FYI.

This story is over 5 years old.

Stuff

Il mito della luna piena

È vero che le ragazze sono tutte delle lunatiche (nel senso più letterale del termine)?
27.4.12

A quanto pare, la luna piena fa fare alle donne un sacco di cose pazze. E c'è di più. Secondo uno studio pubblicato su un numero del British Medical Journal del 1998 in cui mi sono casualmente imbattuta l’altro giorno, durante il plenilunio gli incidenti stradali hanno il 14 percento di possibilità in più di accadere. Una ricerca citata dalla BBC parla inoltre di un contemporaneo aumento dei crimini violenti commessi in carcere. Ma nella scienza funziona così: per ogni persona che afferma una cosa, ce ne sono tre pronte a sostenere il contrario. In più, a cosa è dovuta tutta quest’enfasi sulle donne? Non è un romanzo di Anaïs Nin, cari miei. È tutto vero? La luna piena ha un influsso sulle ragazze tale da giustificare una telefonata URGENTE dalla mamma della mia coinquilina per avvertirla che “la luna piena è in Bilancia” e che sarà bisognosa di affetto e patetica per tutta la notte?

Sono propensa a credere che l’intera questione “luna piena = maree = mestruazioni = follia” sia una stronzata assoluta. Ma ho comunque scelto di fare qualche ricerca e un paio di test molto sofisticati. Così, per essere sicuri. Se i miei sforzi scientifici non vi dovessero soddisfare, provate un bell'esperimento fai-da-te—tutto quello di cui avete bisogno è una cartina al tornasole, una batteria e una provetta piena di andate a fare in culo.

Pubblicità

Sono partita dall’unico posto in cui chiunque andrebbe per ottenere informazioni davvero importanti e attendibili: Yahoo! Answers. Ho subito trovato questo tizio super perspicace e sensibile che si domandava “È vero che è possibile rimorchiare ragazze strafighe molto facilmente quando c’è la luna piena, dato che quando c'è la luna piena le ragazze sexy diventano incredibilmente arrapate e facili?” e citava Una settimana da Dio come replica preventiva a tutti gli scettici. (Interessante, molto interessante.)

Dopo questa prospettiva illuminante, tutto il resto mi è sembrato piuttosto prevedibile. Al di là di della roba noiosa sul fatto che il nostro corpo è composto per il 90 percento da acqua e che la forza di gravità blablabla, si trattava principalmente di ciance scritte in maiuscolo a proposito di come saremmo in realtà animali selvaggi coperti da una venerea rispettabilità femminile, e la luna piena ci starebbe solo “AVVERTENDO DI QUANTO SIAMO DAVVERO PAZZE!!!” Vorrei tanto essere d’accordo con plom2000, ma questo non spiega perché l’ultima volta che sono entrata in una stanza piena di ragazze e ho sussurrato “Venerdì c'è la luna piena”, tutte si siano fatte immediatamente serie, affrettandosi a cancellare gli appuntamenti per la serata.

Ma vediamo cos’ha da dire un altro esperto. Secondo lui, il plenilunio è un periodo di purificazione, un momento in cui i fluidi corporei vengono scambiati o espulsi dal corpo, e soprattutto, un momento in cui la parola mestruazioni viene pronunciata ogni tre per due. Scientificamente, durante la fase di luna piena i nostri chakra si aprono, permettendo alle donne di trasferire l'energia all’esterno. Questo può occasionalmente causare “soul friction”, che credo sia qualcosa di simile a Barry White che strofina tutti suoi abiti bianchi insieme in una camera piena di palloncini.

Il nostro prosegue spiegando come lo scambio di fluidi sessuali con una donna durante il "mestruo” sia la causa più comune di crepacuore. Questa è una Stronzata con la S maiuscola. Poi c’è quella cosa secondo cui, durante la luna piena, le donne sembrano “pure e sacre”. Anche questa è una Stronzata. Alla fine si ricorda di come, “Una volta, una donna mestruata mi ha afferrato e mi ha abbracciato. Mi ci sono volute varie ore per riacquistare la mia energia.” Sostituite “donna mestruata” con “femmina umana” e “riacquistare energia” con “pulizia di tutto il corpo” e otterremo un classicissimo caso di Super Stronzata. Se questa è la più scientifica analisi della follia da plenilunio che sono riuscita durante quei 0,00345 secondi impiegati da Google per la ricerca, be’, allora non può essere vero.

Internet è bello e tutto, certo, ma vale la pena ricordare che si tratta di un mezzo in grado di diffondere bufale di proporzioni incredibili. Vogliamo credergli proprio quando si tratta di qualcosa di importante come la salute mentale di ogni singola donna sulla Terra?! Arrivata a questo punto, mi sono staccata dal computer e ho provato a chiedere a persone vere. La maggior parte delle mie conversazioni è andata così:

Pubblicità

IO: Ciao.
Ragazza: Ciao.

IO: Come stai?
Ragazza: Ehm. Bene?

IO: Sicuro?
Ragazza: *guarda l’iPhone con espressione assente*

IO: Sai che ci sarà la luna piena stanotte?
Ragazza: Oh mio Dio! Sììì mi sento un po’… Pazza! I miei capezzoli sono gonfi. Ho fame! Tu non hai fame?

Dopo un po' queste risposte casuali sono diventate abbastanza noiose, perché a) non sono una psicologa, e b) non sono una psicologa. Sembrava comunque chiaro che esistesse una specie di regola non scritta sull’essere in completa sintonia con la propria energia cosmica. Ma c’è QUALCHE MINIMA prova?

Alla fine, mi sono rivolta a un'amica che si è fatta un anno in Thailandia per diventare adulta e prendere malattie veneree chiedendole cosa succeda veramente durante i "Full Moon Party". Tutti sappiamo dei falò e dell’atmosfera pazzerella, ma se i pleniluni sono così potenti, sicuramente ci saranno anche quintali di ragazzi prosciugati della loro energia che stanno sdraiati sulla sabbia mentre donne impazzite abbracciano tutti e ridono come maniache dei loro super poteri lunari. Era davvero così?

“Ricordo solo di aver visto un sacco di persone che facevano sesso in mare, alle 7 del mattino. C’erano anche delle grandi scazzottate.” Quindi niente dee radiose fluttuanti? “Non molte. Ma decine di secchi pieni di alcol e vomito”

Hmmm. Temo che questo mito della luna piena debba essere dissipato al più presto. Non sto dicendo che non esistano collegamenti coi segni zodiacali o cose del genere, ma limitare la follia a una sola notte al mese è ingiusto. Dovremmo semplicemente riunirci e abbracciare la follia perpetua, indipendentemente dal genere di appartenenza.

Giusto?

Segui Bertie su Twitter: @bertiebrandes