FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

I tatuaggi più pazzi del mondo

21.5.08

Siamo quasi sicuri (o forse vogliamo esserlo) che avrete già sentito parlare del nuovo libro sui tatuaggi più pazzi del mondo, intitolato No Regrets: The Best, Worst, & Most #$%*ing Ridiculous Tattoos Ever (Grand Central Publishing), creato da Aviva Yael, una cara amica di Vice. Il libro ha già ricevuto un sacco di attenzione dai media, tanto che ci sentiamo un po' coglioni a parlarvene, ma faremmo qualsiasi cosa per un'amica di vecchia data. Ne ha parlato anche Howard Stern! Peccato che fosse convinto che Aviva sia un uomo. Che poi, Howard non è mica ebreo? Non dovrebbe essere in grado di riconoscere un bel nome ebreo da ragazza?

Comunque dicevamo, questo libro è splendido, e risulta particolarmente divertente se guardato in compagnia di vari amici sbronzi. Alcuni dei tatuaggi sono della serie Che Cazzo, uno su tutti la faccia di Michael Moore. Nel senso, sul serio? La faccia di Michael Moore? Altri sono semplicemente terribili—speriamo che il ragazzo che si è tatuato la faccia di Hitler vada a bruciare all'inferno. Tre dei nostri preferiti sono un unicorno che dice  "Boo-yah," un delfino con un tatuaggio tribale che fuma un bong seduto su una poltrona reclinabile (quanta attenzione al dettaglio!), e un biscotto della fortuna cinese aperto, il cui bigliettino recita "You're An Asshole." Saremmo lieti di stringere la mano a questi stalloni della comicità.

Anche se il libro si chiama No Regrets, noi in realtà un senso di colpa ce l'abbiamo, perché il libro è uscito prima che potessimo mandare la foto dell'editor di VBS John McSwain, che recentemente si è fatto tatuare una maliziosa fetta di salame:

Presto pubblicheremo un'intervista ad Aviva—l'unica persona che conosciamo il cui nome è un palindromo (oltre al nostro caro vecchio Ama La Salama)—chiedendole come cazzo abbia fatto a trovare una tale quantità di roba agghiacciante, quindi tornate a controllare…se ne avete il coraggio! Che poi, in realtà, perché non dovreste trovare il coraggio? Non è che sia proprio una cosa pericolosa.