolgerlo."

Anche per Brown, guardarsi mentre svolge il proprio lavoro è un po' come guardare delle registrazioni delle partite per un allenatore di calcio. "Torni indietro e guardi meglio ogni azione e cominci a pensare che, cavolo, forse avresti potuto posizionare meglio quel punto, o avresti potuto inserirlo da quella parte oppure da quell'altra."

I video delle operazioni in futuro saranno normalità, un po' come capita per i tutorial di cucina o per gli streaming di videogiochi? È difficile da dire. Visto che Facebook è un luogo realmente pubblico, Brown non crede che le stesse tecniche educative riusciranno a consumarsi lì. Si tratta più di uno shock da gore che di un corso di scienze. 

I raduni nazionali per i professionisti di questo campo spesso ospitano tre o quattro sessioni di operazioni chirurgiche trasmesse in diretta allo stesso tempo, e i dottori sono disponibili a rispondere alle domande in tempo reale. Intuitive Surgical ospita una versione virtuale di queste dirette, dove i dottori si incontrano singolarmente e possono fare delle domande mentre la procedura si svolge a schermo. Stanno già lavorando alle procedure in realtà virtuale sfruttando strumenti robotici da remoto. 

Lo scorso anno, Schulman ha detto a Motherboard che mentre Snapchat è la sua piattaforma principale al momento, sempre più dottori cercano di capire dove vivono online i loro pazienti per poter anticipare i trend.

"Fondamentalmente fornisco loro uno show," ha detto. "Si tratta di uno show educativo, ma pur sempre uno show."